1.863 CONDIVISIONI
Coronavirus
16 Luglio 2021
11:15

Boom di contagi nel Lazio, l’identikit di chi si ammala: giovani e non vaccinati

Contagi in aumento soprattutto tra i giovani, che per la maggior parte ancora non sono vaccinati. Ad oggi nel Lazio hanno completato il ciclo vaccinale quasi 175mila ragazzi di età compresa tra i 12 e i 29 anni (di cui 24mila con vaccino monodose Johnson&Johnson). In 215mila sono in attesa di ricevere la seconda dose. Nello specifico, hanno completato il ciclo vaccinale 73mila ragazzi sotto i 19 anni (di cui oltre mille con Johnson&Johnson) e 88mila ventenni (di cui 9mila con Johnson&Johnson).
A cura di Enrico Tata
1.863 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Giovani e non vaccinati: è l'identikit dei nuovi contagiati dal coronavirus nel Lazio. Ieri i casi giornalieri sono tornati, per la prima volta dopo un mese e mezzo, sopra quota 300 e l'assessore D'Amato è stato esplicito: sono destinati ad aumentare nelle prossime settimane. La buona notizia è che la vaccinazione completa sembra fornire una buona protezione. Stando ai dati forniti dalla Regione Lazio, infatti, tutti i tamponi risultati positivi e il 90,4 per cento di quelli con variante Delta si riferivano a cittadini a cui non era stata somministrata alcuna dose di vaccino oppure a cui era stata somministrata soltanto una dose. Il 66 per cento di chi si infetta con variante Delta ha un età inferiore ai 30 anni e l'età mediana dei casi è di 29 anni. Il 76,6 per cento dei casi con variante Delta non è vaccinato e se consideriamo anche coloro che non hanno completato il ciclo vaccinale (hanno ricevuto solo la prima dose).

Secondo gli ultimi dati diffusi dall'Istituto Spallanzani di Roma, la variante Delta del coronavirus, più contagiosa rispetto alla Alfa (quella inglese) è attualmente diffusa al 57,1 per cento nel Lazio. 

Quanti sono i ragazzi vaccinati nel Lazio

Ad oggi nel Lazio hanno completato il ciclo vaccinale quasi 175mila ragazzi di età compresa tra i 12 e i 29 anni (di cui 24mila con vaccino monodose Johnson&Johnson). In 215mila sono in attesa di ricevere la seconda dose. Nello specifico, hanno completato il ciclo vaccinale 73mila ragazzi sotto i 19 anni (di cui oltre mille con Johnson&Johnson) e 88mila ventenni (di cui 9mila con Johnson&Johnson). Per quanto riguarda i 30enni, hanno completato il ciclo vaccinale in 154mila (di cui 30mila con Johnson&Johnson).

Secondo i dati della Regione Lazio (che si riferiscono alle prime dosi) ha ricevuto il vaccino il 95 per cento degli over 80, il 90 per cento della fascia d'età 70/79, l'84 per cento della fascia 60/69, il 72 per cento della fascia 50/59, il 61 per cento della fascia 40/49, il 52 per cento della fascia 30/39, il 48 per cento della fascia 20/29 e il 25 per cento della fascia 12/19.

Sono proprio i più giovani che si stanno infettando, complici le serate nei locali e anche i festeggiamenti in piazza per la vittoria dell'Italia. Sono diversi, ormai, i focolai tracciati dalle Asl del territorio e i contagi stanno aumentando. In un pub del quartiere Monteverde a Roma, per esempio, è nato un focolaio dopo la partita Italia-Belgio. Attualmente sono 73 i contagiati accertati, tutti giovanissimi.

1.863 CONDIVISIONI
27035 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni