813 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Maggio 2021
08:03

Green pass, Italia apre ai turisti stranieri: come funziona la certificazione per viaggiare

Dal 15 maggio l’Italia apre ai turisti stranieri che provengono dall’Ue: grazie a una nuova certificazione verde, che anticipa quella europea che entrerà in vigore da metà giugno, si potrà entrare nel nostro Paese non solo per motivi di necessità, salute o urgenza. Verrà eliminata quindi la quarantena obbligatoria per gli arrivi dall’estero.
A cura di Annalisa Cangemi
813 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il pass per viaggiare sarà utilizzato a partire dal 15 maggio, quando l'Italia riaprirà ai turisti. "La pandemia ci ha costretto a chiudere, ma siamo pronti a ridare il benvenuto al mondo", ha annunciato il presidente del Consiglio Mario Draghi. Il ‘pass verde nazionale', sulla scia di quello introdotto con l'ultimo decreto legge, anticipa di fatto il green pass europeo che entrerà in vigore a metà giugno.
Come funziona il pass per gli stranieri? In pratica valgono le stesse regole previste per la ‘certificazioni verde', che permette agli italiani di spostarsi tra Regioni anche arancioni o rosse: basta un certificato di avvenuta vaccinazione, con entrambe le dosi e solo con i vaccini autorizzati dall'Ema, cioè Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson; oppure bisogna dimostrare di essere guariti dal Covid da non più di sei mesi; o un tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. La documentazione deve essere rilasciata dalle aziende sanitarie di riferimento nei primi due casi, per il test serve un documento rilasciato dai lavoratori di analisi.

Eliminata la quarantena

Con il pass viene eliminata la quarantena per chi arriva in Italia dall'estero, ma solo per chi proviene dall'Ue, da Stati Uniti e Israele, dove la campagna vaccinale è molto avanti. Resteranno invece le limitazioni per i Paesi considerati a rischio. I dettagli saranno inseriti in una nuova ordinanza del ministro Speranza, che sostituirà quella in scadenza il prossimo 15 maggio. Fino a quella data è previsto un tampone in entrata, quarantena di 5 giorni e un nuovo tampone per coloro che arrivano dall'Unione europea e dalla Gran Bretagna, mentre per gli arrivi dal resto del mondo la durata della quarantena è di 14 giorni.

Cosa si può fare con il pass

Sarà possibile entrare in Italia dall'estero non solo per motivi di lavoro, salute o necessità, ama anche semplicemente per svago. Con il pass si potrà partecipare anche a concerti o eventi sportivi.

A chi serve la nuova certificazione

Il green pass potrà essere utilizzato dai turisti che vogliono circolare nel nostro Paese, ma se gli italiani vorranno recarsi all'estero dovranno seguire le regole del Paese di destinazione. In alcuni Stati per esempio potrebbe essere ancora richiesto un periodo di quarantena all'ingresso, oppure potrebbe esserci l'obbligo di fare un tampone anche per vaccinati o guariti. Per uniformare modalità e durata delle certificazioni dei vari Paesi ci sarà a breve un incontro dei ministri della Salute a livello Ue. Dal 15 maggio si partirà con i documenti cartacei, per poi passare all'utilizzo della piattaforma tecnologica europea, sulla quale verrà caricato il green pass, e che verrà testata per la prima volta il 10 maggio.

813 CONDIVISIONI
28436 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni