(Immagine di archivio)
in foto: (Immagine di archivio)

Tragedia nella mattinata di oggi, venerdì 7 maggio, a Sale Marasino, località in provincia di Brescia affacciata sul lago d'Iseo. Un uomo è morto annegato dopo essersi tuffato in acqua da un traghetto. L'episodio, stando a quanto riportato dall'Azienda regionale emergenza urgenza, è avvenuto attorno alle 7.30. La vittima, un uomo dall'apparente età di 60 anni, si trovava a bordo di un traghetto che percorre la tratta tra Sale Marasino e Montisola quando, per cause da accertare, è finito in acqua.

Il corpo recuperato dai vigili del fuoco: inutili i tentativi di rianimare l'uomo

Sull'episodio sono ancora in corso le indagini dei carabinieri della compagnia di Chiari, che questa mattina sono intervenuti sul luogo della tragedia assieme ai soccorritori del 118 di Sale Marasino e ai vigili del fuoco di Montisola. È toccato a questi ultimi recuperare il corpo dell'uomo, che non aveva con sé documenti. Una volta a riva il personale paramedico giunto a bordo di un'ambulanza e un'automedica ha provato invano a rianimarlo: alla fine ne è stato constatato il decesso.

Stando a una prima ricostruzione, l'uomo si sarebbe suicidato

Le indagini dei carabinieri puntano decise verso un'ipotesi: e cioè che l'uomo si sia suicidato, lanciandosi volontariamente dal traghetto. Questa, almeno, la prima ricostruzione della vicenda, che sembrerebbe avvalorata dal fatto che l'uomo non aveva con sé documenti o altri effetti personali. Naturalmente il prossimo passo per cercare di chiarire la vicenda sarà identificare la vittima e capire se avesse problemi a livello fisico o psicologico, o se avesse manifestato già in passato intenzioni suicide.