Un cercatore di funghi di 56 anni è morto questo pomeriggio sulle montagne della provincia di Lecco. L'incidente si è verificato nella zona della Valle dei Forni, sopra Premana (Lecco). L'uomo è caduto in un burrone ed è morto sul colpo. Vano l'intervento dei volontari del Soccorso alpino, intervenuti con i vigili del fuoco. I soccorritori hanno recuperato la salma, poi riportata a valle.

Incidenti in montagna, morto un 49enne in Valtellina

Un altro cercatore di funghi è rimasto vittima di un incidente analogo ed è morto dopo essere scivolato in un dirupo in Valtellina. L'uomo deceduto aveva 49 anni e viveva nel piccolo comune di Forcola, in provincia di Sondrio. Era uscito in cerca di funghi porcini: aveva raggiunto l'imbocco della Valtartano accompagnato in auto dal figlio. Quindi ha fatto una passeggiata, durata alcune ore, e durante la quale ha contattato i suoi famigliari più di una volta. Quando ha smesso di rispondere è scattato l'allarme. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118 e i volontari del Sagf – il Soccorso alpino Guardia di finanza – insieme con i vigili del fuoco: il corpo dell'uomo è stato rinvenuto poco dopo ma purtroppo per lui non c'era ormai più nulla da fare.

Sei morti in montagna per la raccolta dei funghi

Con i due incidente odierni sono sei le vittime dall’inizio della stagione di raccolta dei funghi e della quattro in soli tre giorni: un uomo di 74 anni è morto nella mattinata di domenica 13 settembre ad Aprica, in Valtellina. Era uscito da solo all'alba per cercare funghi ma, per cause da accertare, è precipitato in un dirupo. Mentre lunedì mattina il corpo senza vita di Caterina Pezzini è stato trovato a Ciani in Valgerola, nel comune di Rasura, in provincia di Sondrio. La donna, residente a Milano, si era allontanata da sola nel bosco.