Continua l'ascesa di Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, mentre quest'ultima settimana è nettamente da dimenticare per i Cinque Stelle. È questa la sintesi del sondaggio settimanale di Index Research realizzato per Piazza Pulita, condotto da Corrado Formigli su La7.

"Il Movimento 5 stelle – ha sottolineato l'Istituto diretto da Natascia Turato – perde, dal 27 novembre al 5 dicembre, lo 0,7 e passa dal 16,9% al 16,2%. La Lega, nelle intenzioni di voto, passa dal 32,8% al 32,7%. Il Pd dal 19,3% al 19,1%". La Lega si conferma il primo partito in calo però rispetto al sondaggio di una settimana fa. Ma se Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e Lega perdono consenso, si sottolinea, nettamente in controtendenza la crescita del partito di Giorgia Meloni, unico partito per cui si segnala un incremento significativo. Fratelli d'Italia passa infatti dal 9,3% al 9,8%. Invariato invece il dato di Forza Italia al 6,6%, mentre Italia Viva fa registrare un -0,2, per attestarsi dal 5,1% al 4,9%, forse per effetto dell'arrivo nei sondaggi del partito di Calenda, Azione, e delle polemiche generate dall'inchiesta della procura di Firenze sulla Fondazione Open.

Per quanto riguarda le coalizioni, quella di centrodestra è al 49,1%, mentre i ‘giallorossi' sono al 42,8%. Nel sondaggio è stato poi chiesto agli intervistati di esprimersi sul Meccanismo Europeo di Stabilità: in particolare viene chiesto ai potenziali elettori se sulla vicenda abbia ragione Conte o Salvini. il 36%,3 è con il premier mentre il 20.1% si schiera con il leader della Lega. Il 43,6% degli intervistati invece "non sa, la questione è troppo complessa".

Per Index Research poi Più Europa è all'1,6%, i Verdi all'1,8%, gli ‘altri' di Sinistra al 2,6%, il partito di Giovanni Toti Cambiamo! e Azione sono dati all'1%. L'area degli indecisi al 38,4%".