1 Agosto 2021
16:52

No Tav, la ministra Lamorgese: “Episodi di gravissima violenza, solidarietà agli agenti feriti”

Dal mondo della politica è arrivata la condanna all’unisono per gli scontri di ieri in Val di Susa, tra manifestanti No Tav e agenti di polizia, in cui due militari sono rimasti feriti. “Sono assolutamente inaccettabili episodi di gravissima violenza che mettono in pericolo l’incolumità degli operatori di polizia e che nulla hanno a che vedere con il diritto di manifestare liberamente”, tuona la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese.
A cura di Tommaso Coluzzi

Dopo gli scontri di ieri in Val di Susa, interviene il mondo della politica. La tensione altissima tra manifestanti No Tav e forze dell'ordine schierate a protezione del cantiere della Torino-Lione ha causato il ferimento di due agenti di polizia. "Sono assolutamente inaccettabili episodi di gravissima violenza che mettono in pericolo l'incolumità degli operatori di polizia e che nulla hanno a che vedere con il diritto di manifestare liberamente", ha dichiarato la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese. La titolare del Viminale ha espresso "vicinanza e solidarietà ai due agenti rimasti feriti negli scontri di ieri sera nei pressi del cantiere di Chiomonte", poi ci ha tenuto a ringraziare "tutte le donne e gli uomini delle forze dell'ordine e dell'esercito impegnati quotidianamente per tutelare la sicurezza e l'ordine pubblico in Val di Susa".

Dure le parole del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che ha attaccato i manifestanti: "Chi rispetta la propria terra non la mette a ferro e fuoco. Chi rispetta la democrazia non calpesta il diritto di esprimere le proprie idee, di manifestare, trasformandolo in guerriglia. Chi rispetta il proprio Paese non ne prende a sassate chi gli dedica la vita ogni giorno con indosso una divisa. E se qualcuno pensa di chiamare questa libertà si sbaglia di grosso". Il governatore forzista condanna "le scene viste ieri" ad esempi di "delinquenza" ed esprime solidarietà agli agenti feriti. Gli fa eco la sindaca di Torino, Chiara Appendino. La pentastellata ha sottolineato: "Manifestare, protestare, contestare, sono azioni sempre legittime e da tutelare in democrazia. La violenza invece no, non può e non deve trovare spazio".

Oggi è intervenuto anche il Capo della Polizia, Lamberto Giannini, che ha detto di aver "costantemente seguito" le fasi della "violenta aggressione da parte di gruppi No Tav nei confronti delle forze dell'ordine impegnate a presidio del cantiere di Chiomonte". Giannini ha spiegato di aver seguito "la complessa gestione dell'ordine pubblico" in contatto con il questore di Torino. In una nota il Capo della Polizia ha manifestato "la sua vicinanza alle donne e agli uomini della Polizia di Stato, delle altre forze di polizia e dell'Esercito".

Ministro Speranza sotto scorta dopo le minacce di No Vax e No Green Pass
Ministro Speranza sotto scorta dopo le minacce di No Vax e No Green Pass
Manifestazioni no green pass, Lamorgese lancia l’allarme: “Toni salgono, c'è rischio estremismi"
Manifestazioni no green pass, Lamorgese lancia l’allarme: “Toni salgono, c'è rischio estremismi"
Ministro Speranza sotto scorta dopo le minacce di No Vax e No Green Pass
Ministro Speranza sotto scorta dopo le minacce di No Vax e No Green Pass
255 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni