Elezione del Presidente della Repubblica 2022
18 Gennaio 2022
19:02

Elezione Presidente della Repubblica, i nomi dei delegati regionali tra i Grandi Elettori

Tutte le Regioni hanno scelto i propri delegati per l’elezione del presidente della Repubblica: 58 rappresentanti regionali che si andranno ad aggiungere a deputati e senatori, per un totale di 1.009 Grandi elettori. Ecco chi sono.
A cura di Annalisa Girardi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Tutte le Regioni hanno scelto i propri delegati per l'elezione del presidente della Repubblica. È quindi completo l'elenco dei 58 i Grandi elettori provenienti dalle Regioni che parteciperanno, da lunedì prossimo 24 gennaio, alla seduta comune del Parlamento per eleggere il nuovo capo dello Stato. Di questi 58 la maggior parte, 20, appartengono all'area del Partito democratico: 14 invece sono della Lega, 8 di Forza Italia, 5 di Fratelli d'Italia e 4 del Movimento Cinque Stelle. Il resto provengono dalle forze politiche di centro o schieramenti minori.

In totale i Grandi elettori sono 1.009: oltre ai 58 delegati regionali ci sono infatti 630 deputati e 321 senatori (compresi quelli a vita). La prossima settimana, comunque, bisognerà tenere conto anche delle assenze per Covid e quarantene per contatto: al momento, però, non sarebbero numeri particolarmente alti. Si tratterebbe attualmente di 35 parlamentari, in tutto 26 deputati e 9 senatori.

L'elenco dei delegati regionali per l'elezione del nuovo Capo dello Stato

Ecco l'elenco del 58 Grandi elettori nominati dalle Regioni. Sono tre per ogni Regione, ad eccezione della Valle d'Aosta che ne presenta solo uno.

  • Abruzzo: Marco Marsilio, Lorenzo Sospiri e Sara Marcozzi
  • Basilicata: Vito Bardi, Carmine Cicala e Roberto Cifarelli
  • Calabria: Roberto Occhiuto, Filippo Mancuso e Nicola Irto
  • Campania: Vincenzo De Luca, Gennaro Oliviero e Annarita Patriarca
  • Emilia-Romagna: Stefano Bonaccini, Emma Petitti e Matteo Rancan
  • Lazio: Nicola Zingaretti, Marco Vincenzi e Fabrizio Ghera
  • Liguria: Giovanni Toti, Gianmarco Medusei e Sergio Rossetti
  • Lombardia: Attilio Fontana, Alessandro Fermi e Dario Viola
  • Marche: Francesco Acquaroli, Dino Latini e Maurizio Mangialardi
  • Molise: Donato Toma, Salvatore Micone e Andrea Greco
  • Piemonte: Alberto Cirio, Stefano Allasia e Domenico Ravetti
  • Puglia: Michele Emiliano, Loredana Capone e Giannicola De Leonardis
  • Sardegna: Christian Solinas, Michele Pais e Gianfranco Ganau
  • Sicilia: Gianfranco Micciché, Nunzio Di Paola e Nello Musumeci
  • Toscana: Eugenio Giani, Antonio Mazzeo e Marco Landi
  • Trentino Alto Adige: Maurizio Fugatti, Josef Noggler e Sara Ferrari
  • Umbria: Donatella Tesei, Fabio Paparelli e Marco Squarta
  • Valle d’Aosta: Erik Lavévaz
  • Veneto: Luca Zaia, Roberto Ciambetti e Giacomo Possamai

Quanti sono i Grandi Elettori e come si vota per il Presidente della Repubblica

Come si può notare (e come spesso avviene) sono stati eletti i governatori e altri membri del Consiglio regionale, di cui normalmente uno appartenente all'opposizione. Come abbiamo detto, la maggior parte dei delegati regionali sono esponenti del Partito democratico. Insieme ai rappresentanti delle Regioni votano per eleggere il nuovo presidente della Repubblica, il 13esimo, i 630 deputati e 321 senatori. Tra questi ultimi sono compresi anche i senatori a vita Giorgio Napolitano, ex capo dello Stato, Mario Monti, Elena Cattaneo, Renzo Piano, Carlo Rubbia e Liliana Segre. I Grandi elettori si riuniranno in Parlamento il prossimo 24 gennaio, giorno del primo scrutinio. A causa dell'emergenza coronavirus si terrà un'unica votazione al giorno. Le votazioni per il presidente della Repubblica sono a scrutinio segreto: nei primi tre basta la maggioranza qualificata di due terze dell'assemblea (cioè 673 voti), mentre dal quarto scrutinio in poi è sufficiente la maggioranza assoluta (505 voti).

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni