413 CONDIVISIONI
Covid 19
20 Settembre 2021
16:39

Per Bertolaso è arrivato il momento di allentare l’uso delle mascherine: “Escluderei altra ondata”

Secondo Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia, la mascherina potrebbe essere una delle misure restrittive da rivedere e riorganizzare all’interno di una zona bianca prolungata nel tempo. Non suggerisce un’abolizione ma un ridimensionamento. Bertolaso ha poi aggiunto: “Escluderei una nuova ondata” ma se dovesse accadere “non saremo impreparati”.
A cura di Simona Buscaglia
413 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Non un'abolizione ma una "revisione" di alcune misure che "creano disagio", come ad esempio le mascherine. Questa in sintesi la posizione del coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia Guido Bertolaso, durante il suo intervento alla conferenza stampa dove sono stati illustrati gli step della terza dose sul territorio. "Credo che se i numeri continueranno ad essere così positivi e laddove una regione fosse in zona bianca da lungo tempo, certe misure, come le mascherine, potrebbero anche essere ridotte". "Questo non vuol dire che bisogna mollare la presa – ha poi spiegato -fino alla prossima primavera dobbiamo continuare ad essere prudenti. Se continueremo però ad essere così bravi, dall'anno prossimo potremo ricominciare ad avere una vita assolutamente normale". Al di là dei luoghi affolati, dove si dovrebbe comunque mantenere un livello più alto di attenzione per evitare la diffusione del virus, "l'utilizzo della mascherina potrebbe essere una delle misure da riconsiderare", ha affermato.

Bertolaso: Una nuova ondata? Lo escluderei

Il coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia ha poi spiegato che ritiene improbabile una nuova ondata di Covid-19 "ma se dovesse accadere, non ci troveranno impreparati". Bertolaso ha infatti spiegato che l'ipotesi di capacità media di somministrazione di vaccino contro il Covid nella fase appena cominciata della terza dose varia "da un minimo di 20 mila somministrazioni al giorno a un massimo di 65 mila". I luoghi di somministrazione saranno i centri vaccinali, gli ospedali, le Rsa, le farmacie e presosi medici di medicina generale.

413 CONDIVISIONI
27552 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni