Il chilo di eroina sequestrato al presunto pusher arrestato (Fonte: polizia)
in foto: Il chilo di eroina sequestrato al presunto pusher arrestato (Fonte: polizia)

Ha visto gli agenti e ha subito accelerato il passo dando poi vita a un folle inseguimento con i poliziotti lungo i binari della metro. La polizia di Milano è poi riuscita ad arrestare un cittadino di 36 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'arresto è avvenuto ieri, lunedì 19 ottobre in via Cassinis. L'uomo avrebbe tentato una fuga, dopo aver nascosto la droga, tra i binari della fermata della metropolitana Porto di Mare, sulla linea gialla, dove poi è stato bloccato dalle forze dell'ordine.

Scavalca i tornelli, nasconde un sacchetto dietro a un pilastro e scappa sui binari

L'uomo ha iniziato l'inseguimento perché probabilmente era in possesso di due panetti di eroina dal peso di un chilo. Preso dal panico, appena ha visto la volante della polizia avrebbe infatti iniziato a camminare più veloce. Avrebbe poi raggiunto la fermata della metropolitana M3 Porto di Mare e avrebbe iniziato a correre scendendo le scale nel mezzanino. Nella corsa – come si legge dal comunicato della polizia – avrebbe deciso poi di scavalcare i tornelli della metropolitana, nascondere un sacchetto dietro a un pilastro – che conteneva la droga – e poi iniziare a scappare sui binari. I poliziotti sono riusciti a fermarlo e riportarlo sulla banchina dove poi lo hanno arrestato con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Le forze dell'ordine hanno poi recuperato il sacchetto che il 36enne avrebbe nascosto trovando e sequestrando due panetti di eroina dal peso di poco più di un chilo. Dalle indagini è poi emerso che l'uomo aveva numerosi precedenti di polizia in materia di stupefacenti e anche un divieto di dimora nel comune di Milano.