Salvatore Raimondi, 19 anni, matricola alla facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli è morto agli inizi di gennaio insieme alla madre, Pompea Allegretti, 58 anni, a seguito di un drammatico incidente sulla tratta Potenza-Melfi (Tangenziale Potenza). La donna, una guardia medica, era accompagnata dal figlio al lavoro. La notizia in questi giorni di festa si è lentamente propagata nell'ateneo federiciano e ieri è arrivata la nota di cordoglio del dipartimento di Giurisprudenza e delle associazioni di studenti:

RappresentanzaStudentesca, a nome dell’intera comunità degli studenti del Dipartimento di Giurisprudenza, partecipa commossa al dolore della famiglia del giovane collega, Salvatore Raimondi, deceduto insieme alla madre in un gravissimo incidente.

Tanti i messaggi di cordoglio da parte di colleghi d'università del diciannovenne. Al cordoglio si è unito il Direttore del Dipartimento, il docente Sandro Staiano, il quale ha fatto pervenire un messaggio:

Ci è arrivata, in queste giornate difficili per tutti, la notizia della morte di Salvatore Raimondi, un nostro giovanissimo studente, e della madre, in un terribile incidente stradale. Una vita spezzata a diciannove anni, quando tutte le possibilità sembrano aperte innanzi a uno sguardo fresco e fidente, e lo sono, e ogni obiettivo è possibile. Ne siamo tutti addoloratissimi: come comunità esprimiamo commossa vicinanza alla famiglia e il nostro cordoglio.

La dinamica dei fatti che hanno portato al tragico incidente è stata già chiarita nei giorni scorsi dalle forze dell'ordine potentine:  sulla tangenziale nord di Potenza, strada che collega Piani del Mattino alla 658 Potenza Melfi a causare lo slittamento della vettura sarebbe stato il fondale ghiacciato del manto stradale. L’impatto è avvenuto tra un camioncino Iveco, una Lancia Y e una Fiat 16. Ed ha purtroppo causato la morte della madre e del figlio, che viaggiano assieme su quest'ultimo veicolo. La donna è deceduta sul colpo, mentre il 19enne poco dopo il ricovero in rianimazione. Per estrarre i corpi dalle lamiere dell’auto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Potenza, sul posto con una autopompa ed un fuori strada per un totale di cinque unità. Illesi i conducenti degli altri due mezzi.

La notizia dell'incidente ha creato sgomento e dolore in tutta la regione. "Ho avuto modo di conoscere ed apprezzare il lavoro svolto dalla dottoressa Pompea Allegretti, per anni punto di riferimento della comunità di Filiano – è stato il commento del presidente della Basilicata, Vito Bardi -. Per questo sono particolarmente addolorato per il gravissimo lutto a seguito del tragico incidente nel quale ha perso la vita anche il figlio Salvatore Raimondi. Alla famiglia i sensi del mio cordoglio per la scomparsa della madre e del figlio".