(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Avrebbe potuto scegliere di andare nei boschi o cercare un luogo appartato, ma invece ha preferito rimanere lungo la strada e fare lì la pipì. Questa decisione è però costata cara a un pensionato di 70 anni: dovrà infatti pagare una multa di 3.300 euro. Il fatto è successo lungo la strada di Mezzo a Cirimido, nel Comasco. L'uomo, probabilmente pensando di non essere visto da nessuno, ha deciso di sostare lì e fare i suoi bisogni. Purtroppo per lui è stato notato dagli agenti della polizia locale, che lo hanno fermato e sanzionato quindi per atti osceni in luogo pubblico. 

La giustificazione del 70enne: Non potevo aspettare un attimo di più

"Non potevo aspettare un attimo di più": sarebbe questa la giustificazione che il 70enne avrebbe dato ai vigili che lo hanno sorpreso mentre stavano svolgendo dei normali controlli quotidiani per evitare l'abbandono di rifiuti e disincentivare la prostituzione. Nonostante le sue spiegazioni, gli agenti lo hanno comunque multato per atti osceni in luogo pubblico.

Il pensionato avrebbe potuto allontanarsi dalla strada e andare nei boschi vicini

Secondo quanto riportato dalla Provincia di Como, il commissario capo del comando intercomunale "Bassa piana comasca" Alessandro Casale sostiene che se l'anziano avesse percorso soltanto dieci o venti metri in più sarebbe potuto entrare tranquillamente nel bosco vicino e allontanarsi dalla strada di Mezzo. Invece, scegliendo di rimanere dove è stato poi sorpreso, ha portato a casa un conto salatissimo: 3.300 euro di multa.

Era andata peggio un 23enne di origine tedesca, sorpreso ad urinare contro un muro in pieno centro a Bologna, tra l'altro vicino a un commissariato di polizia. In quel caso la sanzione era stata di 5mila euro.