Lega e Partito Democratico sono quasi appaiati in testa: il crollo del Carroccio dalle elezioni europee – quando prese più del 34% dei voti – prosegue inesorabile, il Pd assorbe i colpi senza cadere. Secondo l'ultimo sondaggio dell'Istituto Ixè, la maggioranza degli italiani continua a preferire il partito guidato da Matteo Salvini, ma ora la distanza dai dem di Nicola Zingaretti si è assottigliata ancora di più. Se si votasse oggi la Lega sarebbe prima con il 22,3%, seguita dal Partito Democratico con il 21,7%. Una differenza minima, dello 0,6%. Poi ci sarebbe Fratelli d'Italia, che arriva al 16,3%, un vero e proprio boom dalle ultime elezioni europee, quando aveva ottenuto il 6,5%. Il Movimento 5 Stelle, lontano dai numeri delle politiche del 2018, si fermerebbe al 15,6%, seguito da Forza Italia con l'8,1%. Poi Italia Viva al 2,7%, La Sinistra al 2,6% e Azione al 2,3%.

Un italiano su due ha fiducia nel Governo Conte

La fiducia degli italiani nel Governo guidato da Giuseppe Conte resta stabile: dall'inizio dell'anno, quando il Covid-19 è comparso nelle nostre vite, il livello di gradimento del presidente del Consiglio e del suo Esecutivo è cresciuto, per stabilizzarsi oltre il 50% da marzo in poi. Nei giorni successivi alla formazione del Governo, nato dalle ceneri di quello tra Lega e Movimento 5 Stelle, mediamente un italiano su tre apprezzava il lavoro del nuovo Esecutivo. Oggi il 56% dei cittadini ha fiducia nel Governo Conte: il 47% ne ha "abbastanza", il 9% molta.

Zaia insidia Conte tra i leader più apprezzati

L'indice di gradimento è fondamentale per i leader politici, che sanno bene quanto sia importante la considerazione degli italiani. Giuseppe Conte è il più apprezzato, secondo il sondaggio dell'Istituto Ixè, con il 54% dei cittadini che dice di avere fiducia in lui. Lo segue, con il 53%, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, molto distante dal leader del suo stesso partito, Matteo Salvini, fermo al 32%. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, convince quasi un italiano su due (47%), mentre la fiducia in Giorgia Meloni si ferma al 36%. In basso nella classifica di gradimento troviamo Nicola Zingaretti (30%), Silvio Berlusconi (27%), Luigi Di Maio (22%) e Matteo Renzi (13%).