37 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

A piazzale Socrate lavori per il belvedere: da lì si gode una delle migliori viste su Roma

Lavori in corso a piazzale Socrate, da cui si può godere di una delle più belle viste della città di Roma. Sarà realizzata una recinzione “che manterrà apprezzabile la vista panoramica sulla città”.
A cura di Enrico Tata
37 CONDIVISIONI
Foto Facebook Eleonora Gregorio
Foto Facebook Eleonora Gregorio

Fino a qualche mese fa non era uno luogo così conosciuto tra i romani, ma da piazzale Socrate si può godere di una delle più belle vedute dall'alto di Roma, al pari di via Piccolomini e Monte Ciocci (per restare nello stesso quadrante della città). Il punto panoramico si trova tra la Balduina e Monte Mario, subito sopra la Circonvallazione Trionfale, ed è tornato di moda perché si vede in diverse scene della famosa serie tv Skam Italia.

Da qualche giorno sono cominciati i lavori per la realizzazione del belvedere e più di qualcuno ha sollevato alcuni dubbi sul progetto, che del resto non compare sulle transenne. "Buongiorno, da qualche settimana ci sono operai al lavoro per costruire quello che sembra un muro sul lato esterno di Piazza Socrate, da dove si gode una delle più belle viste su Roma. Qualcuno è al corrente di che stanno facendo? C'è finalmente un progetto per sistemare quella rotonda lasciata da anni nell'abbandono? Oppure è l'ennesimo lavoro una tantum senza alcuna prospettiva? Possibile che il quartiere non sia stato coinvolto? Grazie", chiede per esempio il giornalista Alfredo Macchi su Facebook in un gruppo di quartiere.

Sulla vicenda il Comitato Civico Balduina's ha interpellato il presidente della Commissione lavori pubblici del Municipio, Lorenzo De Santis, che ha spiegato che l'intervento serve a mettere in sicurezza l'area.

Il rendering del progetto
Il rendering del progetto

In particolare, si legge in un documento di Roma Natura:

l'obiettivo del progetto "consiste nella realizzazione di una recinzione in grado di impedire l'ingresso di persone all'interno della proprietà privata adiacente al marciapiede della rotatoria di Piazza Socrate. Tale area è posta nell'immediata vicinanza del dirupo che collega il sottostante abitato di via San Tommaso d'Aquino".

L'intervento richiesto "è dettato dalla messa in sicurezza dell'area in quanto, come dichiarato nella relazione tecnica allegata, nonostante i molteplici interventi fatti dalla proprietà, i pannelli grigliati metallici vengono continuamente divelti, consentendo cosi l'accesso a nomadi, sbandati e trafficanti di droga ed alcol, essendo la piazza punto di ritrovo dei giovani. Ciò costituisce un grave pericolo per gli avventori che, sostando nella zona panoramica a ridosso del dirupo collinare alto 20/30 metri".

La recinzione, si legge ancorasarà in continuità con quelle già presenti in zona, soprattutto lungo via Fedro e via Cornelio Nepote. Essa sarà realizzata su un cordolo di fondazione in cemento armato sul quale verrà poggiato un muro realizzato con blocchetti di tufo con finitura a faccia a vista. Tale muro raggiungerà l'altezza di un metro. Su tale base in muratura, verrà montata una recinzione in ferro, di altezza pari a 120cm, modello già presente nelle aree archeologiche di Roma.

Questa recinzione manterrà "apprezzabile la vista panoramica sulla città per chi proviene sia da via Fedro, sia da via Cornelio Nepote".

37 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views