Sono 156 i nuovi positivi in Campania, a fronte di 4.310 tamponi analizzati. Numeri che portano il totale dei positivi a 10.659 casi su 548.330 tamponi analizzati da inizio pandemia. La Campania, dunque, si conferma tra le regioni dove il coronavirus "spinge" verso l'alto nelle ultime settimane. Di positivo c'è che non ci sono nuovi decessi, ma anzi ben 98 nuovi guariti. A saltare all'occhio, tuttavia, è il crollo dei tamponi analizzati: appena 4mila, che però hanno fatto venire fuori più di 150 nuovi casi.

Ieri in Campania, con 243 nuovi positivi, è stato registrato il più alto numero di contagi in una giornata in Italia. Di contro, sono diminuiti i tamponi analizzati: nella giornata di domenica (i dati si riferiscono sempre alla mezzanotte precedente) sono stati infatti processati soltanto 3.405 tamponi (sabato erano stati 7.632 e la domenica precedente 2.845, mentre domenica 6 settembre erano stati analizzati 4262 tamponi.

Negli ospedali campani risultano ricoverati in degenza ordinaria, con sintomi, 345 pazienti, altri 21 sono in Terapia Intensiva e in isolamento domiciliare fiduciario ci sono 4.531 persone. Complessivamente sono stati analizzati 544.020 tamponi. Con la riapertura delle scuole ormai alle porte (in Campania è fissata per il 24 settembre, anche se alcuni Comuni hanno deciso di far slittare la data al 28 settembre o al 1 ottobre) i contagi continuano a salire. Il numero registrato ieri, in particolare, è stato il più alto in Italia (segue il Lazio con 198 nuovi contagi e la Lombardia con 90). Nei primi 20 giorni di settembre in Campania sono stati registrati complessivamente 3.335 nuovi contagi, circa un terzo di quelli conteggiati dall'inizio dell'epidemia.

Coronavirus in Campania: guariti, decessi e positivi

  • Ricoverati con sintomi: 360 (+15)
  • Ricoverati in intensiva: 23 (+2)
  • In isolamento domiciliare: 4.572 (+41)
  • Attualmente positivi: 4.955 (+58)
  • Guariti: 5.247 (+98)
  • Deceduti: 457 (=)
  • Casi totali: 10.659 (+156)
  • Tamponi totali: 548.330 (+4.310)