3.083 CONDIVISIONI
14 Maggio 2022
16:02

Molestie Alpini, il sindaco di Trieste: “Siamo maschi, fare apprezzamenti è normale, non violenza”

Il sindaco di Trieste ha minimizzato quanto accaduto al raduno degli Alpini di Rimini, nonostante le centinaia di segnalazioni di donne molestate: “Siamo maschi, si fanno apprezzamenti è normale – ha detto – la violenza è altra cosa”.
A cura di Tommaso Coluzzi
3.083 CONDIVISIONI

Il raduno degli Alpini a Rimini è sempre più un caso nazionale. Nonostante le testimonianze di molestie subite dalle donne continuino ad arrivare a centinaia – e nonostante alcune siano state anche riprese nel reportage di Saverio Tommasi – c'è chi prende posizione in difesa degli Alpini. Pochi giorni fa ha fatto discutere la dichiarazione dell'assessora veneta alle Pari opportunità di Fratelli d'Italia, che ha detto che se le fischiano dietro lei è contenta. Ora è il turno del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, rieletto nelle fila del centrodestra a ottobre: "Ma stiamo scherzando? – ha commentato a Telequattro – Una ha detto ‘mi hanno detto che ho un bel paio di gambe e mi sono sentita violentata'. Quando vediamo passare una bella ragazza, cosa pensiamo? Siamo maschi".

Poi ha insistito: "Ma stiamo scherzando? Se le avessero detto ‘hai un bel culo', cosa avrebbe fatto allora?". E ha alzato il tono della voce: "Viva gli alpini! Viva gli alpini!". Poi ha aggiunto: "Vorrei dire a questa persona che la violenza è un'altra cosa". E infine se l'è presa con l'associazione Non una di meno, che si sta facendo carico di raccogliere tutte le segnalazioni delle donne molestate durante il raduno: "Quella è gentaglia", ha detto Dipiazza.

Incalzato dal conduttore della trasmissione, il sindaco ha comunque insistito: "Si fanno degli apprezzamenti, è normale – ha detto – È grave se se si dice ‘guarda che bella quella ragazza … guarda che bel paio di … che ha quella ragazza … oppure guarda che bel fondoschiena che ha quella ragazza?". Poi ha ricordato anche che a Rimini lo scorso fine settimana c'erano 500mila Alpini, forse a intendere che con così tante persone è difficile controllare, ma non è chiaro. E ha concluso: "Fare queste polemiche significa fare male a tutto".

3.083 CONDIVISIONI
Perché molestie e violenze contro le donne non si pesano dalle denunce, spiegato agli alpini
Perché molestie e violenze contro le donne non si pesano dalle denunce, spiegato agli alpini
Anche gli alpini dovrebbero unirsi nel denunciare le molestie
Anche gli alpini dovrebbero unirsi nel denunciare le molestie
Salvini: "Giusto condannare molestie, ma non additare Alpini come simbolo di violenza e volgarità"
Salvini: "Giusto condannare molestie, ma non additare Alpini come simbolo di violenza e volgarità"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni