1.462 CONDIVISIONI
17 Luglio 2021
19:08

Conte presenta il “suo” Movimento 5 Stelle: “Potere agli iscritti, ma a me piena agibilità politica”

Giuseppe Conte ha presentato i punti salienti del nuovo statuto del Movimento 5 Stelle. “Piena agibilità del presidente e chiara distinzione tra i ruoli di garanzia e quelli di indirizzo politico”. E ancora: “Il nuovo corso partirà dai gruppi territoriali e dai forum tematici aperti alla società civile e ai non iscritti”.
A cura di Davide Falcioni
1.462 CONDIVISIONI

Il Movimento 5 Stelle a guida Giuseppe Conte parte ufficialmente oggi. Dopo settimane di tensioni, e dopo aver più volte rischiato la rottura definitiva con il fondatore Beppe Grillo, l'ex Presidente del Consiglio ha presentato nel corso di una diretta Facebook i punti salienti del nuovo statuto e rilanciato le tematiche cardine del Movimento. "Si riparte con slancio e nuova forza", ha esordito Conte, convinto che dopo mesi difficili "il vento soffia ancora a nostro favore e spazzerà via nubi e incomprensioni". Conte ha quindi annunciato che a partire da oggi è online il nuovo statuto del Movimento illustrandone i punti chiave: "Piena agibilità del presidente e chiara distinzione tra i ruoli di garanzia e quelli di indirizzo politico". Centrale, nelle intenzioni dell'ex premier, il ruolo degli iscritti: "Il nuovo corso partirà dai gruppi territoriali e dai forum tematici aperti alla società civile e ai non iscritti. Le proposte che arriveranno saranno ampiamente valorizzate. Ci sarà un comitato nazionale dei progetti, che lavorerà a tempo pieno per analizzare le idee che arriveranno da iscritti e forum".

Nel suo breve video messaggio Giuseppe Conte ha quindi rilanciato le battaglie fondative del Movimento 5 Stelle: dall'etica pubblica alla lotta alle diseguaglianze, dalla sostenibilità ambientale alla transizione ecologica. L'ex capo del Governo ha rivendicato i successi della sua esperienza a Palazzo Chigi: "Abbiamo affrontato il totem dell'Europa dell'austerità. Abbiamo risposto per primi alla pandemia e lanciato un piano di investimenti importante". Conte ha menzionato la legge spazza corrotti, i sostegno alle partite iva, la legge sui riders e il bonus 110% senza dimenticare la battaglia di "bandiera" del reddito di cittadinanza, "che qualcuno vorrebbe smantellare per interessi di bottega. Miglioriamolo, invece, nella parte delle politiche attive del lavoro". Per finire un appello ai tanti delusi che negli ultimi anni hanno lasciato il Movimento 5 Stelle. "Riunitevi e proponete nuovi progetti, contaminiamoci. Io girerò in tutta l'Italia, sarò nelle piazze e nelle case per ascoltarvi".

1.462 CONDIVISIONI
Conte dice che sul limite del doppio mandato decideranno gli iscritti del Movimento 5 stelle
Conte dice che sul limite del doppio mandato decideranno gli iscritti del Movimento 5 stelle
Conte: "Guidare il Movimento 5 Stelle è una faticaccia". Poi precisa: "Ma c'è tanto entusiasmo"
Conte: "Guidare il Movimento 5 Stelle è una faticaccia". Poi precisa: "Ma c'è tanto entusiasmo"
Renzi: "Draghi è più bravo di me a fare il presidente del Consiglio, Conte no"
Renzi: "Draghi è più bravo di me a fare il presidente del Consiglio, Conte no"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni