295 CONDIVISIONI
17 Luglio 2022
15:08

Sciopero aerei 17 luglio, all’Aeroporto di Capodichino cancellati 77 voli: molti per Grecia e Spagna

Cancellati 40 partenze e 37 arrivi. Disagi nella fascia oraria tra le 14 e le 18. Colpite soprattutto le tratte per Grecia e Spagna.
A cura di Pierluigi Frattasi
295 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Caos all'Aeroporto di Capodichino oggi a Napoli, dove a seguito dello sciopero nazionale del trasporto aereo sono stati cancellati circa 77 voli, in particolare nella fascia oraria tra le 14 e le 18. Tra queste 37 arrivi e 40 partenze per molte mete turistiche internazionali, in particolare Grecia e Spagna, ma anche per gli altri scali italiani, come Milano Malpensa, Linate e Orio al Serio, Roma Fiumicino. Tra i voli esteri cancellati, Sharm el Sheikh, Parigi, Londra Gatwick, Barcellona, Ibiza, Palma de Mallorca, Corfù, Santorini, Cefalonia, Malta, ma anche Vienna e Bucarest. I disagi hanno riguardato in particolare le compagnie cosiddette low cost: Easyjet, Wizz Air, Ryanair e Volotea. A ridurre i disagi per i passeggeri il fatto che le compagnie aeree li avessero avvisati per tempo. Non si sono proprio presentati in aeroporto.

Alcuni dei voli cancellati oggi
Alcuni dei voli cancellati oggi

Sciopero di 4 ore, dalle 14 alle 18

Lo sciopero nazionale di 4 ore, dalle 14 alle 18, riguarda i controllori di volo dell'Enav, e coincide con la nuova protesta del personale delle compagnie aree low cost EasyJet, Ryanair e Volotea. L'agitazione dei controllori di volo, hanno spiegato i sindacati, "è stata indetta per protestare soprattutto contro il pesante e cronico sotto organico in cui si trova ad operare l'Ente soprattutto in questo particolare momento di ripresa del traffico aereo".

Lo sciopero del personale delle compagnie aeree è il terzo, dopo le astensioni dal lavoro dell'8 e del 25 giugno. I sindacati di Ryanair "rivendicano condizioni contrattuali e salariali in linea con il contratto nazionale del trasporto aereo ed inoltre acqua e cibo per gli equipaggi, spesso impossibilitati a scendere dall'aereo anche per 14 ore consecutive e la cancellazione dei tagli ai salari introdotti per fronteggiare un periodo di crisi non più attuale".

In agitazione anche il personale di EasyJet che protesta contro "licenziamenti ingiustificati, contro la mancanza di solidità operativa e il totale degrado delle relazioni industriali, a danno di passeggeri e equipaggi, in una stagione già molto complicata per il Trasporto Aereo che cerca di riprendersi".

"In Volotea – afferma la Uiltrasporti – la protesta continua contro l'atteggiamento aziendale che lede i diritti dei lavoratori per il mancato adeguamento delle retribuzioni minime secondo l'articolo 203 del decreto concorrenza e per le numerose azioni unilaterali con un ulteriore abbassamento dei salari giustificato da accordi individuali e pseudo-volontari. A questo si aggiunge una totale inadeguatezza dei turni di lavoro molto intensi".

In sciopero dalle 14.00 alle 18.00 di oggi anche gli addetti alla vigilanza privata e ai servizi di sicurezza nei siti aeroportuali. La protesta, concomitante allo Sciopero del trasporto aereo, si svolgerà nell'ambito della mobilitazione #ContrattoInSicurezza indetta dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, per sollecitare lo sblocco delle trattative di rinnovo del contratto nazionale di lavoro applicato agli oltre 100mila addetti del settore, scaduto da 7 anni.

Esposto dell'Unc all'Antitrust: “Subito rimborsi ai passeggeri”

L'Unione Nazionale Consumatori ha annunciato un esposto all'Antitrust sullo Sciopero di oggi nel settore aereo: “Abbiamo chiesto all'Authority – scrive l'associazione in una nota – di accertare se le compagnie aeree hanno tempestivamente e correttamente informato i viaggiatori sui loro diritti, ossia del fatto che, se non hanno avuto una riprotezione del volo nei tempi previsti dal Regolamento europeo scatta il diritto alla compensazione pecuniaria da 250 a 600 euro a seconda della tratta".

295 CONDIVISIONI
Napoli-Juve, tre sigle sindacali revocano lo sciopero dei mezzi Eav di venerdì 13. Uil lo conferma
Napoli-Juve, tre sigle sindacali revocano lo sciopero dei mezzi Eav di venerdì 13. Uil lo conferma
La Metro Linea 1 di Napoli chiusa oggi 25 gennaio dalle ore 9.30 alle 12.30
La Metro Linea 1 di Napoli chiusa oggi 25 gennaio dalle ore 9.30 alle 12.30
Vuoi lavorare con noi? Non venire in Circumvesuviana: la singolare offerta
Vuoi lavorare con noi? Non venire in Circumvesuviana: la singolare offerta
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni