85 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Dove è ancora obbligatoria la mascherina anti Covid in ospedale e Rsa: le nuove regole del ministero

Indossare la mascherina sarà obbligatorio in ospedali e Rsa fino al 30 giugno 2024, per evitare la diffusione del Covid 19. Lo ha stabilito il ministro della Salute del governo Meloni, Orazio Schillaci, con un’ordinanza pubblicata ieri in Gazzetta ufficiale. L’obbligo coinvolgerà sia i lavoratori che i visitatori.
A cura di Luca Pons
85 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il governo Meloni ha deciso che nei prossimi mesi sarà ancora obbligatorio portare la mascherina protettiva negli ospedali e nelle Rsa. La misura per evitare la diffusione del Covid-19 sarebbe rimasta in vigore solo fino a domani, 31 dicembre 2023, ma il ministro della Salute Schillaci l'ha prorogata fino al 30 giugno 2024. La decisione è arrivata in un momento in cui i contagi da Covid sono in aumento, anche se i dati ufficiali sono poco chiari, e anche l'influenza ha visto una diffusione da record nell'ultima settimana.

Il testo dell'ordinanza, pubblicato in Gazzetta ufficiale, indica che è stato necessario prolungare l'obbligo perché c'è una "maggiore pericolosità" se il "contagio" arriva alle "situazioni di fragilità nelle nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali". Come avvenuto lo scorso aprile, quando le regole erano state prorogate fino a fine anno, il governo ha perciò deciso di prolungare l'obbligo per valutare poi come sarà la situazione a giugno.

Dove è obbligatoria la mascherina nel 2024

L'obbligo di portare una mascherina protettiva delle vie respiratorie riguarda i lavoratori, gli utenti e i visitatori delle strutture sanitarie, in quei reparti che ospitano pazienti fragili, anziani o immunodepressi, soprattutto se si tratta di terapia intensiva. Saranno le singole direzioni sanitarie e strutture sanitarie a stabilire esattamente le regole per quanto riguarda le zone in cui la mascherina è obbligatoria: per le sale d'attesa, ad esempio, le regole potrebbero variare.

L'obbligo invece non riguarda quelle aree collegate agli ospedali ma esterne, come i bar o le mense. Anche per quanto riguarda le Rsa e tutte le strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali (inclusi hospice e strutture per la riabilitazoine) l'obbligo riguarda lavoratori, utenti e visitatori. Per gli ambulatori, la scelta è lasciata ai medici.

Chi deve indossare la mascherina e quali sono le eccezioni

Come detto, l'obbligo riguarda tutte le persone all'interno delle strutture indicate: lavoratori, utenti e visitatori. Tuttavia, ci saranno tre eccezioni. Non saranno obbligati a indossare la mascherina i bambini fino a sei anni di età. Non dovranno farlo nemmeno le persone che hanno patologie o disabilità che lo rendono impossibile, così come le persone che devono comunicare con una persona con disabilità e non possono farlo mentre indossano una mascherina. Resterà invece la norma che prevede di effettuare tamponi a chi arriva in ospedale o in Pronto soccorso, ma solo se ha già dei sintomi che possono far pensare al Covid 19.

85 CONDIVISIONI
32813 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views