Coronavirus
14 Giugno 2021
7:00

Stop ad AstraZeneca in Campania: a Caserta e provincia 12mila persone non sanno cosa fare

La provincia di Caserta nei mesi scorsi ha accelerato tantissimo con la campagna vaccinale anti-Covid usando AstraZeneca agli open day. Ora si stimano in 12mila gli utenti che attendono linee guida certe per procedere con la seconda dose di vaccino, fondamentale ai fini di una corretta immunizzazione.
A cura di Ciro Pellegrino
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Nel corso del mese di aprile il Casertano si è caratterizzato per i numerosi open day vaccinali anti-Covid con AstraZeneca. Ragion per cui, oggi, quella di Terra di Lavoro è la provincia della Campania maggiormente preoccupata dal nuovo stop ad AstraZeneca Vaxzevria con il carico di paure, notizie e incertezze anche istituzionali. Si stimano in 12mila gli utenti dell'Azienda sanitaria locale di Caserta, fra capoluogo e provincia che sono coinvolti poiché hanno preso parte  agli ‘Astra day' che furono peraltro aperti a tutte le fasce d'età ma anche perché sono fra i vaccinati poiché in categorie specifiche, come insegnanti e forze dell'ordine. La seconda dose – non dimentichiamolo – è fondamentale ai fini di una corretta immunizzazione.

Ieri, la Regione Campania, attraverso il presidente Vincenzo De Luca, ha dettato linee guida su  su AstraZeneca. Ma le direttive regionali potrebbero essere soppiantate da linee guida nazionali che non sono ancora arrivate.

Cosa ha deciso la Regione su AstraZeneca in Campania? Presto detto:

  1. Stop ai vaccini a vettore virale (AstraZeneca e Johnson & Johnson), per tutte le fascia di età.
  2. Prosegue la vaccinazione di massa ma solo coi vaccini Pfizer e Moderna.
  3. Chi ha fatto la prima dose di Astrazeneca sopra i 60 anni, può completare il ciclo con una seconda dose Astrazeneca.
  4. Per i soggetti sotto i 60 anni (tranne che per chi è alla 12esima settimana) non si procede alla somministrazione di vaccini diversi dalla prima dose. Dunque niente mix vaccinale AZ+Pfizer.

Nel Casertano, ma non solo lì, chi aveva la seconda dose programmata nei prossimi giorni, ha già ricevuto un sms di annullamento dell'appuntamento. Al momento in Campania non si ha notizie di eventi avversi gravi e criticità gravi a coloro i quali è stato somministrato il siero anglo-svedese;  la Asl di Caserta per questioni riguardanti la campagna anti-Covid ha messo a disposizione la mail vaccinicovid@aslcaserta.it.

26086 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni