17 Gennaio 2022
10:15

Brescia, 16enne sfida i bulli per difendere un’amica ma viene pestato: si salva nascondendosi in chiesa

Un ragazzino di 16 anni è stato pestato da un “branco” di bulli perché aveva preso le difesa di una sua amica. Il 16enne è riuscito a scappare poi dalla violenza degli aggressori trovando riparo in una chiesa.
A cura di Giorgia Venturini
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Pomeriggio da dimenticare per un ragazzino di 16 anni. Il giovane ha deciso di sfidare il "branco" di bulli che ha insultato una sua amica poco prima. Ad avere la peggio è stato però il 16enne: è stato aggredito ed è riuscito a scappare dai suoi aggressori solo rifugiandosi nella sagrestia della chiesa. Una volta soccorso per lui è stato necessario il trasporto in ospedale a causa delle ferite riportate.

A chiamare le forze dell'ordine è stato il sacerdote

Stando alle informazioni riportate su Brescia Today, i fatti sono accaduti sabato pomeriggio attorno alle 18 in zona della piazzetta Bruno Boni a Brescia. Qui il ragazzino è stato accerchiato dai bulli, gli stessi che poco prima avevano fatto i prepotenti con l'amica. Il 16enne si era presentato da solo ed è subito stato aggredito dal "branco" di ragazzi. Fino a quando non è riuscito a scappare e a trovare rifugio all'interno della chiesa di San Lorenzo: qui avrebbe chiesto aiuto al sacerdote che ha immediatamente chiamato le forze dell'ordine. Sul posto si sono precipitati anche i sanitari del 118 che hanno medicato il giovane prima di trasportarlo in ospedale: il 16enne ha riportato un leggero trauma cranico dopo poche ore è stato subito dimesso, non sarebbe in gravi condizioni. Intanto gli agenti di polizia si sono messi sulle tracce degli aggressori: questi sono stati identificati e ora sono a disposizione delle autorità giudiziarie per individuare eventuali responsabilità. Fondamentali saranno le telecamere di video-sorveglianza della zona per risalire all'identità di tutti gli aggressori, che al momento risultano tutti coetanei della vittima.

Una lite alla stazione di Brescia finisce a bottigliate: 30enne al pronto soccorso con ferite alla testa
Una lite alla stazione di Brescia finisce a bottigliate: 30enne al pronto soccorso con ferite alla testa
Si avvicina a un decespugliatore in funzione, bambino di due anni ferito gravemente alle gambe
Si avvicina a un decespugliatore in funzione, bambino di due anni ferito gravemente alle gambe
Rimane incastrato in un macchinario: morto un operaio di un'azienda agricola nel bresciano
Rimane incastrato in un macchinario: morto un operaio di un'azienda agricola nel bresciano
Tornano operativi i siti di Linate e Malpensa dopo l'attacco hacker russo: cosa è successo
Tornano operativi i siti di Linate e Malpensa dopo l'attacco hacker russo: cosa è successo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni