Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Tragedia nella mattinata di ieri, domenica 13 settembre, ad Aprica, rinomata località della Valtellina, in provincia di Sondrio. Un uomo di 74 anni è stato trovato morto ai piedi di un dirupo. La vittima è un cercatore di funghi originario di Colico e residente a Merate, in provincia di Lecco. Stando a quanto ricostruito, sarebbe scivolato probabilmente dopo aver messo un piede in fallo mentre cercava i prelibati vegetali: la caduta nel dirupo gli è stata fatale e l'uomo è morto sul colpo.

La segnalazione all'Azienda regionale emergenza urgenza è avvenuta attorno alle 10.30: la centrale di soccorso ha mobilitato un elicottero decollato da Sondrio, oltre ai carabinieri e a una squadra della VII delegazione del soccorso alpino della Valtellina e della Valchiavenna. Purtroppo, quando i soccorritori hanno trovato il corpo dell'uomo ai piedi del dirupo, per il 74enne era ormai già troppo tardi: l'uomo era già morto. Non è ancora chiaro se la vittima possa aver avuto un malore, o se la caduta sia stata provocata da una disattenzione. Il corpo del 74enne è stato recuperato non senza difficoltà a causa della zona impervia in cui si trovava.

È il quarto cercatore di funghi morto dall'inizio della stagione

Si tratta del quarto cercatore di funghi morto dall'inizio della stagione. A fine agosto, tra il 25 e il 31, altre due persone avevano perso la vita in Valtellina. In entrambi i casi si trattava di anziani che si erano avventurati per cercare funghi, come erano soliti fare. Anche nel caso del 74enne si trattava, a quanto pare, di un cercatore esperto: è uscito da solo all'alba, ma un piccolo passo falso gli è stato fatale, a dimostrazione della particolare attenzione che si deve sempre prestare quando ci si avventura in montagna, anche in condizioni di bel tempo come ieri.