La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, chiede un miliardo di euro per la scuola. Una proposta avanzata durante il Consiglio dei ministri, anche come risposta alle manifestazioni che si sono tenute in molte piazze italiane contro le misure del governo per il ritorno a scuola a settembre. I soldi chiesti da Azzolina servirebbero soprattutto per aumentare il personale scolastico, come chiesto peraltro dai sindacati. Ma anche per riuscire a recuperare nuovi spazi per le lezioni, consentendo così agli studenti di rispettare le norme sul distanziamento sociale. La maggioranza dei ministri si sarebbe detta d’accordo con la proposta della ministra.

Bonaccini promuove la proposta di Azzolina

Mentre si continua a discutere tra ministero dell’Istruzione e Regioni sulle linee guida per la riapertura e il ritorno in classe, questa proposta della Azzolina sembra essere accolta positivamente dagli stessi enti locali, andando incontro alle richieste avanzate negli scorsi giorni. A dimostrarlo sono anche le parole di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, intervenendo su Rete4: “Abbiamo chiesto di poter intervenire sulle linee guida per la ripresa della scuola, oggi ci è stato fornito un testo molto migliorativo di quello consegnato ieri. Abbiamo chiesto 24 ore e domani è convocata una conferenza unificata tra comuni, province e regioni col governo per soluzioni, spero, definitive. Le questioni riguardano distanziamento, aumento di organici, risorse per trasporto pubblico”. Proprio in questo contesto si inserisce la richiesta di un miliardo: “La notizia di un miliardo in più va nella direzione giusta. Vogliamo che a settembre la scuola riparta in presenza, perché è fatta così: un insegnante con gli alunni di fronte, bene da remoto quando non si può fare a meno, ma la socialità è importante”.

Scuola, domani la Conferenza unificata

La riunione della Conferenza unificata a cui fa riferimento Bonaccini è stata convocata per domani alle 14.30 in videoconferenza. La proposta avanzata dalla ministra dell’Istruzione viene accolta positivamente dal Movimento 5 Stelle, come spiega il capogruppo pentastellato in commissione Cultura alla Camera, Gianluca Vacca: “Un miliardo in più subito, oltre a quello già stanziato! Servono nuovi spazi per la didattica e per potenziare l'organico. La richiesta della ministra Lucia Azzolina è quella del Movimento 5 Stelle”.