La carica è "assessora alle Politiche sociali", i gesti sembrano andare nella direzione opposta. Perché Angela Corengia, assessora di Como, si è permessa di buttare in strada la coperta utilizzata da un senzatetto per riscaldarsi. Così, all'improvviso e senza un'apparente valida ragione.

Sdegno per il comportamento della Corengia

Immortalata in un video, che sta giustamente sollevando diverse polemiche, l'assessora si avvicina ad un ragazzo che sta dormendo sotto i portici di San Francesco. Dopo avergli detto qualcosa, gli prende la coperta e gliela getta in mezzo alla strada. Stesso modus operandi per un secondo uomo che stava riposando pochi passi più in là. Nelle intenzioni della Corengia, pare, non è sicuro, vi fosse l'obiettivo di consentire una migliore igienizzazione dei portici che dovevano essere sanificati. Non è dato sapersi se dopo le coperte abbia gettato in strada anche le persone.

L'assessora alle Politiche sociali è poco sociale

Comunque, gli attivisti hanno denunciato il fattaccio, riportando esattamente il comportamento poco sociale dell'assessora alle Politiche sociali: "Angela Corengia si è resa protagonista dell'ennesimo episodio che vede chi dovrebbe lavorare per l'inclusione sociale comportarsi in modo brutale ed insensato con le persone che dimorano in strada". Tutto ciò, continuano gli attivisti, "non è tollerabile, tanto meno se questa persona è l'assessora alle politiche sociali: un giorno dà l'elemosina, il giorno dopo strappa le coperte per svegliare chi ha passato la notte sotto un portico, incurante anche del fatto che ormai non ci siano più trenta gradi". Forse dal caldo del suo giubbino non se ne era accorta…