Dopo mesi da record la Lega scende al di sotto del 30% dei consensi: una novità assoluta, dalle elezioni europee in poi, per il partito di Matteo Salvini. Ma non ne risente il centrodestra, perché al calo del Carroccio fa da contraltare l’ascesa di Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni supera, per la prima volta nella sua storia, l’11%. Sono questi i dati principali emersi dal sondaggio effettuato da Demos per Repubblica. Una rilevazione che prende in considerazione anche il potenziale elettorale del movimento delle sardine, che gode di un altissimo gradimento tra i più giovani e che potrebbe essere prese in considerazione da un quarto dell’elettorato totale.

Sondaggi elettorali, Lega in testa ma in calo

La Lega è il primo partito con il 29,5% dei voti, in calo rispetto al precedente sondaggio di ottobre. Perde consensi anche il Pd, ora secondo al 18,7%. Mentre crolla il Movimento 5 Stelle, fermo al 18,1%. Chi cresce, e di tanto, è invece Fratelli d’Italia. Il partito di Giorgia Meloni passa dall’8,6% registrato ad ottobre all’11,3% di oggi. In leggera crescita, nel centrodestra, troviamo anche Forza Italia (al 6,5%). In calo, invece, Italia Viva che perde quasi mezzo punto percentuale e si ferma al 3,5%. Sale Leu-La Sinistra, raggiungendo il 3,2%.

Sondaggi politici, la fiducia nei leader

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, mantiene il primato tra i leader per il grado di fiducia espresso dagli elettori: il suo dato, però, è in calo (50%). Ad aumentare, invece, è la fiducia nel leader della Lega, Matteo Salvini, ora al 48%. Così come quello in Giorgia Meloni (46%). Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, è più indietro e si ferma al 35%. Mentre in fondo a questa speciale graduatoria troviamo Matteo Renzi, al 25%. Dietro di lui c’è solo Beppe Grillo.

Il movimento delle sardine nei sondaggi

Il movimento delle sardine gode di un ampio consenso tra i più giovani, tanto che il 54% degli elettori tra i 18 e i 24 anni afferma che potrebbe votarli. Stesso discorso vale per il 39% degli elettori tra i 25 e i 34 anni. In totale un quarto degli elettori potrebbe considerare l’idea di votarli nel caso in cui decidessero di presentarsi alle elezioni. Parere particolarmente positivo viene raccolto tra gli elettori del Pd (47%) e in generale tra quelli di centrosinistra (uno su due). Ma l’interesse suscitato dalle sardine riguarda anche gli elettori di centrodestra: si dice interessato il 24% di chi vota Forza Italia e anche il 15% di chi vota Lega. Infine, un quinto degli elettori del Movimento 5 Stelle guarda con interesse al movimento delle sardine.