160 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Galleria Umberto, dopo gli spari tra la folla sarà chiusa di notte: telecamere e vigili entro Natale

Entro Natale la decisione della Soprintendenza e della Prefettura. Manfredi: “Chiuderemo due cancelli, ci saranno i vigili di notte. A breve la ripavimentazione”
A cura di Pierluigi Frattasi
160 CONDIVISIONI
Foto Antonio Pariante
Foto Antonio Pariante

"La Galleria Umberto I sarà chiusa parzialmente di notte. Ci sarà la presenza della Polizia Locale che avrà un punto fisso all'interno del complesso monumentale, dove si trova attualmente la Banca d'Italia, dove abbiamo acquisito dei locali. Abbiamo anche potenziato la videosorveglianza. A breve, inoltre, partiranno i lavori di ripavimentazione, entro l'inizio del 2024″. Il sindaco Gaetano Manfredi parla all'indomani dell'ultimo episodio avvenuto in Galleria Umberto I sabato sera, attorno alle 20,30, quando un ragazzino di 14 anni ha sparato all'impazzata con un revolver giocattolo, scatenando il panico tra le famiglie. Il giovane, che stava festeggiando il compleanno, è stato poi bloccato e denunciato dalla Polizia Locale. Sulla Galleria Umberto da tempo sono accesi i riflettori dell'amministrazione comunale. La giunta Manfredi ha preparato un progetto di riqualificazione che interviene su più fronti, dal restauro al potenziamento della sicurezza.

Galleria chiusa con i cancelli entro l'anno

Oggi, il sindaco in conferenza stampa per fare il punto sui 2 anni di mandato, ha ringraziato la Polizia Locale per l'intervento eseguito sabato sera, poi ha annunciato i provvedimenti che saranno presi a breve per migliorare la sicurezza. Contro il dilagare di baby gang e micro criminalità nel salotto buono della città, la Galleria Umberto sarà chiusa con due cancelli, uno su via Verdi, l'altro su Santa Brigida. In Prefettura è aperto un tavolo di confronto. La decisione della Soprintendenza è attesa entro la fine dell'anno.

Il sindaco: "Quel ragazzo doveva stare in comunità"

"Il ragazzino – ha sottolineato Manfredi – è stato fermato dalla nostra Polizia municipale. Il padre è appena uscito dalla galera e fa il parcheggiatore abusivo, la mamma non si sa dove stia, lui doveva stare in comunità, ma non era lì perché non era mai stato notificato l'intervento, inoltre fino al giorno prima non era imputabile perché aveva meno di 14 anni. Questo ci fa capire qual è la dimensione delle criticità che dobbiamo affrontare".

Premesso che la sicurezza non è un tema strettamente dipendente dal Comune, bensì dipende dal ministero dell'Interno, l'ex rettore della Federico II, tuttavia, ha annunciato che sarà potenziato il presidio del territorio. "Nell'ultima settimana sono stati fatti interventi di notte per gli sciami di motorini che girano in città. Sono intervenuti i Carabinieri e la Polizia, sono stati fatti servizi straordinari che continueranno. Abbiamo bisogno di più servizi e di più personale, noi metteremo più vigili e li stiamo assumendo ma è chiaro che il tema del presidio del territorio è un tema fondamentale".

Pariante: "Subito i lavori sui lucernari"

Per Antonio Pariante, del Comitato Portosalvo, “in attesa degli interventi promessi dal Comune di Napoli nella Galleria Umberto I, aumenta il degrado e la situazione strutturale peggiora sempre di più. Aumentano i lucernari spaccati. Tutto ciò alla faccia delle migliaia di turisti che da qualche tempo stanno a visitare la nostra città. Sarebbe quindi il caso di provvedere al restauro dei lucernari nel più breve tempo possibile e comunque prima delle festività natalizie per migliorare il decoro e l’accoglienza ai prossimi visitatori”.

160 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views