11 Giugno 2022
22:28

Ipotesi omicidio-suicidio per la morte di Franco Deidda e Daniela Randazzo a Vanzaghello (Milano)

Omicidio-suicidio a Vanzaghello (Milano): Daniela Randazzo avrebbe ucciso Franco Deidda e si sarebbe sparata, per poi cadere dal terrazzo.
A cura di Nico Falco
Franco Deidda e il palazzo dove sono stati rinvenuti i corpi, a Vanzaghello
Franco Deidda e il palazzo dove sono stati rinvenuti i corpi, a Vanzaghello

Daniela Randazzo, 57enne di Busto Arsizio, avrebbe afferrato una delle pistole presenti in casa e avrebbe sparato alla testa a Franco Deidda, 62enne di Genova, per poi andare sul terrazzo, rivolgere l'arma contro se stessa e premere di nuovo il grilletto, e dopo il colpo sarebbe precipitata con l'arma ancora in mano. Indagini ancora in corso, ma sembra questa l'ipotesi più accreditata dietro il ritrovamento dei due cadaveri oggi pomeriggio a Vanzaghello, in provincia di Milano, al confine tra Lombardia e Piemonte; gli inquirenti stanno in queste ore ricostruendo la dinamica, anche ascoltando diversi testimoni, ma la pista più accreditata allo stato attuale è quella dell'omicidio suicidio, i cui motivi restano da decifrare.

Coppia senza vita nel Milanese, ipotesi omicidio-suicidio

La prima chiamata ai carabinieri è arrivata intorno alle 15: un residente di via Arno ha segnalato l'esplosione di alcuni colpi d'arma da fuoco provenienti da un appartamento della stessa strada. Subito dopo, una seconda telefonata al 112: nel cortile c'era il corpo esanime di una donna. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 e i carabinieri della Compagnia di Legnano, che hanno individuato il terrazzino da cui era probabilmente caduta la 57enne: era la casa di Franco Deidda, che si era trasferito a Vanzaghello circa un anno fa, dopo la fine del suo matrimonio. Nell'appartamento, i militari hanno trovato il corpo senza vita del 62enne, col foro di pistola sulla tempia.

Deidda e la Randazzo, stando alle prime risultanze, non vivevano insieme e la natura del loro rapporto è un altro aspetto al centro delle indagini. L'ipotesi del doppio suicidio, pure presa in considerazione nelle prime fasi, è diventata col passare delle ore più debole: per gli inquirenti si sarebbe trattato di un omicidio suicidio, e a confermare questa tesi sarebbe anche il ritrovamento dell'arma, un revolver, che era a terra accanto al corpo della Randazzo. La pistola era di Deidda, istruttore di tiro, che la deteneva legalmente insieme ad altre armi.

Scoperto il piromane di Bande Nere a Milano: durante l'arresto ha tentato il suicidio
Scoperto il piromane di Bande Nere a Milano: durante l'arresto ha tentato il suicidio
La storia dell'omicidio di Lavdije Kruja detta Dea, dalla scomparsa alla condanna di Franco Vignati
La storia dell'omicidio di Lavdije Kruja detta Dea, dalla scomparsa alla condanna di Franco Vignati
Processo Mollicone: tutti assolti. I Mottola si abbracciano in aula dopo la sentenza
Processo Mollicone: tutti assolti. I Mottola si abbracciano in aula dopo la sentenza
347.694 di Simona Berterame
Precipita per 200 metri sull'Adamello davanti agli occhi del fratello, Ilaria Magli morta a 31 anni
Precipita per 200 metri sull'Adamello davanti agli occhi del fratello, Ilaria Magli morta a 31 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni