26 Novembre 2021
21:09

Appalti truccati a Benevento, sospeso il presidente della Provincia Antonio Di Maria

La decisione è arrivata dal prefetto di Benevento, Carlo Torlontano. Sospeso anche il sindaco di Buonalbergo, Michelantonio Panarese.
A cura di Valerio Papadia
Antonio Di Maria
Antonio Di Maria

Dopo l'inchiesta sugli appalti truccati a Benevento, Antonio Di Maria, presidente della Provincia – nonché sindaco di Santa Croce del Sannio – è stato sospeso da tutte le cariche elettive: la decisione è arrivata dal prefetto di Benevento, Carlo Torlontano. Sospeso dalle cariche elettive anche il sindaco di Buonalbergo, Michelantonio Panarese, anch'egli coinvolto nell'inchiesta. Sono otto, in totale, gli arrestati nell'ambito della inchiesta della Procura di Benevento e dei carabinieri: Di Maria, Panarese e gli altri indagati sono finiti tutti agli arresti domiciliari; le accuse, a vario titolo, sono quelle di corruzione aggravata, turbata libertà degli incanti, rivelazione di segreti di ufficio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

L'indagine partite da una mazzetta da mille euro

Le indagini della Procura di Benevento sono partite da una mazzetta da mille euro: l'episodio di tentata corruzione risale al 2019. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, il 25 febbraio di quell'anno, il 2019 appunto, una ingegnera dalla Provincia di Benevento aveva denunciato ai carabinieri che, tre giorni prima, aveva ricevuto una mazzetta da un collega, il sindaco di Buonalbergo Michelantonio Panarese, dopo essere stata convocata nel suo ufficio. Secondo il racconto dell'ingegnera, Panarese le aveva consegnato delle cartelline, dicendo si trattasse di materiale per "il progetto di Sant'Agata". Quando la donna aveva rovistato nel materiale, aveva trovato i mille euro e si era rivolta al segretario generale e, con lui, avevano deciso poi di rivolgersi ai militari dell'Arma, denunciando il tentativo di corruzione.

Senzatetto chiama i carabinieri: "Ho fame e freddo": salvato dai militari
Senzatetto chiama i carabinieri: "Ho fame e freddo": salvato dai militari
Terremoto tra Caserta e Benevento, tre scosse questa mattina: la più forte di magnitudo 2.4
Terremoto tra Caserta e Benevento, tre scosse questa mattina: la più forte di magnitudo 2.4
Covid, troppi contagi in città: il sindaco vieta anche le partite a carte nei bar
Covid, troppi contagi in città: il sindaco vieta anche le partite a carte nei bar
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni