3.794 CONDIVISIONI
Opinioni
12 Novembre 2021
17:09

Adelina Sejdini non si è suicidata, e non vi piacerà sapere chi l’ha uccisa

Adelina era stata rapita in Albania quando era adolescente, era una ragazzina di 15 anni quando fu portata in Italia da schiava.
A cura di Saverio Tommasi
3.794 CONDIVISIONI
Adelina Sejdini
Adelina Sejdini

Adelina Sejdini si è gettata dal ponte Garibaldi, a Roma, ed è morta.

Ma chi l'ha ammazzata?

Adelina era stata rapita in Albania quando era adolescente, era una ragazzina di 15 anni quando fu portata in Italia da schiava. Costretta a prostituirsi da una banda di criminali appartenenti alla mafia albanese.
Dopo anni era riuscita a ribellarsi e con la sua testimonianza ne aveva fatti arrestare quaranta, di quei criminali.

"Se torno in Albania mi ammazzano", aveva detto. C'era da crederle, ma a lei non credettero, non le diedero importanza.

Adelina addosso aveva le cicatrici delle percosse, i tagli, gli stupri, certi ematomi dentro che non si riassorbono.
Adelina aveva sgominato un'organizzazione criminale internazionale e chiedeva la cittadinanza italiana, un pezzo di carta. Non avrebbe potuto vivere da altre parti, era invalida al cento per cento Adelina, e non poteva neanche lavorare.

Adelina in fondo chiedeva solo un pezzo di carta: chi è che non gliel'ha dato?

Il 28 ottobre Adelina si era data fuoco in piazza per reclamare attenzione. Fuoco vero, quello con le fiamme. L'avevano ricoverata in ospedale, ma il pezzo di carta che avrebbe voluto dire "sono viva" non era arrivata.

Adelina, a cui un giorno tagliarono la gamba con un paio di forbici, e poi le cosparsero le ferite di sale per farla soffrire di più, era passata dall'essere un oggetto all'essere dimenticata.

Così qualche giorno fa Adelina gira un video, mentre cammina, e guardando la telecamera del cellulare dice: "Non mi hanno aiutata, sto cercando un posto dove farla finita". Non scherza, e aggiunge: “Diventate la mia voce per altre Adeline”.

Poi si schianta sulla banchina di cemento sotto ponte Garibaldi, ma non è stato un "suicidio", non se per tutta la vita qualcuno l'ha spinta verso la morte.

I primi colpevoli sono i criminali che l'hanno resa schiava, ma gli altri? Chi è che potendo si è voltato dall'altra parte di fronte alla necessità di una protezione che la cittadinanza italiana le avrebbe dato?

Le sue amiche ci stanno provando, ne parlano e ho deciso di raccontare anche io la storia di Adelina, io che Adelina non l'ho mai conosciuta ma non voglio restare indifferente.

Adelina Sejdini era nata a Durazzo, arrivata a Pavia da schiava, andata a Roma per parlare con le istituzioni, e morta senza che l'ascoltassero.
Le sue amiche dicono: la cittadinanza italiana le sia data almeno ora, postuma. Non servirà a lei, ma a capire che la cittadinanza salva vite.

"Il vero coraggio consiste nel vivere e soffrire per ciò in cui credi", disse Christopher Paolini. E nessuno ha avuto nella vita più coraggio di Adelina Sejdini.

3.794 CONDIVISIONI
Sono giornalista e video reporter. Realizzo reportage e documentari in forma breve, in Italia e all'estero. Scrivo libri, quando capita. Il più recente è "Siate ribelli. Praticate gentilezza". Ho sposato Fanpage.it, ed è un matrimonio felice. Racconto storie di umanità varia, mi piace incrociare le fragilità umane, senza pietismo e ribaltando il tavolo degli stereotipi. Per farlo uso le parole e le immagini. Mi nutro di video e respiro. Tutti i miei video li trovate sul canale Youmedia personale.
Adelina Sejdini morta suicida, la rabbia dell'amica: "Voleva vivere, uccisa da burocrazia iniqua"
Adelina Sejdini morta suicida, la rabbia dell'amica: "Voleva vivere, uccisa da burocrazia iniqua"
173.538 di Simona Berterame
Donna uccisa in casa nell'Ennese, trovati un batticarne e un coltello accanto al corpo
Donna uccisa in casa nell'Ennese, trovati un batticarne e un coltello accanto al corpo
Vaccinazione ai bambini: tutto quello che c'è da sapere
Vaccinazione ai bambini: tutto quello che c'è da sapere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni