2.714 CONDIVISIONI
6 Febbraio 2019
12:33

Sondaggi elettorali, la crisi del M5s continua: nelle rilevazioni è stabilmente sotto il 25%

Gli ultimi sondaggi elettorali mostrano un trend comune che evidenzia la crisi del Movimento 5 Stelle: i pentastellati faticano a riprendersi e in tutte le rilevazioni si attestano tra il 24% e il 25%, ben al di sotto del risultato del 4 marzo 2018. E la Lega è sempre più lontana, stabilmente sopra al 31%.
A cura di Stefano Rizzuti
2.714 CONDIVISIONI

C’è un elemento comune a tutti gli ultimi sondaggi elettorali. Che, di certo, non fa piacere al Movimento 5 Stelle. Tutte le rilevazioni mostrano un continuo calo dei pentastellati che non riescono a raggiungere neanche il 25%. Ben al di sotto, dunque, del risultato clamoroso delle elezioni politiche del 4 marzo. E, allo stesso tempo, si conferma la marcata distanza con la Lega, sempre più in testa da sola: in tutti i sondaggi è ben al di sopra del 30%. La prima rilevazione considerata è quella di Winpoll per Scenaripolitici.com: il Carroccio registra il 31,5% dei consensi. Seguito a debita distanza dal Movimento 5 Stelle al 24,8%. Nel centrodestra rimangono lontani anche Forza Italia (9,2%) e Fratelli d’Italia (4,2%). Nel centrosinistra, invece, il Pd sarebbe al 13,1%, un dato dovuto anche alla rilevazione del valore di un eventuale partito di Matteo Renzi, che si attesterebbe all’8,2%.

Nello stesso sondaggio si valuta anche la fiducia nel governo. Molto alta per il 27% degli intervistati, soprattutto tra gli elettori del Movimento 5 Stelle (e solo per un terzo di quelli della Lega). Abbastanza fiducia da parte del 31% del campione, soprattutto quello di fede leghista, ma anche tra gli elettori di Forza Italia. Poca fiducia per il 17% e nessuna fiducia per il 25%, a partire dagli elettori del Pd. Per quanto riguarda i singoli leader politici, si chiede di valutare la fiducia su di una scala da 1 a 10. Questi i risultati: Silvio Berlusconi 3,4; Nicola Zingaretti 3,8; Alessandro Di Battista 4,2; Luigi Di Maio 4,4; Giuseppe Conte 5,3; Matteo Salvini 5,9; Sergio Mattarella 7,2.

Il sondaggio Tecné

Un’altra rilevazione, effettuata da Tecné per Quarta Repubblica, mostra anche la differenza tra i consensi di oggi e quelli del 7 gennaio, un mese fa. La Lega è in testa con il 32,1%, lo 0,3% in più rispetto a gennaio. Il M5s si conferma stabile al 25%, mentre il Pd è in calo: dal 17,8% al 17,3%. Sale Forza Italia all’11,7% (+0,8%), stabile Fratelli d’Italia al 4,1%. Nello stesso sondaggio si chiede agli intervistati se Salvini debba essere processato per il caso della nave Diciotti: risposta positiva dal 29% e negativa dal 55%. Il restante 16% non si esprime. Interessante, sul caso, il giudizio degli elettori M5s: dice no al processo il 54%, favorevole il 34%. Sulla Tav, invece, il giudizio è netto: la vuole il 61% degli intervistati. Contrario solo il 25%.

Il sondaggio Swg

Ultimo sondaggio preso in considerazione è quello di Swg per La7. In questo caso è ancora più accentuata la differenza tra Lega e Movimento 5 Stelle: il Carroccio è al 33,8%, quasi 10 punti in più dei 5s, al 24%. Male il Pd, al 16,8%. Mentre Forza Italia è all’8,3% e FdI al 4,3%. In leggera ripresa gli altri partiti di centrosinistra: +Europa al 3,1%, Potere al Popolo al 2,5% e gli ex Leu al 2,9%. Un’altra domanda riguardante il caso Diciotti e il processo a Salvini conferma quanto già mostrato da altri sondaggi: il 27% è favorevole al processo a carico del ministro dell’Interno, il 63% è invece contrario. Non si esprime il restante 10%.

2.714 CONDIVISIONI
Sondaggi politici, Fratelli d'Italia sfiora il 30%, M5s toglie ancora punti al Pd
Sondaggi politici, Fratelli d'Italia sfiora il 30%, M5s toglie ancora punti al Pd
Sondaggi politici, il M5s interrompe la sua avanzata, lieve recupero del Pd
Sondaggi politici, il M5s interrompe la sua avanzata, lieve recupero del Pd
Sondaggi politici, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni zoppica, Pd e M5s in rialzo
Sondaggi politici, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni zoppica, Pd e M5s in rialzo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni