225 CONDIVISIONI
16 Agosto 2021
21:20

Non rispetta le norme anti Covid: per un parrucchiere scatta una multa da 80mila euro

Un parrucchiere di Cabiate, in provincia di Como, è stato denunciato e sanzionato per 80mila euro per non aver rispettato le nome anti contagio. Così oltre alla maxi multa, il proprietario è stato costretto a chiudere per cinque giorni. Tre le altre cose il titolare ha omesso la nomina di un medico competente e la verifica di idoneità al lavoro dei dipendenti.
A cura di Giorgia Venturini
225 CONDIVISIONI

Ammonta a 80mila euro la super multa che ha ricevuto un negozio di parrucchiera di Cabiate, in provincia di Como. I carabinieri di Mariano Comense hanno sanzionato il proprietario per non aver rispettato le norme anti contagio. Stando a quanto precisato dagli stessi militari e come riporta anche il Corriere della Sera, nei confronti del titolare ci sono "molteplici violazioni legate all’omissione di informazioni sui rischi anti-contagio e sul comportamento da mantenere al personale impiegato nonché ai clienti, sulle modalità di accesso, le precauzioni igieniche personali, il distanziamento, la misurazione della temperatura al personale impiegato non essendo presente apposito registro aggiornato e l’omissione di idonea cartellonistica informativa".

Proprietario costretto a chiudere per 5 giorni

Così oltre alla maxi multa, il proprietario è stato costretto a chiudere per cinque giorni. Il titolare infatti è stato denunciato per aver violato le norme previste in materia di salute e sicurezza sul lavoro durante il periodo pandemico. Nel dettaglio il parrucchiere ha omesso la nomina di un medico competente, la verifica di idoneità al lavoro dei dipendenti. E ancora: non sono stati effettuati anche corsi  di formazione, di primo soccorso e di antincendio. Alla fine così la multa ha raggiunto in totale 81.261 euro con tanto di chiusura prevista di 5 giorni.

Chiusa anche una discoteca di Chiari

Altro paese altre sanzioni. A Ferragosto una centinaia di persone sono state sorprese in una discoteca di Chiari, comune in provincia di Brescia, mentre erano intente a ballare. Il gestore aveva organizzato un evento pur essendo consapevole di violare le disposizioni previste in materia di Covid. Per questo motivo, il locale è stato chiuso per cinque giorni e il titolare è stato multato. Adesso dovrà infatti pagare un conto salatissimo.

225 CONDIVISIONI
Prende a pugni la professoressa che le ha sospeso la figlia: madre condannata a una multa da mille euro
Prende a pugni la professoressa che le ha sospeso la figlia: madre condannata a una multa da mille euro
Tanto alcol e nessun green pass alla festa con 250 minori: scatta la multa e la chiusura del locale
Tanto alcol e nessun green pass alla festa con 250 minori: scatta la multa e la chiusura del locale
Terza dose vaccino anti-Covid: in Lombardia la media giornaliera è di 37mila prenotazioni, 60mila ieri
Terza dose vaccino anti-Covid: in Lombardia la media giornaliera è di 37mila prenotazioni, 60mila ieri
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni