La crisi di governo sembra ormai tracciata, dopo l'approvazione in Consiglio dei ministri del Recovery plan, su cui le ministre renziane si sono astenute. Oggi, in una conferenza stampa fissata alle 17:30, le ministre Bellanova e Bonetti annunceranno le loro decisioni, chiarendo se intendono dimettersi o continuare l'esperienza di governo con l'attuale maggioranza.

Sembra l'atto finale di un percorso avviato ormai più di un mese fa. Secondo l'ultimo sondaggio Ipsos, presentato dal programma tv Dimartedì su La7, quasi un italiano su due (il 46%) non ha capito i motivi della crisi politica che si è di fatto già aperta, dopo che Palazzo Chigi ieri ha fatto sapere che se Renzi intende assumersi la responsabilità di una rottura definitiva ne pagherà le conseguenze, e Iv non sarà presente all'interno di un eventuale Conte ter. Italia via dal canto suo ha alzato ancora il tiro in Cdm, chiedendo a sorpresa che insieme al Recovery plan si approvasse almeno una parte del Mes sanitario. Il 49% delle persone interpellate dice invece di aver compreso le ragioni che hanno spinto l'ex premier ad agire così.

M5s e Pd hanno polemizzato per tutto il giorno con Renzi, giudicando assurda la scelta di rischiare di portare gli italiani al voto in piena pandemia. La maggioranza degli italiani condivide questa lettura, bocciando la strategia politica del fondatore di Italia viva. Secondo il 73% degli elettori infatti pensa che Renzi stia solo perseguendo i propri interessi. Solo il 13% pensa che stia agendo in questo modo nell'interesse del Paese.

Lo scontro sembra essersi ridotto negli ultimi giorni a un duello tra l'ex premier e il presidente del Consiglio Conte. Gli italiani dicono comunque di parteggiare per il secondo: Il 55% preferisce Conte, solo il 10% simpatizza per Renzi.

Anche in una ipotetica sfida tra Salvini e Conte, il sondaggio dà vincente il premier: il gradimento nei confronti dell'"avvocato del popolo" rimane alto (51% contro 27%) anche nel confronto con il segretario della Lega Matteo Salvini; mentre il 22% "non sa".

Per quanto riguarda il centrodestra, in questo momento prendendo in considerazione i leader dei due principali partiti, Lega e FdI, Meloni (30%) ha la meglio su Salvini (23%).

Perché l'Italia combatte ancora contro il virus

Se l'Italia non riesce a vedere la luce in fondo al tunnel sul fronte coronavirus la ‘colpa', secondo gli intervistati, è soprattutto "dei comportamenti dei cittadini non attenti" (43%); per il 23% per la risoluzione del problema occorrono "tempi lunghi". Per il 19% è responsabilità del governo Conte, mentre per il 7% la colpa è delle Regioni.