Fare pipì in strada può costare carissimo. Lo sa bene un 23enne di origine tedesca sorpreso ad urinare contro un muro in pieno centro a Bologna, tra l'altro vicino a un commissariato di polizia: sorpreso questa notte in via dei Coltellini dagli agenti della volante che stavano rientrando alla caserma Due Torri-San Francesco di via del Pratello, è stato multato per 5mila euro.

I fatti in centro a Bologna

Tutto è avvenuto intorno a mezzanotte e mezza, quando il ragazzo si è fermato in via de’ Coltellini, la stradina che unisce il Pratello con via San Felice. Il bisogno impellente lo ha portato ad abbassarsi i pantaloni e fare pipì contro il muro. Per sua sfortuna, proprio in quel momento è transitata una pattuglia di rientro in sede. Gli agenti hanno invitato il 23enne a rivestirsi e lo hanno sanzionato.

Pipì in strada. Cosa prevede la legge

Il reato, atti contrari alla pubblica decenza, è stato depenalizzato e ora viene infatti punito con una sanzione amministrativa che può arrivare anche fino a diecimila euro. Se pagata entro sessanta giorni, l’importo della multa viene ridotto a 3.333 euro.

I precedenti

Ad agosto un 23enne bolognese era stato sorpreso a urinare vicino alla caserma dei Carabinieri di Monzuno: multato per 3.300 euro. Agli inizi di luglio, stessa sorte per un 22enne francese sorpreso da una volante mentre urinava contro un palazzo di storico di via San Vitale