Le elezioni regionali hanno mostrato alcuni cambiamenti negli equilibri tra le forze politiche. Ma cosa dicono i sondaggi a livello nazionale? Quanto è emerso a livello territoriale, infatti, non sempre si riflette automaticamente anche sui consensi dei cittadini ai diversi partiti che siedono in Parlamento. Un sondaggio di Tecnè sulle intenzioni di voto per Quarta Repubblica, uscito quando non erano ancora definitivi i risultati delle elezioni regionali, conferma la Lega come primo partito nel Paese a circa sei punti di distanza dal Partito democratico. Fratelli d'Italia si posiziona al terzo gradino del podio, scavalcando il Movimento Cinque Stelle, che scivola al quarto posto tra i principali partiti politici.

Secondo le rilevazioni di Tecnè, la Lega è il primo partito nel Paese con il 26,2% dei consensi. Un risultato ben distante quindi dai picchi raggiunti un anno fa alle ultime elezioni europee. Che riduce la distanza con i dem. Il Pd, infatti, si trova in seconda posizione con il 20,1%: ci sono quindi solo poco più di 6 punti percentuali a separare le due forze politiche. Il terzo gradino del podio, secondo questo sondaggio, non sarebbe più occupato dai pentastellati: Fratelli d'Italia li ha infatti superati, conquistando la terza posizione con il 16,1%. Continua quindi l'ascesa del partito di Giorgia Meloni, che cresce ininterrottamente dalle scorse europee.

I Cinque Stelle finiscono quindi al quarto posto con il 15,7%. Un numero di consensi sempre più contenuto rispetto a quel 33% di oltre due anni fa che li aveva portati ad essere la prima forza politica in Parlamento. A seguire troviamo Forza Italia con il 7,5%, mentre Italia Viva si pone in chiusura con il 3,5%. Tutti gli altri partiti non oltrepassano la soglia di sbarramento del 3%: Azione e +Europa sono infatti entrambi all'1,8%.