Con oltre 41mila voti Mario Casillo (Pd) è il candidato più votato in Campania alle elezioni regionali del 2020. Casillo, consigliere uscente originario di Boscoreale, candidato nella circoscrizione di Napoli, con 41.824 preferenze supera anche il risultato del 2015, quando raggiunse i 31.307 voti. Dietro du lui, al secondo posto un'altra democrat Loredana Raia, a 26.789 voti, seguita da Bruna Fiola, figlia del presidente della Camera di Commercio di Napoli Ciro, a quota 22.346. A Salerno si afferma come big dei voti Franco Picarone (Pd) con 18.165 voti, mentre a Caserta c'è Giovanni Zannini (De Luca Presidente) con 18.351. Tra i più votati anche l'ex parlamentare Pd Massimiliano Manfredi, fratello del ministro dell'Università Gaetano, a 18.802 voti. Nel M5S dopo la candidata alla presidenza Valeria Ciarambino, candidata a Napoli (17.128 preferenze), il più votato è Gennaro Saiello (6.043 voti). Mentre nel centrodestra il più votato è Giampiero Zinzi (Lega) a Caserta a 10.994 preferenze, seguito da Anna Rita Patriarca (Fi) a Napoli, a 11.080 voti, con 2846 sezioni scrutinate su 2895.

Ecco tutti i big dei voti a Napoli

Nella coalizione a sostegno di Vincenzo De Luca nella circoscrizione di Napoli, dietro Casillo, Raia, Fiola e Manfredi nel Pd la più votata è Enza Amato (15.306 voti), seguita da Gianluca Daniele (13.882), Antonio Marciano (11.629) e Nicola Marrazzo (10.490). La seconda lista della coalizione di De Luca è De Luca Presidente che porta a casa il 15,2% e ha in testa Lucia Fortini, assessore all'Istruzione uscente, con 10.298 voti, seguita da Vittoria Lettieri, figlia del sindaco di Acerra Raffaele, (10.215), Carmine Mocerino, ex presidente della commissione regionale antimafia (10.078), Paola Raia (9.750), Diego Venanzoni (8.785) e Antonio Tufano, ex Udc e consigliere comunale a Nola imprenditore della nocciola (8.418). Buon piazzamento per Italia Viva, terza lista della coalizione, col 6,74%, dove prevale Francesco Iovino, ex Fi e vicesindaco della città metropolitana di Napoli con 10.072 voti, seguito dal consigliere comunale di Napoli Gabriele Mundo (9.124 voti), di estrazione socialista, anche lui con un passato in Fi. Quindi Giovanni Pagano (8.844). In Campania libera si distinguono Giovanni Porcelli (12.004) e Tommaso Casillo (11.992), mentre l'ex Fi Flora Beneduce si ferma a 6.212. Con Fare Democratico si afferma Peppe Sommese, 26enne figlio dell'ex assessore regionale di Caldoro Pasquale di Ncd (5.363 voti). Mentre l'ambientalista Francesco Emilio Borrelli nella lista Europa Verde porta a casa 15.569 voti.

Nel M5S la più votata è Valeria Ciarambino (17.128 preferenze) a Napoli, seguita da Gennaro Saiello 6.043. Distanziati Maria Muscarà (3.706) e Luigi Cirillo (3.633). Nel centrodestra in FdI il più votato a Napoli è Michele Schiano di Visconti (8750) seguito dal consigliere comunale di Napoli Marco Nonno (7.106). In Fi Anna Rita Patriarca (11.080 voti), Franco Cascone (10.534) e Maria Grazia Di Scala (10.166). Nella Lega i più votati sono l'ex Ncd Severino Nappi (8.429 voti) e l'ex Fi Ciro Campana (6.702) capo degli steward del San Paolo.

A Salerno Pd primo partito, Picarone il più votato

A Salerno, dove il Pd è la prima lista della coalizione al 16,72%, distanziando la lista DeLuca Presidente al 10,20%, il più votato è Franco Picarone (18.165 voti) del Pd, seguito da Nino Savastano (15.016) e Nello Fiore (14.428) entrambi di Campania Libera, quindi il consigliere regionale uscente con delega ai Trasporti Luca Cascone (14.198) candidato con De Luca Presidente. In Italia Viva si distingue Tommaso Pellegrino con 9.041 voti. Buone performance per Simone Valiante (Pd) a 10.902 voti, Corrado Matera (Fare Democratico) a 10.838 voti. Nel centrodestra il più votato è Nunzio Carpentieri (FdI) a 8462 voti.

A Caserta Zinzi è il candidato più votato della Lega in Campania

A Caserta il candidato più votato è Giovanni Zannini (De Luca Presidente) con 18.351 voti, seguito dai Pd Gennaro Oliviero (15.041) e Stefano Graziano (14.554). La Lega di Salvini qui piazza il suo candidato con più preferenze: Giampiero Zinzi a quota 10.994.

Ad Avellino exploit Italia Viva: è al 12%

Ad Avellino exploit di Italia Viva, il partito di Matteo Renzi, al 12,17%, secondo partito, con Vincenzo Alaia candidato più votato a 15.069 voti. Il Pd è il partito maggiore con Maurizio Petracca che raccoglie 14.191 voti, seguito dalla presidente del consiglio regionale uscente, Rosetta D'Amelio, (9.653), originaria di Lione. Buon risultato per Livio Petito (Davvero-Partito Animalista) con 11.549 preferenze.

A Benevento, la lista di Mastella prima in città

Anche nel Sannio per le elezioni regionali vince la coalizione a sostegno del presidente Vincenzo De Luca che in provincia di Benevento ha totalizzato il 64,64 per cento delle preferenze. Segue la coalizione del centrodestra con il candidato Stefano Caldoro che nel Sannio si è fermato al 24,01 per cento. A seguire il Movimento Cinque Stelle con Valeria Ciarambino candidata a Palazzo Santa Lucia che ha ottenuto il 9,23 per cento. Primo partito nel Sannio e' stato il Pd, a seguire "Noi Campani" di Clemente Mastella, che è invece risultato primo partito nella città capoluogo sannita. I più votati sono Luigi Abbate di Noi Campani,, con 9.903 preferenze; Erasmo Mortaruolo (Pd) con 6.324 voti e il sindaco di Bucciano, Domenico Matera (Fratelli d'Italia) con 6.172 preferenze