L’invito del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, all’opposizione di centrodestra per un confronto sulle misure economiche era atteso da giorni. E alla fine è arrivato con una lettera di invito a Palazzo Chigi inviata a Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. La data non è ancora stata fissata, ma Silvio Berlusconi si è subito detto pronto a partecipare. Così come Giorgia Meloni, che chiede però proposte concrete prima di aprire il confronto. Taciturno, per ora, Matteo Salvini. Ma fonti della Lega confermano l’intenzione del leader del Carroccio di incontrare Conte per discutere del piano di rilancio per l’Italia.

Meloni: sì a incontro, ma prima proposte

La prima a confermare di aver ricevuto la richiesta da parte di Conte è la presidente di Fdi, Giorgia Meloni: “Oggi mi è arrivata una lettera con la quale Giuseppe Conte mi rinvita a incontrarlo. Aspettiamo un appuntamento da circa due settimane ma mi manda la lettera per dirmi che mi vorrebbe incontrare e io ho ribadito che noi siamo disponibili”, commenta nell’immediato Meloni. Che non risparmia una frecciatina al presidente del Consiglio: “Visto che ci dobbiamo vedere, se ci manda un documento elaborato alla fine di questi dieci giorni di Stati generali… Così parliamo non del sesso degli angeli, ma di cose concrete, su cui Fdi è sempre disponibile”.

Meloni pone anche alcuni temi, che secondo lei vanno messi al centro della discussione con Conte: “Il tema delle pensioni di invalidità, dopo che la Corte Costituzionale le ha dichiarate incostituzionali perché 285 euro sono una vergogna. Per raddoppiarle servono 140 milioni, cioè quello che il governo ha messo sul bonus monopattino…”. Poi una critica al presidente del Consiglio anche sul dl Semplificazioni: “Sono stanca di parlare di cose che non conosco. Atteso che siamo tutti per la semplificazione, e che il governo aveva gli strumenti per semplificare già nei decreti nei quali invece ha infilato tutt'altro, aspettiamo che qualcuno ci mandi un documento da poter valutare”.

Berlusconi disponibile al confronto con Conte

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, fa sapere di aver ricevuto l’invito a Palazzo Chigi e di essere disponibile a un confronto: “Forza Italia è naturalmente, come sin dall'inizio della crisi, disponibile al confronto: parteciperà all'incontro insieme a Lega e Fdi e consegnerà al governo un corposo dossier di proposte ideate per far ripartire il Paese e per utilizzare al meglio le ingenti risorse europee messe a disposizione dell'Italia”.