453 CONDIVISIONI
24 Novembre 2021
9:13

Appalti truccati, tra gli 8 arrestati Di Maria, presidente della Provincia di Benevento

Appalti truccati nel Beneventano, 8 arrestati: tra loro il presidente della Provincia, Antonio Di Maria, e Michelantonio Panarese, sindaco di Buonalbergo.
A cura di Nico Falco
453 CONDIVISIONI
Antonio Di Maria
Antonio Di Maria

Ci sono anche Antonio Di Maria, dal 2018 presidente della Provincia di Benevento, e Michelantonio Panarese, di recente rieletto sindaco di Buonalbergo (Benevento), tra gli arrestati nell'ambito di una indagine della Procura di Benevento e dei carabinieri su 11 procedure pubbliche indette e gestite dalla Provincia di Benevento, da quella di Caserta e dal Comune di Buonalbergo. Complessivamente sono finite in manette 8 persone, tutte agli arresti domiciliari; per altri dieci soggetti è stato invece disposto il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione.

La misura eseguita oggi dai carabinieri riguarda imprenditori e professionisti, indagati a vario titolo per corruzione aggravata, turbata libertà degli incanti, rivelazione di segreti di ufficio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. Altri reati per i quali si procede sono tentativo di induzione indebita a dare o a promettere altre utilità, tentativo di concussione, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e falso ideologico. Insieme alle misure cautelari personali è inoltre partito il sequestro preventivo, anche per equivalente, per somme di denaro pari a complessivi 49.500 euro, corrispondenti al prezzo dei reati di corruzione fino ad ora accertati dagli inquirenti e per i quali si ritiene siano stati già acquisiti elementi in relazione alla effettiva consegna.

453 CONDIVISIONI
In fiamme l'auto di Maria Venditti, presidente del consiglio comunale di Telese (Benevento)
In fiamme l'auto di Maria Venditti, presidente del consiglio comunale di Telese (Benevento)
Blitz anticamorra all'alba di oggi: 25 arresti nel clan Mallardo
Blitz anticamorra all'alba di oggi: 25 arresti nel clan Mallardo
Sparò al figlio dopo una lite, condannato a 8 anni e 8 mesi per tentato omicidio
Sparò al figlio dopo una lite, condannato a 8 anni e 8 mesi per tentato omicidio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni