Tragedia sul lavoro quest'oggi a Carinaro, nella provincia di Caserta, dove un operaio di 56 anni – B.M. le sue iniziali – è purtroppo deceduto. Stando a quanto si apprende, l'operaio stava tinteggiando il tetto di un capannone, quando è improvvisamente, per cause ancora in corso di accertamento, caduto dall'impalcatura sulla quale si trovava. Soccorso dai sanitari del 118, il 56enne è stato trasportato all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, dove è purtroppo deceduto poco dopo il suo arrivo a causa delle ferite riportate nel violento impatto con il suolo. L'uomo era originario di Cardito, nella provincia di Napoli. Sul luogo della tragedia sono arrivate le forze dell'ordine, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso per determinare l'esatta dinamica di quanto accaduto e accertare eventuali responsabilità. Come da prassi in questi casi, il corpo del 56enne verrà sottoposto ad autopsia.

Soltanto qualche giorno fa, nella notte tra il 16 e il 17 febbraio, un altro incidente sul lavoro ha posto tragicamente fine alla vita di un operaio di 54 anni, Gerardo Gramaglia. L'uomo, dipendente di Asia, azienda che si occupa della raccolta rifiuti a Napoli, è deceduto sul lavoro, in circostanze ancora da chiarire: il 54enne si stava occupando della raccolta rifiuti in via Mancini, a pochi passi dalla Stazione Centrale di Napoli, quando è rimasto vittima dell'incidente. L'azienda ha espresso in un comunicato cordoglio alla famiglia per la morte dell'operaio 54enne, così come il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che ha dichiarato: "Siamo vicini alla famiglia e non faremo mancare il nostro sostegno".