A partire da oggi, mercoledì 3 marzo, in Lombardia sono molti i Comuni che si tingono di arancione rafforzato. Con l'istituzione delle nuove zone, all'interno della regione per il momento solo arancione, aumentano le restrizioni. In altri paesi, invece, le restrizioni sono state confermate, in attesa di dati riguardanti la diffusione del contagio più soddisfacenti che configurino una maggiore sicurezza per i cittadini. Da domani, invece, scompariranno momentaneamente anche le zone rosse, riguardanti ad oggi i Comuni di Bollate (Milano), Mede (Pavia) e Viggiù (Varese): questi tre Comuni passeranno a loro volta in zona arancione rafforzato.

L'elenco dei Comuni in arancione rafforzato

Ecco di seguito tutti i Comuni che da oggi sono in arancione rafforzato:

Tutta la provincia di Como

Tutta la provincia di Brescia

Provincia di Milano: Motta Visconti, Besate, Binasco, Truccazzano, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Vignate, Rodano, Casarile.

Provincia di Bergamo: Sarnico, Gandosso, Viadanica, Predore, Adrara San Martino, Villongo, Castelli di Calepio, Credaro.

Provincia di Cremona: Cremona città, Spinadesco, Castelverde, Pozzaglio ed Uniti, Corte dei Frati, Corte de’ Cortesi con Cignone, Spineda, Bordolano, Soncino e Olmeneta.

Provincia di Mantova: Viadana, Pomponesco, Gazzuolo, Commessaggio, Dosolo, Suzzara, Gonzaga, Pegognaga, Moglia, Quistello, San Giacomo delle Segnate, San Benedetto Po, Asola, Castelgoffredo, Casaloldo, Medole, Casalmoro, Castiglione delle Stiviere.

Provincia di Pavia: Casorate Primo, Trovo, Trivolzio, Rognano, Giussago, Zeccone, Siziano, Battuda, Bereguardo, Borgarello, Zerbolò, Vidigulfo.

Come cambiano le regole per spostamenti e negozi

In tutti i Comuni sopracitati,  è consentito uscire dalla propria abitazione pur restando all'interno del proprio Comune. I negozi restano aperti ma vengono chiuse tutte le scuole: le lezioni si svolgono sono con la didattica a distanza e non è possibile spostarsi in direzione delle seconde case. Restano chiusi anche bar e ristoranti.