Arriva l’obbligo di utilizzare i seggiolini anti-abbandono per i bambini sotto i quattro anni. Ma, in realtà, l’obbligo vero e proprio partirà solamente da marzo. È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul regolamento di attuazione dell’articolo 172 del nuovo codice della strada in materia di dispositivi antiabbandono di bambini di età inferiore a quattro anni. Le nuove norme entreranno in vigore il 7 novembre, ma in realtà l’obbligo sarà effettivo solo a partire dal 6 marzo, quando saranno passati quattro mesi dall’entrata in vigore. Un tempo che servirà ad aziende e cittadini per mettersi in regola.

Il decreto sui seggiolini anti-abbandono

Il decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale non sarà quindi subito effettivo, come spiega il Sole 24 Ore. La norma serve per stabilire le caratteristiche tecniche che devono avere i nuovi seggiolini, concedendo però quattro mesi di tempo per mettersi in regola. Il decreto, quindi, entrerà sì in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione (quindi il 7 novembre), ma serviranno poi gli altri 120 giorni necessari, a livello burocratico, per far realmente scattare l’obbligo di utilizzo dei dispositivi. E si arriverà così alla data del 6 marzo.

Le caratteristiche dei dispositivi anti-abbandono

Il ritardo di altri quattro mesi viene previsto per permettere alle aziende di adeguarsi a produrre i dispositivi idonei a quanto previsto dal decreto e alla famiglie di effettuare l’acquisto. Il decreto serve, comunque, a individuare le caratteristiche tecniche che devono avere i dispositivi anti-abbandono. Innanzitutto il dispositivo deve attivarsi automaticamente quando il bambino viene messo sul seggiolini e deve, a quel punto, dare un segnale che confermi la sua attivazione. Il dispositivo deve anche avere un allarme che emetta segnali visivi e acustici o visivi e aptici.

I dispostivi anti-abbandono devono funzionare sulla base di un sistema elettronico e basato su dei sensori e devono essere compatibili con gli attacchi delle cinture. I seggiolini, ancora, deve avere un segnale che evidenzia quando la batteria è scarica, nel caso in cui il meccanismo funzioni a batteria. Inoltre, anche se l’invito di messaggi e chiamate ai numeri di telefono è solamente facoltativo, i dispositivi che sono dotati di questo sistema devono poter inviare messaggi e chiamate ad almeno tre diversi numeri telefonici.