2.248 CONDIVISIONI
Whirlpool chiude a Napoli, la rabbia degli operai
28 Ottobre 2020
10:28

Chiusura Whirlpool Napoli, gli operai bloccano l’Autostrada A1 per circa 2 ore

Ancora manifestazioni degli operai dello stabilimento Whirlpool di Napoli Est, che il 31 ottobre chiuderà i battenti. Questa mattina, una delegazione degli operai che a breve si ritroveranno senza lavoro è scesa in strada e ha bloccato un tratto dell’Autostrada A1 Napoli-Roma. Sono circa 1.400 le persone che rischiano di rimanere per strada quando lo stabilimento chiuderà i battenti. Dopo circa due ore, il corteo si è spostato in città, lasciando libera l’Autostrada.
A cura di Valerio Papadia
2.248 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Whirlpool chiude a Napoli, la rabbia degli operai

Protestano gli operai dello stabilimento Whirlpool di Napoli Est, che a breve, il 31 ottobre prossimo, chiuderà i battenti, lasciando tantissimi operai, e le loro famiglie, senza lavoro. Questa mattina, come era già accaduto in questo anno e mezzo in cui si è paventata la chiusura – poi purtroppo arrivata – una delegazione di operai che tra tre giorni si ritroverà senza lavoro ha bloccato un tratto dell'Autostrada A1 Napoli-Roma. "In questo istante, i lavoratori della Whirlpool stanno bloccando l'autostrada A1 Napoli-Roma. La multinazionale ha deciso di chiudere lo stabilimento il 31 ottobre lasciando per strada oltre 1400 famiglie tra lavoratori diretti e indotto. Il governo dia risposte concrete e non le solite dichiarazioni di circostanza. Lotteremo fino alla fine con i lavoratori e le lavoratrici per evitare questo massacro sociale" ha scritto su Facebook Aboubakar Soumahoro, noto sindacalista e attivista che da anni si batte per i diritti dei lavoratori.

Il corteo degli operai si sposta dopo circa due ore

Gli operai che questa mattina hanno bloccato l'Autostrada A1, dopo circa due ore, si sono spostati in città. La decisione è arrivata dopo che il Prefetto di Napoli ha annunciati ai lavoratori che, in un comunicato, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha richiesto un incontro con l'amministratore delegato di Whirlpool Corporation, Marc Bitzer. "Abbiamo ringraziato il prefetto per la sensibilità che ha avuto nei nostri confronti ci ha letto le lettere che ha inviato a Conte, Lamorgese e Patuanelli. Ci ha comunicato che oggi ci sarà un comunicato stampa del presidente del Consiglio in cui si annuncia un incontro con l'amministratore delegato della Whirlpool. Noi abbiamo risposto che va bene questo primo passaggio, sgomberiamo l'autostrada ma saremo in città a manifestare fin quando non arriva un messaggio certo" ha detto un rappresentante sindacale ai manifestanti.

Whirlpool Napoli cessa la produzione il 31 ottobre

È il maggio del 2019 quando l'azienda di elettrodomestici annuncia la volontà di chiudere lo stabilimento che sorge in via Argine, periferia orientale di Napoli. Da allora, si sono susseguite le proteste degli operai, intervallati dai tavoli tecnici tra i vertici dell'azienda, i sindacati e i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, orientati a trovare una diversa risoluzione alla faccenda. L'annuncio definitivo, che era già trapelato in questo anno e mezzo, è arrivato però pochi giorni fa: lo stabilimento Whirlpool di Napoli Est cesserà definitivamente la sua produzione il 31 ottobre.

(articolo aggiornato il 28 ottobre, alle ore 12.12)

2.248 CONDIVISIONI
È morto Giuseppe Borrelli, il "nonno Whirlpool". Ai lavoratori disse: "La fabbrica è nostra. Non mollate"
È morto Giuseppe Borrelli, il "nonno Whirlpool". Ai lavoratori disse: "La fabbrica è nostra. Non mollate"
Whirlpool Napoli, la rabbia degli operai: il Governo non si presenta al tavolo del Mise
Whirlpool Napoli, la rabbia degli operai: il Governo non si presenta al tavolo del Mise
Rabbia di sindacati e operai Whirlpool Napoli, al Mise non si presentano i ministri
Rabbia di sindacati e operai Whirlpool Napoli, al Mise non si presentano i ministri
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni