Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Ancora un incidente mortale in montagna in Lombardia. Una donna di 50 anni è morta dopo essere precipitata a Piateda, in provincia di Sondrio. La tragedia è avvenuta nella mattinata di ieri, domenica 20 settembre, attorno alle 10.30. Stando a quanto riporta l'Azienda regionale emergenza urgenza, il corpo della donna è stato ritrovato sul fondo di un burrone in località Le Corne, a Piateda alta. Sul posto è stato inviato un elicottero decollato da Sondrio, mentre in contemporanea è stato chiesto l'intervento dei vigili del fuoco e dei carabinieri di Sondrio. Purtroppo però, quando i soccorritori hanno raggiunto la donna, per lei non c'era ormai più niente da fare: era morta sul colpo a causa dei traumi riportati nella caduta.

La vittima potrebbe essere morta mentre cercava funghi

La donna era senza documenti e non è ancora stata comunicata la sua identità. Una delle ipotesi è che si trattasse di una cercatrice di funghi e che sia scivolata nel burrone mentre cercava i pregiati vegetali. Si tratta dell'ennesimo incidente mortale sui monti della Lombardia: da quando è iniziata la stagione dei funghi, alla fine di agosto, sono già sette le vittime morte mentre cercavano di raccoglierli. L'ultima vittima in ordine di tempo è stata Enrico Carenini, un pensionato di 71 anni scivolato venerdì in fondo a un dirupo per una decina di metri in un bosco del Lecchese, a Torre de' Busi. A dare l’allarme erano stati alcuni escursionisti, che avevano trovato il cadavere. Quando però erano arrivati i soccorsi per l’uomo non c’era ormai più niente da fare: un copione che si è purtroppo ripetuto, identico, anche per gli altri cercatori di funghi che hanno perso la vita.