Il centrodestra cresce e supera quota 50%, superando di quasi 20 punti percentuali l'area del centrosinistra. Lo rileva il sondaggio di Antonio Noto di Noto sondaggi presentato ieri sera durante la trasmissione Porta a Porta su Rai1. Aumenta ancora il distacco tra la coalizione Lega-Fratelli d'Italia-Forza Italia e le forze giallorosse. L'indagine di Noto ha anche analizzato l'opinione dei cittadini in merito al vaccino AstraZeneca, dopo il caso di sospensione delle somministrazioni: risulta che il 60% degli intervistati accetterebbe di vaccinarsi con il farmaco dell'azienda anglo-svedese e che i più fiduciosi siano soprattutto i giovani.

Per quanto riguarda invece le intenzioni di voto, andiamo a vedere come si comporterebbero gli italiani se fossero chiamati alle urne oggi. La Lega rimane il primo partito nel Paese con il 24,5% dei consensi. È seguita dal Partito democratico al 18%, in leggero calo: i dem risentono ancora del terremoto causato dall'abbandono dell'ex segretario Nicola Zingaretti, anche se in realtà da quando Enrico Letta è stato nominato nuovo leader hanno recuperato leggermente.

Di seguito troviamo Fratelli d'Italia e il Movimento Cinque Stelle alla pari con il 16,5%: i pentastellati, in particolare, guadagnano due punti dalle ultime rilevazioni. Probabilmente un effetto del coinvolgimento quasi sempre più ufficiale di Giuseppe Conte. Forza Italia, a seguire, è al 6,5%. In totale le forze del centrodestra sono al 51,5% dei consensi, contro il 36,5% totalizzato da Pd, M5s, e Leu (al 2%). Italia Viva invece risulta in calo e scende sotto la soglia di sbarramento, fermandosi al 2,5%.