La possibilità di presentare domanda per accedere al reddito di cittadinanza è partita ormai un mese fa. Dal 6 aprile è stata di nuovo aperta la finestra per le richieste del mese corrente. Intanto, fino al 7 aprile, sono 806.878 le domande già caricate dall’Inps sulla piattaforma appositamente predisposta, come fa sapere il ministero del Lavoro. E ci sono anche i dati riguardanti i richiedenti. Il primo numero che salta agli occhi è quello delle donne: sono il 54% dei richiedenti, contro il 46% degli uomini. Parliamo di 433mila donne contro 373mila uomini. I numeri forniti dal ministero riguardano sia le domande online che quelle presentate agli ufficiali postali, nonché quelle raccolte dai Caf, i Centri di assistenza fiscale. Andando a vedere i numeri, ben 584mila cittadini (il 72%) ha scelto proprio i Caf per presentare la richiesta, mentre il 28% è andato alle Poste (222mila cittadini).

Reddito di cittadinanza, l’età dei richiedenti

La maggior parte dei richiedenti si trova nella fascia d’età che va dai 45 ai 67 anni: si tratta di quasi 495mila domande, poco più del 61% del totale dei potenziali beneficiari. Dietro troviamo, con 182mila richieste, chi ha un’età compresa tra i 25 e i 40 anni, un dato intorno al 23%. Pochissimi – solo il 3% – i richiedenti con meno di 25 anni. Mentre sono quasi 106mila gli over 67 che hanno chiesto il reddito di cittadinanza: si tratta di poco più del 13% del totale e queste persone avranno diritto – nel caso in cui abbiano i requisiti richiesti – alla pensione di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza, la distribuzione per regioni

Sulla provenienza delle domande su base geografica, non c’è dubbio: la maggior parte delle richieste arriva da Campania e Sicilia, nettamente ai primi due posti. Insieme raccolgono il 32% delle domande: sono 137mila in Campania e quasi 129mila in Sicilia. Terzo posto – molto distaccato – per il Lazio con 73mila domande, poi la Puglia e la Lombardia con 71mila. Ai primi posti troviamo ancora la Calabria (57mila), il Piemonte (46mila) e la Sardegna (38mila). In coda troviamo la Valle d’Aosta con 1.031 domande.

Per quanto riguarda le province, il dato rispecchia quello regionale: in testa troviamo Napoli. Nel capoluogo partenopeo quasi 79mila domande, più che in tutte le regioni fatta eccezione per la Sicilia e la stessa Campania. Dietro troviamo Roma con quasi 51mila domande presentate. All’ultimo posto invece Bolzano, con solamente 356 domande arrivate in questo primo mese di reddito di cittadinanza.