Vergognoso quanto grave gesto di un uomo che nella mattinata di oggi, martedì 19 gennaio, ha staccato a morsi la falange di un dito di un agente della polizia locale. La pattuglia che lo ha fermato stava adoperando un normale controllo stradale a Cremona, ma quando i vigili gli hanno chiesto i documenti l'uomo, un camionista greco, ha avuto una reazione tanto inaspettata quanto violenta.

La ricostruzione dell'accaduto

Dapprima ha cercato di colpire l'agente e poi gli ha afferrato il dito e gliel'ha morsicato così forte da staccargliene un pezzo, provocando una perdita di sangue non indifferente. Immediatamente sono scattati i soccorsi, con l'Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia che ha inviato sul posto un'ambulanza. Gli operatori sanitari del 118 hanno medicato l'agente sul posto prima di trasferirlo al pronto soccorso dell'ospedale di Cremona dove è stato preso in carico dai medici. Al momento il vigile risulta essere sotto osservazione. Inevitabili, invece, per il camionista, le manette. L'uomo è stato arrestato dopo essere stato calmato dall'intervento del collega del vigili ferito.

Vigilante sequestrato in Duomo, aggressore incapace di intendere e volere

Nel frattempo, un'altra pagina nera relativa alle aggressioni alle forze dell'ordine, si arricchisce di un nuovo capitolo. Ieri la perizia voluta dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Milano che indaga sul sequestro di persona avvenuto lo scorso agosto nel Duomo di Milano da parte di un ragazzo di 26 anni, ha stabilito che l'aggressore non è capace di intendere e di volere. Se dovesse essere assolto per infermità mentale, dovrà trasferirsi in una Rems dove già da ora potrebbe stare in attesa del processo.