07 Marzo 22:51 In Italia somministrati 5,4 milioni di vaccini: l’82% di quelli consegnati

Sono 5.403.468 i vaccini finora somministrati in Italia, stando ai dati del ministero della Salute aggiornati alle ore 19:30 del 7 marzo. Le persone vaccinate, ovvero quelle che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose, sono 1.649.883. Le dosi finora consegnate in Italia sono state poco più di 6,5 milioni: l’82,6% di queste dosi è stata somministrata. Ma con grandi differenze tra le diverse Regioni: la Valle d’Aosta, la provincia di Bolzano, la Campania, la Toscana e la Puglia hanno inoculato più del 90% delle dosi, mentre Calabria e Sardegna sono al di sotto del 70%.

07 Marzo 22:24 Salvini: “Spero no nuovo lockdown, stiamo correndo per piano vaccinale serio”

Matteo Salvini, leader della Lega, si augura che non ci sia un nuovo lockdown: “Andiamo verso il lockdown? Spero proprio di no. Stiamo correndo per un piano vaccinale serio, non all’Arcuri con primule e sprechi, perché prima la salute degli italiani viene garantita e prima torniamo alla vita normale”. Per quanto riguarda i vaccini, per Salvini “la salute degli italiani viene prima di tutto”. “La nostra proposta – prosegue il leader della Lega a Live non è la D’Urso – è iniziare subito a produrre vaccini in Italia, perché quando si ripeterà in futuro un’emergenza di questo tipo non dobbiamo dipendere dalle multinazionali delle altre parti del mondo o dai ritardi dell’Ue. La mia proposta agli altri membri del governo è rivolgersi a tutti i Paesi del mondo per fare in fretta”.

07 Marzo 22:11 Locatelli: “Meno restrizioni a Pasqua? Con questa curva contagi priorità è responsabilità”

Il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, a Che tempo che fa, su Rai 3, risponde a chi gli chiede se ci possa essere un allentamento delle misure a Pasqua: “In questa fase in cui c'è ancora una curva del contagio così importante, credo che tutti dobbiamo dare priorità a quella che è una responsabilità nei comportamenti individuali e nel mantenimento del distanziamento”. Poi Locatelli rassicura gli italiani sui vaccini anti-Covid e, in particolare, su quello di AstraZeneca: “Il profilo di sicurezza di tutti e tre i vaccini è assolutamente ottimale. Il vaccino di AstraZeneca è significativamente utile, non ci deve essere alcuna diffidenza”. Infine, sui vaccini finora somministrati, Locatelli conclude: “Di fatto dopo la Germania, insieme alla Francia, siamo il Paese che ha fatto più vaccinazioni. Abbiamo impiegato a oggi l'82% delle dosi che abbiamo ricevuto, con quello di Pfizer siamo arrivati al 99%”.

07 Marzo 21:29 Salvini: “Dopo aver sconfitto il virus servirà commissione d’inchiesta su colpe e malafede Cina”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta le accuse rivolte ad alcuni politici tedeschi di aver incassato soldi dalla Cina per una commessa di mascherine: “La priorità è sconfiggere il Covid, ma subito dopo sarà necessaria una commissione d'inchiesta internazionale per svelare e punire le colpe, le bugie, gli errori, i ritardi e la malafede del regime cinese”.

07 Marzo 21:11 Dl sostegno, verso rifinanziamento per reddito di cittadinanza e proroga per reddito d’emergenza

Il decreto Sostegno potrebbe contenere al suo interno uno stanziamento di un milione di euro per ri-finanziare il reddito di cittadinanza e anche una proroga del reddito d'emergenza, misura introdotta per l'emergenza Coronavirus.

07 Marzo 20:10 Scuole chiuse da Nord a Sud: da domani 6 milioni di studenti a lezione da casa

Sempre più scuole chiuse in tutta Italia. Gli studenti dovranno ricorrere alla didattica a distanza nelle zone rosse e anche in quelle arancione rafforzato, ma non solo: a questi territori si aggiungono quelli in cui alcuni presidenti di Regione o i sindaci hanno deciso di chiudere gli istituti. Da lunedì 8 marzo saranno circa 6 milioni gli studenti che resteranno a casa in tutta Italia. Le scuole resteranno chiuse nelle regioni rosse (Campania, Molise e Basilicata), ma anche in Lombardia e in buona parte del Piemonte. Chiusura anche in Abruzzo e Puglia, così come in Calabria per due settimane. Lezioni sospese anche in alcune province delle Marche e in tanti altri territori da Nord a Sud.

07 Marzo 19:18 Di Maio annuncia: “Inevitabili misure più rigide, subito gli interventi economici”

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, con un post su Facebook sottolinea come l’emergenza pandemica sia tutt’altro che superata, con un numero di contagi ancora troppo elevato. “Con questi numeri servono misure più rigide, come sta chiedendo anche il comitato tecnico scientifico”, spiega Di Maio. Che continua: “Questo vuol dire anche che come governo dobbiamo subito individuare e mettere in campo gli interventi economici per compensare gli effetti delle nuove restrizioni. Velocità e decisione sono fondamentali. Purtroppo, come stiamo vedendo anche in questa nuova fase politica, non ci sono alternative a misure più rigide, perché se è vero che ci siamo abituati alla convivenza con il virus, è altrettanto vero che questa ondata è provocata da nuove varianti che stanno preoccupando tutta Europa e vanno contenute. Ed è per questo che non possiamo abbassare la guardia o lasciarci distrarre da questioni secondarie”. Il ministro degli Esteri conclude: “Nessuno può permettersi di scegliere: la strada da seguire è già tracciata ed è obbligatoria. Rimaniamo uniti, lo dobbiamo alla nostra Nazione”.

07 Marzo 18:14 Il bollettino del 7 marzo: 207 morti e 20.765 nuovi casi, il tasso di positività sale al 7,6%

Nelle ultime 24 ore sono 20.765 i nuovi casi di Coronavirus in Italia, con un dato in leggera decrescita rispetto ai quasi 24mila di ieri. Ma scende anche il numero dei test effettuati, tra tamponi molecolari e antigenici, per un totale di 271.336. Il tasso di positività, quindi, sale dal 6,6% di ieri al 7,6% registrato oggi. Il totale dei decessi in Italia sale a quota 99.785, con 207 morti registrati nelle ultime 24 ore. La Regione in cui si registrano più casi giornalieri è la Lombardia (+4.397), seguita da Emilia-Romagna e Campania. Sono questi i dati che emergono dal bollettino quotidiano sull'emergenza Coronavirus rilasciato dal ministero della Salute.

07 Marzo 17:56 Calano i contagi nel Regno Unito: -31% in una settimana. Oltre 22 milioni di vaccini già somministrati

Nel Regno Unito sono stati registrati 5.177 nuovi casi di contagio da coronavirus, rispetto ai 6.035 di domenica scorsa. nel raffronto settimana su settimana, il calo è del 31,3%. Il dato odierno è il più baso dalla fine dello scorso settembre. Il totale dei contagi accertati dall'inizio della pandemia è attualmente di 4.218.520. In calo anche i ricoveri, che sono stati 707 nelle ultime 24 ore, con una diminuzione del 29,6% nel raffronto tra gli ultimi sette giorni e la settimana precedente. Non sono ancora disponibili i dati dei decessi, a causa di ritardi nei dati relativi all'Inghilterra. Procede la campagna vaccinale, che vede ora vaccinate con la prima dose 22.213.112 persone, di cui 1.122.402 vaccinate anche con la seconda d

07 Marzo 17:43 In Piemonte 1543 casi e 9 decessi. In Liguria 384 nuovi contagi, in Friuli Venezia Giulia 276

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.543 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 125 dopo test antigenico), pari al 10,10% dei 15.359 tamponi eseguiti, di cui 7.113 antigenici. Dei 1.543 nuovi casi, gli asintomatici sono 546 (35,4%). I casi sono così ripartiti: 233 screening, 817 contatti di caso, 493 con indagine in corso; per ambito: 20 RSA/strutture socio-assistenziali, 147 scolastico, 1376 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 263.249 così suddivisi su base provinciale: 22.597 Alessandria, 13.203 Asti, 8.797 Biella, 35.660 Cuneo, 20.271 Novara, 139.656 Torino, 9.850 Vercelli, 9.905 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.248 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.062 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 202 (+ 10 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.316 (+ 53 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 19.774. I tamponi diagnostici finora processati sono 3.154.928 (+ 15.359 rispetto a ieri), di cui 1.203.523 risultati negativi Sono 9 invece i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1 oggi(si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale è ora di 9.495 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.424 Alessandria, 604 Asti, 384 Biella, 1.120 Cuneo, 789 Novara, 4.338 Torino, 431 Vercelli, 319 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 86 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Sono 384 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di 4.460 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 1.623 tamponi antigenici rapidi.

In Friuli Venezia Giulia su 3.137 tamponi molecolari sono stati rilevati 276 nuovi contagi con una percentuale di positività dell'8,8%. Sono inoltre 1.641 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 190 casi (11,58%). I decessi registrati sono 11, mentre i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 57 e quelli in altri reparti risultano essere 447.

07 Marzo 17:04 In Sardegna zona bianca 95 nuovi positivi (3,9%) e nessun decesso

Nelle ultime 24 ore in Sardegna (che è zona bianca) sono 95 i nuovi positivi al Covid (41.745 i casi complessivamente accertati dall'inizio dell'emergenza) e nessun decesso (1.183 in tutto). I dati sono rilevati nell'ultimo aggiornamento dell'unità di crisi regionale. In totale sono stati eseguiti 794.272 tamponi, per un incremento complessivo di 2.393 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività del 3,9%. Sono invece 188 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-3), mentre restano 24 i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.474. I guariti sono complessivamente 27.691 (+55), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 185. Sul territorio, dei 41.745 casi positivi complessivamente accertati, 10.042 (+60) sono stati rilevati nella città metropolitana di Cagliari, 6.674 (+16) nel sud Sardegna, 3.498 (+1) a Oristano, 8.246 (+1) a Nuoro, 13.285 (+17) a Sassari.

07 Marzo 16:39 In Calabria 228 nuovi casi, 5 ricoveri e un morto

"In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 567.156 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 601.651 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 39.370 (+228 rispetto a ieri), quelle negative 527.786″. Lo rende noto la Regione Calabria nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 705 (+1 rispetto a ieri), i guariti sono 32.016 (+163 rispetto a ieri), i ricoveri sono 247 (+5 rispetto a ieri) di cui 30 in terapia intensiva (+6 rispetto a ieri).

Territorialmente – prosegue il bollettino regionale – dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono cosi' distribuiti: Cosenza: casi attivi 2.695 (47 in reparto Azienda ospedaliera di Cosenza; 15 in reparto al presidio di Rossano; 6 al presidio ospedaliero di Acri; 5 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all'ospedale da Campo; 10 in terapia intensiva, 2.612 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8.797 (8.503 guariti, 294 deceduti). Catanzaro: casi attivi 1.702 (24 in reparto all'Azienda ospedaliera di Catanzaro; 4 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 1 in reparto all'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini; 11 in terapia intensiva; 1.662 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.841 (3.742 guariti, 99 deceduti). Crotone: casi attivi 245 (16 in reparto; 229 in isolamento domiciliare); casi chiusi 2.710 (2.667 guariti, 43 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 434 (12 ricoverati, 422 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.250 (3.192 guariti, 58 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 1.523 (77 in reparto all'azienda ospedaliera di Reggio Calabria; 10 in reparto al presidio ospedaliero di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 1.427 in isolamento domiciliare); casi chiusi 13.814 (13.603 guariti, 211 deceduti). Altra Regione o stato estero: casi attivi 50 (50 in isolamento domiciliare); casi chiusi 309 (309 guariti). I casi confermati oggi sono cosi' suddivisi: Cosenza 109, Catanzaro 17, Crotone 8, Vibo Valentia 24, Reggio Calabria 70".

07 Marzo 16:24 In Campania 2560 nuovi casi e 13 morti. Da domani torna la zona rossa

Sono 2.560 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania (di cui 351 casi identificati da test antigenici rapidi) nel bollettino di oggi domenica 7 marzo 2021. Dei 2.560 nuovi positivi, 185 sono risultati sintomatici. I tamponi analizzati oggi sono 24.393 (di cui 4.521 antigenici). La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 10,49%. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza Covid è di 285.221 (di cui 8.405 antigenici), i tamponi complessivamente processati sono 3.091.099 (di cui 136.690 antigenici). Nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 13 nuovi decessi, tutti avvenuti nelle ultime 48 ore. Il totale dei decessi registrati in Campania dall'inizio della pandemia da Covid-19 è 4.464. I guariti di oggi sono 385, il totale dei guariti sale così a 191.162. In Campania sono 145 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 3 in meno rispetto al dato diffuso ieri. I pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza sono 1.396, con un aumento di 11 unità rispetto a ieri. Da domani nella regione scatta la zona rossa.

07 Marzo 15:57 Coronavirus Lazio, 1.399 casi e 13 morti nelle ultime 24 ore

Sono 1.399 i nuovi casi di Coronavirus diagnosticati nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato la Regione Lazio con il bollettino di oggi, domenica 7 marzo. 13 sono le persone decedute a causa di complicazioni derivanti dalla covid-19, mentre 943 sono le guarite. In tutto sono stati processati oltre 30mila tamponi.

07 Marzo 15:52 Covid in Emilia Romagna, oggi 3.056 nuovi contagi su 25.888 tamponi

Sono 3.056 i nuovi casi positivi al Covid-19 registrati in Emilia Romagna su un totale di 25.888 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Alle ore 14, intanto, sono state somministrate complessivamente 479.455 dosi di vaccino; sul totale, 153.989 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. L'età media dei nuovi positivi di oggi è di 41 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 916 nuovi casi e Modena con 460, poi Rimini (276), Ravenna (267), Reggio Emilia (258), Parma (206), Cesena (198), Ferrara (184).

07 Marzo 15:47 Dimitriev (Fondo Sovrano Russo): “Grande dialogo con l’Italia per vaccino Sputnik”

"C'è grande dialogo con l'Italia, parliamo con il governo italiano e ci sono molte regioni entusiaste e che vorrebbero addirittura produrlo. Quello che noi offriamo è un vero meccanismo di produzione, perché voi potete controllare la produzione in Italia. Non soltanto offriamo il vaccino, si può creare occupazione" per la produzione del vaccino russo Sputnik V. Lo afferma l'amministratore delegato del Fondo Sovrano Russo Kirill Dimitriev intervistato da Mezz'ora in più con Lucia Annunziata su Raitre. "L'importante – ha aggiunto – è separare la politica dai vaccini".

07 Marzo 15:35 Austria sospende lotto di vaccino AstraZeneca dopo il decesso di una infermiera: indagini

Il vaccino AstraZeneca
in foto: Il vaccino AstraZeneca

L'Austria ha sospeso la somministrazione di un lotto del vaccino AstraZeneca in via precauzionale a seguito del decesso di una infermiera di 49 anni dopo essere stata vaccinata. Un'altra donna ha sviluppato un embolia polmonare dopo l'inoculazione ma sarebbe in via di guarigione, come ha confermato l'Ufficio federale austriaco per la sicurezza nell'assistenza sanitaria (Basg). Lo riferisce Reuters. Entrambe le persone hanno ricevuto la dosi di vaccino proveniente dallo stesso lotto di AstraZeneca presso un centro sanitario nel distretto di Zwettl, nello Bassa Austria. "Al momento non ci sono prove che dimostrino un collegamento (di questi incidenti) alla vaccinazione", ha riferito il Basg. L'infermiera è deceduta per gravi disturbi della coagulazione dieci giorni dopo essere stata vaccinata e la procura sta indagando sull'accaduto. Il Basg ha sottolineato nella dichiarazione che le difficoltà di coagulazione non sono tra gli effetti collaterali noti del vaccino AstraZeneca. Le vaccinazioni con il siero sviluppato dalla compagnia anglo-svedese andranno avanti utilizzando gli altri lotti a disposizione dell'Austria.

07 Marzo 15:20 Coronavirus in Puglia, oggi 1.155 nuovi contagi e 10 morti

Oggi in Puglia si registra un numero inferiore di nuovi casi di positività al Covid-19 ma si è abbassata la quota dei test effettuati. Su 8.497 test sono stati registrati 1.155 casi positivi: 570 in provincia di Bari, 57 in provincia di Brindisi, 74 nella provincia Bat, 229 in provincia di Foggia, 84 in provincia di Lecce, 134 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. Ieri, su 10.526 tamponi erano emersi 1.483 contagi. Sono stati registrati anche 10 decessi.

07 Marzo 15:16 Il ministro Speranza: “Entro l’estate vaccinati tutti gli italiani che lo vorranno”

Secondo il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto alla trasmissione Mezz'ora in più su Rai3, "l'impatto della variante può far crescere la curva, quindi mi aspetto anche che altre regioni vadano verso il rosso con ordinanze di natura restrittiva. Il vaccino? Entro l'estate conto che tutti gli italiani che lo vorranno potranno essere vaccinati".

07 Marzo 14:56 L’annuncio del ministro Speranza: “Ok vaccino AstraZeneca agli over 65”

"A breve avremo una circolare per la somministrazione di AstraZeneca anche agli over 65″. Lo ha detto a Mezz'ora in più, il ministro della salute Roberto Speranza. "Ci sono state evidenze scientifiche – ha aggiunto – che dimostrano che il vaccino AstraZeneca può essere usato su altre fasce generazionali. Abbiamo ricevuto da poco il parere dal Consiglio Superiore di Sanità e a giorni ci sarà la circolare del ministero che andrà in questa direzione". Nei giorni scorsi già Germania e Francia avevano deciso il via libera del vaccino AstraZeneca ai soggetti di età superiore ai 65 anni contrariamente a quanto raccomandato inizialmente.

07 Marzo 14:05 Feste clandestine a Torino, Bologna, Ischia e Milano: tutti identificati e sanzionati

Sabato sera movimentato in mezza Italia nonostante le restrizioni anti Covid. A Milano sono state tre le feste private in casa sospese dagli agenti della Polizia nelle ultime 24 ore. In una, alle 2 di notte, in pieno centro, erano presenti 50 persone, di età compresa tra i 19 e 26 anni, che stavano festeggiando con musica ad altro volume e alcolici. Dodici giovani, tra cui 4 minorenni, sono stati sorpresi dai carabinieri a festeggiare in un hotel di Forio a Ischia, alla vigilia della zona rossa in Campania, con musica e buffet, per il 18esimo compleanno di uno di loro, mentre altre feste private sono state scoperte, e i partecipanti sanzionati, a Bologna. A Torino sono sedici le persone identificate da carabinieri durante un party in un locale di via Lanzo, nella periferia nord della città. Qui i giovani, tra i 20 e 25 anni, si erano dati appuntamento tramite un passa parola sulla piattaforma criptata Telegram. All'arrivo dei militari dell'Arma gli organizzatori hanno spento musica e luci, mentre i ragazzi hanno cercato di fuggire. Per gli identificati (tutti privi di mascherina) scatteranno ora le sanzioni per violazione della normativa anti Covid.

Un'altra festa clandestina ieri sera è stata scoperta in pieno centro storico anche a Genova. Le volanti della polizia sono intervenute presso un affittacamere dove 19 persone, di cui tre minorenni, stavano partecipando a un party senza rispettare alcuna norma anti covid. I giovani sono stati tutti sanzionati secondo quanto previsto dai decreti governativi. È al vaglio degli investigatori la posizione del proprietario dell'appartamento.

07 Marzo 14:00 Il sindaco di Firenze annuncia: “Valutiamo nuove limitazioni”

"Domani riunisco la task force di Comune e Città metropolitana per valutare eventuali nuove limitazioni da introdurre. Non possiamo passare il tempo ad inseguire il virus, dobbiamo prevenirlo. Per questo, se da un lato faremo di tutto per scongiurare la chiusura delle scuole, con tutti i disagi che ne conseguono ai ragazzi e alle loro famiglie, dall'altro dovremo pensare a limitare i movimenti in determinati momenti e luoghi della città". Lo ha scritto su Facebook il sindaco di Firenze Dario Nardella rilevando anche che forze dell'ordine e polizia municipale hanno lavorato "venerdì sera e ieri sera per controllare il centro e, sia ieri che oggi, i parchi dove si è registrato molto afflusso di persone. Non tutti rispettano le regole: sono state comminate decine di sanzioni tra piazza Repubblica, via della Pellicceria, piazza Ss Annunziata, piazza S. Spirito. Intensificati i controlli nei parchi a partire dalle Cascine".

07 Marzo 13:58 Unità di Crisi Lazio: sospese temporaneamente le prenotazioni per il vaccino per over 65

"Sono state sospese temporaneamente le prenotazioni online per gli over 65 e over 64, i nati nel periodo 1956 e 1957. Imminente infatti la nuova circolare del Ministero della Salute che dovrebbe ampliare la fascia di età per la somministrazione del vaccino Astrazeneca. Da fonti ufficiali abbiamo appreso che nelle prossime ore sarà emanata una nuova circolare e per questo motivo si è deciso di sospendere in via temporanea le prenotazioni per allinearci con le indicazioni nazionali" fa sapere l'Unità di Crisi Covid-10 della Regione Lazio. "I nati negli anni '56 e '57 possono comunque continuare a richiedere la vaccinazione presso i propri medici di medicina generale in attesa di nuove disposizioni" aggiunge in una nota l'Unità di Crisi.

07 Marzo 13:57 Da domani chiuse tutte le scuole a Orvieto fino al 21 marzo

Sospese tutte le attività didattiche in presenza, da domani fino al 21 marzo ad Orvieto, per tutte le scuole di ogni ordine e grado, scuole d'infanzia e nidi compresi: la sindaca Roberta Tardani ha firmato una ordinanza che disciplina il provvedimento adottato per fronteggiare l'emergenza Covid. Nel resto della provincia di Terni, come stabilisce l'ultima ordinanza della Regione Umbria,  le attività didattiche delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, si svolgono invece in presenza al 50% della popolazione studentesca. Il provvedimento – spiega l'amministrazione – si basa su un rapporto emesso dal servizio di Igiene Sanità pubblica della Usl Umbria 2, nel quale si evidenzia che nelle ultime due settimane è stato registrato un rilevante aumento dei contagi nel territorio comunale.

07 Marzo 13:19 Covid in Basilicata, oggi 150 nuovi casi e 1 morto

Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Sono 150 i nuovi contagi in Basilicata nelle ultime 24 ore, emersi dai 1460 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19 processati. Lo fa sapere la task force regionale che segnala anche un decesso a Francavilla in Sinni (Potenza). Venticinque le guarigioni, a cui se ne sommano altre 287 relative ad un periodo antecedente, e che portano il totale dei lucani attualmente positivi a 3564, di cui 3451 in isolamento domiciliare. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 113, di cui 12 in terapia intensiva.

07 Marzo 13:16 Controlli anti Covid, ieri sanzionate 1.809 persone: 19 hanno violato la quarantena

Le forze di polizia impegnate nelle verifiche del rispetto delle misure anti Covid nella giornata di ieri, sabato 6 marzo, hanno controllato 92.441 persone, delle quali 1.809 sanzionate amministrativamente e 19 denunciate per aver violato gli obblighi di quarantena. Secondo i dati diffusi dal Viminale, i controlli hanno riguardato 12.960 tra attività ed esercizi commerciali, con 55 titolari sanzionati e 28 chiusure.

07 Marzo 13:14 Il pediatra Farnetani: “Chiusura delle scuole e esigenza di prevenzione”

Secondo Italo Farnetani, pediatra e docente della Libera Università Ludes di Malta "la chiusura delle scuole non è una scelta di politica sanitaria, ma un'esigenza di prevenzione. Quando le scuole sono tutte aperte in Italia si spostano al momento dell'ingresso, fra alunni, adulti che li accompagnano, personale docente e personale Ata, 20 milioni di persone: è una bomba epidemica".

07 Marzo 12:47 Coronavirus e Festival di Sanremo, 5800 tamponi e 9 positivi all’antigenico

Nella settimana del Festival di Sanremo sono stati effettuati nella città dei Fiori 5800 tamponi. Di questi 9 sono risultati positivi al test antigenico, otto dei quali poi confermati con il molecolare. Sono i dati sulla macchina sanitaria messa in piedi dalla Rai per la kermesse, secondo quanto riferito dal vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo.

07 Marzo 12:43 Variante sudafricana in Alto Adige: “Tanti giovani ricoverati”

Anche se diminuiscono i contagi da Covid-19 in Alto Adige, preoccupa la pressione sugli ospedali ed in particolare l’età media dei ricoverati. Secondo l’assessore provinciale alla Salute Thomas Widmann "abbiamo pazienti giovani ricoverati ed intubati dopo poche ore", complice la variante sudafricana che ha costretto il presidente Kompatscher a prorogare fino al 14 marzo il lockdown rigido.

07 Marzo 12:21 L’allarme dei medici: “A breve ospedali Piemonte al collasso”

"A breve ospedali Piemonte al collasso". Lo sostiene la segreteria piemontese dell'associazione dei Medici e dei Dirigenti Sanitari che chiede "l'urgente riapertura dell'ospedale temporaneo Valentino del Padiglione V di Torino Esposizione". Per l'associazione si tratta infatti dell'unico modo "per riuscire ad assistere tutti i pazienti che a brevissimo non troveranno adeguata sistemazione negli ospedali".

07 Marzo 12:17 Covid in Toscana, oggi 1.355 nuovi casi: tasso positivi al 5,89%

"I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.355 su 23.005 test di cui 16.838 tamponi molecolari e 6.267 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 5,89% (10,01% sulle prime diagnosi)". Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus. Nel post Giani aggiunge: "Erano i primi giorni da Presidente quando decisi di firmare un'ordinanza d'emergenza per costruire in fretta nuovi posti letto sicuri. Da oggi all'ospedale di Prato sono a disposizione ulteriori venti posti letto nell'area Covid, aggiunti ai 79 già presenti, che resteranno anche dopo l'emergenza. Non ci siamo fermati nell'investire concretamente in sanità pubblica". Inoltre, sempre in Toscana si segnalano altri 22 decessi, mentre i ricoverati sono 1.308 (38 in più rispetto a ieri), di cui 199 in terapia intensiva (10 in più).

07 Marzo 12:14 Furbetti del vaccino, si dimette il sindaco Corleone: si era vaccinato insieme alla giunta

Il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi ha annunciato, attraverso la pagina Facebook del Comune, di avere convocato per domattina la giunta per presentare le sue dimissioni. La decisione fa seguito alle polemiche suscitate dall'indagine dei carabinieri del Nas che hanno segnalato alla Procura di Termini Imerese che il sindaco e gli assessori della sua giunta si erano vaccinati contro il Covid 19 a metà febbraio, pur non rientrando tra le categorie stabilite dalla legge. Nicolosi si era difeso sostenendo che "il sindaco è l'autorità sanitaria del territorio: per questo mi sono vaccinato, avvertendo anche il presidente Musumeci".

07 Marzo 11:56 Coronavirus in Alto Adige, 182 nuovi casi e 3 decessi in 24 ore

In Alto Adige, ancora in lockdown fino al 14 marzo, sono 182 i nuovi casi di Covid-19 emersi nella giornata di ieri su 7.104 tamponi processati. I nuovi decessi sono 3, per un totale di 1.059 da inizio pandemia (12 marzo 2020 il primo decesso). Le positività sono 131 su 1.491 tamponi molecolari esaminati e 51 su 5.613 test antigenici effettuati. Le persone che hanno avuto almeno un tampone molecolare positivo sono 43.891 su 199.185 complessivamente testate. Per quanto concerne i test antigenici, su 900.606 effettuati, 23.033 sono le persone testate positive. Sempre molto forte è la pressione sugli ospedali ed elevati sono i numeri dei ricoverati in strutture dedicate.

07 Marzo 11:47 Il nuovo piano vaccini del governo Draghi: tutte le novità

Secondo il nuovo piano vaccinale messo a punto dal governo Draghi, l'obiettivo è raggiungere i 60 milioni di dosi somministrate entro giugno accelerando il più possibile le operazioni. Da Pasqua, complice anche l'arrivo del vaccino Janssen di Johnson & Johnson, si dovrebbe passare a circa 700mila iniezioni al giorno. A gestire tutto stavolta ci sarà il nuovo commissario straordinario, il generale Francesco Paolo Figliuolo.

07 Marzo 11:29 Spinella (Cnr): “Le varianti cambiano la trasmissibilità del virus, rivedere l’Rt e le misure”

L'attuale calcolo dell'indice di trasmissibilità Rt "deve essere arricchito di una metodologia che possa tenere conto che ci troviamo in una fase in cui c'è una parte di positivi che trasmette il virus standard e una parte che trasmette il virus variato, che ha una maggiore trasmissibilità del 40%". A dirlo è il fisico Corrado Spinella, direttore del Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia del Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche, sulla base delle evoluzioni del calcolo differenziale sviluppato da lui e dal team del suo dipartimento con l'algoritmo "scova varianti". "È il momento di adottare misure più severe se si vuole ridurre la curva dei contagi, perché a un aumento della velocità della contagiosità è necessario rispondere con azioni sicuramente più incisive rispetto a quelle seguite quando era prevalente il virus con la contagiosità standard. Sulla base delle analisi regionali fatte dall'algoritmo, emerge che l'idea del confinamento su base locale dei focolai è velleitaria, perché quando si pensa di chiudere o confinare un borgo la variante è già intorno a lui. Già quando la si vede bisogna prendere atto che sta colpendo duro e che circola da un bel po'".

Spinella ha anche spiegato che "una variante per diventare prevalente all'80'% in una determinata Regione impiega circa 3 mesi dalla sua prima comparsa. Per passare dal 40% all'80% ne impiega invece circa uno. Momentaneamente l'Italia è in un percorso ‘a doppio binario', in regime transiente, come direbbero i fisici, con contagi del virus ‘standard' e contagi di virus variati".

07 Marzo 11:10 Da domani chiusi in Italia 2 ristoranti su 3

Ultimi momenti di relax al tavolo o al bancone in bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi prima del blocco anti Covid che coinvolge oltre 2 locale su 3 (66%) lungo la Penisola che si colora in zona rossa o arancione, mentre sono 12mila i servizi della ristorazione che possono addirittura rimanere aperti la sera in Sardegna in zona bianca. È quanto emerge dall'analisi della Coldiretti in occasione della nuova mappa dei colori che scatta da lunedì dove restano gialle solo la Valle d'Aosta, la Liguria, il Lazio, la Calabria, la Puglia e la Sicilia.

07 Marzo 10:57 Da domani cambio di colori per le regioni: Campania in zona rossa, Veneto e Friuli arancioni

Nuovo cambio di colori per le regioni dopo il monitoraggio dell’Iss: da domani, lunedì 8 marzo, la Campania passa in zona rossa mentre Veneto e Friuli Venezia Giulia passano in zona arancione. Lombardia e Piemonte sono in fascia arancione rafforzato, mentre a livello locale non mancano delle mini zone rosse provinciali e comunali: ecco cosa cambia e quali sono le regole da seguire.

07 Marzo 10:39 Covid Marche, oggi 852 nuovi positivi

Nelle Marche sono stati 852 i nuovi casi di Covid-19 individuati nelle ultime 24 ore, con un'incidenza del 31,7% rispetto ai 2.684 tamponi molecolari processati; un rapporto in leggero calo rispetto al giorno precedente: era stato del 33,2%, con 836 casi rispetto ai 2.518 test effettuati. Il totale dei casi individuati dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 73.111. Lo si apprende dal primo aggiornamento del Servizio sanitario regionale. I nuovi casi sono stati individuati 109 in provincia di Macerata, 353 in provincia di Ancona, 186 in quella di Pesaro-Urbino, 101 nel Fermano, 74 nel Piceno e 29 fuori regione.

07 Marzo 10:33 Nel Regno Unito riaprono le scuole, Johnson: “Primo passo verso ritorno alla normalità”

Da domani riaprono le scuole nel Regno Unito, da mesi in lockdown. E ciò "segnerà il primo passo verso la normalità grazie agli sforzi dei cittadini britannici per ridurre i contagi da coronavirus". Lo ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson che ha annunciato una "roadmap" precisa per l'abolizione delle misure restrittive anti Covid che vede come primo punto la riapertura degli istituti scolastici a cui seguiranno gradualmente la ripresa di altre attività. Il capo del governo britannico ha chiarito che il piano dovrebbe concludersi non prima del 21 giugno. "È grazie alla determinazione di ogni persona in questo Paese che possiamo iniziare ad avvicinarci a un senso di normalità ed e' giusto che riportare i nostri giovani in classe sia il primo passo", ha aggiunto.

07 Marzo 10:24 La Regione Lazio anticipa tutti: “Da metà marzo scaricabile il passaporto vaccinale”

È stato presentato il facsimile che da metà marzo i cittadini vaccinati nel Lazio potranno scaricare da internet. In attesa di una normativa europea e nazionale sul passaporto vaccinale la Regione Lazio si porta avanti e fornirà un documento ufficiale a chi ha ricevuto entrambe le dosi. Zingaretti: “Facciamo ogni sforzo per tornare a vivere, a lavorare e produrre in sicurezza per il bene dell’Italia”.

07 Marzo 10:17 Coronavirus in Veneto, 1.229 contagi e 15 decessi nelle ultime 24 ore

Ancora alto il numero dei contagi nel report sul Covid in Veneto, che domani passa in zona arancione. Il bollettino della Regione segnala 1.229 positivi e altri 15 decessi nelle ultime 24 ore. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 342.510, quello dei morti a 9.960. Negli ospedali sono ricoverati nei reparti ordinari 1.216 malati (+19), mentre nelle terapie intensive sono 153 i letti occupati da pazienti colpiti dal virus dato stabile rispetto a ieri.

07 Marzo 10:10 Secondo un gruppo di studiosi americani “a giugno ci sarà un crollo dei morti in Italia”

Alla fine di giugno i decessi giornalieri da Covid-19 in Italia dovrebbero scendere intorno a quota 50, il livello precedente alla seconda ondata e un sesto rispetto ai 307 di ieri. È quanto emerge dalle previsioni formulate dai ricercatori americani dell’Ihme, l’Institute for health metrics and evaluation di Seattle, noto in tutto il mondo per essere l’istituto più attendibile sulle cause di mortalità nei vari Paesi.

07 Marzo 10:05 In Brasile è record di ricoveri: quasi 19mila persone in ospedale per Covid

Una donna viene vaccinata contro il Covid in Brasile.
in foto: Una donna viene vaccinata contro il Covid in Brasile.

Continua l'emergenza Covid in Brasile, dove i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 69.609 e i morti 1.555. Ma è anche record di ricoveri per Coronavirus. Il ministero della Salute del Paese sudamericano ha riferito che a ieri le persone attualmente in ospedale per la pandemia sono 18.785 . Nel solo stato brasiliano di Porto Alegre l'occupazione dei letti in terapia intensiva è cresciuta del 102,8 per cento.

07 Marzo 09:58 Da domani in Sardegna si entra solo con il certificato di immunità o con il tampone

Da domani, lunedì 8 marzo, chi sbarca in Sardegna, prima regione d'Italia in zona bianca, dovrà essere munito di certificato di vaccinazione e chi non lo ha dovrà fare il tampone molecolare o un test antigienico rapido entro 48 ore dall'arrivo nelle postazioni in allestimento negli scali marittimi e negli aeroporti.

07 Marzo 09:53 Fedriga (Friuli Venezia Giulia): “Zona rossa vicina, prepariamoci a chiudere tutto”

Da domani tutto il Friuli Venezia Giulia sarà in zona arancione rafforzato, con le scuole medie ed elementari chiuse. Ma presto potrebbe addirittura passare in zona rossa a causa dell'aumento dei contagi. "I dati che abbiamo in mano sono chiari: c'è la possibilità che il Friuli Venezia Giulia si debba preparare alla zona rossa", ha detto il presidente della regione, Massimiliano Fedriga.

07 Marzo 09:48 Covid e scuole, nei prossimi giorni 9 studenti su 10 rischiano di tornare in dad

Secondo un'analisi di Tuttoscuola sui dati della Fondazione Gimbe, nei prossimi giorni rischiano di finire in didattica a distanza, per via del nuovo Dpcm, 9 studenti italiani su 10 (90,1%). Si tratterebbe di 7,6 milioni di ragazzi che resterebbero a casa per via del nuovo provvedimento che dispone la chiusura delle scuole nelle aree con più di 250 contagi settimanali su 100mila abitanti. Veneto, Piemonte, Lazio e Friuli-Venezia Giulia potrebbero essere le prossime Regioni a chiudere completamente gli istituti scolastici.

07 Marzo 09:42 Allarme Covid nelle scuole, da domani oltre 5 milioni di studenti in dad

Aumenta l’elenco delle scuole chiuse per Covid nelle regioni, province e comuni che si trovano in zona rossa o che hanno superato una incidenza di 250 casi per 100mila abitanti come previsto dal nuovo Dpcm. Da domani, lunedì 8 marzo, tornano i dad 5,7 milioni di studenti italiani: ecco la mappa aggiornata delle chiusure regione per regione.

07 Marzo 09:33 L’Iss: “Allerta varianti, tra dieci giorni il Veneto rischia la zona rossa”

Il Veneto, che da domani passa in fascia arancione, rischia di passare in zona rossa tra una decina di giorni. È quanto calcolato dall'Iss, come riporta la Tribuna di Treviso: a destare enorme preoccupazione è la previsione secondo cui, da qui ai prossimi dieci giorni, l’Rt dall’attuale 1,12 potrebbe raggiungere 1,3, sempre che non intervengano misure drastiche, e quindi restrizioni ma anche tracciamento e isolamento.

07 Marzo 09:31 Morto per Covid a 34 anni l’imprenditore romano Stefano Limongi

A soli 34 anni è morto per Covid Stefano Limongi, molto conosciuto nel mondo della ristorazione romano. Titolare del Kuma Sushi Bar della Bufalotta e socio di diversi altri locali aveva cominciato a lavorare giovanissimo nel mondo delle discoteche. Instancabile e pieno di vita, la sua scomparsa sta provocando un’ondata di commozione tra amici, colleghi e familiari.

07 Marzo 09:20 In India vaccinato il Dalai Lama con AstraZeneca: “Siate coraggiosi e fatelo anche voi”

Anche il Dalai Lama si è vaccinato contro il Covid-19 in India. Lo ha reso noto il suo ufficio stampa che ha anche diffuso uno scatto dell'iniezione. Il leader spirituale del Tibet, 85 anni, ha ricevuto il vaccino realizzato da AstraZeneca. Al termine della somministrazione ha commentato: "Siate coraggiosi e vaccinatevi anche voi. Questa iniezione aiuterà a risolvere problemi ben più gravi".

07 Marzo 09:11 Scuole chiuse, Emiliano (Puglia): “Basta ipocrisie, decida il governo”

"Si dica chiaramente che le Regioni, ove dovesse succedere una catastrofe scolastica, non sono responsabili. Su questo punto tutti i governi, più quello precedente che l'attuale, hanno avuto l'idea di promuovere la scuola in presenza ma nessuno si è sentito in dovere di togliere i poteri residui ai presidenti di Regione sulla scuola". È quanto ha dichiarato in una intervista a La Stampa il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che parla di "un atteggiamento ipocrita: da un lato si finge con l'opinione pubblica di promuovere la presenza a scuola, poi però si lascia a noi, che ogni giorno ci affannano a fare ordinanze di tutti i tipi, la facoltà di intervenire sulle scuole. Se hanno il coraggio, si devono prendere la responsabilità di gestirle dicendo che i poteri ex articolo 32 della legge sulla riforma sanitaria non possono essere esercitati sulla scuola, che è una funzione nazionale e non regionale. Agisce lo Stato e basta".

07 Marzo 09:05 Da oggi Israele riapre bar e scuole dopo il successo della campagna di vaccinazione

A partire da oggi, come stabilito dal governo a tarda sera di ieri, gran parte delle attività economiche, inclusi ristoranti, caffè, scuole (in alcune aree a bassa tasso di infezione), eventi culturali, attrazioni turistiche e ristorazione negli hotel, saranno di nuovo in funzione in Israele. Anche l'aeroporto Ben Gurion attuerà una parziale riapertura consentendo dalle prossime ore il rientro di 3mila israeliani al giorno e la quarantena per i non immunizzati sarà a casa propria. Con quasi 5 milioni di israeliani vaccinati almeno con una dose (3.800mila anche con la seconda) e un numero di casi sotto controllo, le restrizioni si sono dunque allentate. Elemento decisivo è il Green Pass, che si ottiene dopo la doppia immunizzazione o guarigione dal virus, che consente ai possessori di accedere ad un maggior numero di servizi rispetto a chi ancora lo deve ottenere.

07 Marzo 08:59 Più controlli sulla movida, la nuova circolare del Viminale dopo il Dpcm

Dopo la firma del nuovo Dpcm, il Viminale ha pubblicato una circolare che contiene una stretta sulla movida per fermare il contagio da Coronavirus: più controlli nei giorni festivi e prefestivi e in collaborazione con le polizie locali. “Particolare attenzione andrà riservata alle aree territoriali interessate da provvedimenti più restrittivi – si legge nel testo -, adottati dalle autorità regionali o comunali per effetto dell’aggravamento del quadro epidemiologico”.

07 Marzo 08:48 In Australia nessun nuovo contagio locale da Covid-19

L'Australia ha registrato ieri un nuovo giorno senza infezioni da Covid-19 trasmesse localmente. ed è il 37/mo giorno che non emergono contagi nell'ambito della stessa comunità. I nuovi casi emersi nelle ultime 24 ore sono in tutto sei e limitati a strutture utilizzati per effettuare l quarantena. Lo scrive il Guardian. Il bilancio delle vittime a livello nazionale in Australia resta a 909.

07 Marzo 08:41 Ascoli, si aggravano le condizioni di una giovane ricoverata con variante sudafricana

Si sono aggravate le condizioni di salute della donna residente in provincia di Ascoli Piceno contagiata dalla variante sudafricana del Covid-19. Si è infatti reso necessario il ricovero nel reparto di rianimazione dell'ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto. La donna, di giovane età, era risultata positiva al rientro dalla Svezia dove si era recata per motivi di lavoro. Il tampone a cui è stata sottoposta era stato processato ad Ancona su indicazione dell'Area Vasta 5 di Ascoli. Sta rispondendo positivamente alla terapia alla quale è sottoposta da qualche giorno. Contagiati anche due suoi familiari le cui condizioni non destano al momento preoccupazione.

07 Marzo 08:34 In Germania boom dei test rapidi in vendita al supermercato

Boom in Germania dell'acquisto di test rapido messo a disposizione per la vendita nei supermercati. È come un tampone rapido nasale, con il risultato in 15 minuti. È possibile acquistare un kit a persona con dentro cinque test. Da lunedì tutti i tedeschi potranno fare un test rapido alla settimana gratuito, anche se ci sono evidenti limiti nell’uso dei tast rapidi e sono relativi al fatto che non sono precisi come il classico "tampone molecolare", dal momento che ha una sensibilità del 70-86%, cioè inferiore ai tamponi.

07 Marzo 08:30 L’appello diBucci (Temple University): “Chiudiamo subito tutto e vaccini a tappeto”

"Chiudiamo per l’ultima volta e utilizziamo questa chiusura per vaccinarci tutti". A dirlo, in un'intervista a Repubblica, è Enrico Bucci, professore di Biologia alla Temple University di Philadelphia. il quale ha precisato: "Chiuderei tutto adesso a patto di dare una spinta enorme alle vaccinazioni. Si possono fare due tipi di lockdown. Lo si può usare come sistema preventivo per evitare una nuova ondata. Oppure lo si può varare solo quando si è costretti, perché l’ondata è già arrivata e bisogna far scendere la curva. Per un lockdown preventivo siamo già in ritardo. Ma sappiamo che se lo adotteremo quando i numeri dei contagi ci obbligheranno, allora saremo costretti a farlo durare molto più a lungo. Parto dalla considerazione – aggiunge – che la campagna vaccinale sta accelerando: poche settimane fa avevamo 60mila vaccinazioni al giorno, adesso se ne fanno 146mila e ogni giorno aumentano. Inoltre, schierando i medici di base e gli specializzandi si potrebbe arrivare a somministrare 3-400 mila dosi al giorno: 3 milioni di italiani in 10 giorni. In venti giorni il 10% della popolazione sarebbe parzialmente coperta dal vaccino, che andrebbe a sommarsi all’8% attuale. E allora se l’obiettivo è uscire il prima possibile dalla pandemia, si potrebbe combinare un lockdown rigoroso con una campagna vaccinale massiccia" che duri "un mese, forse due".

07 Marzo 08:24 Il ministro Speranza: “Seconda ondata mai finita, ma ripresa forte a causa delle varianti”

"La seconda ondata della pandemia non è mai finita, assistiamo a una ripresa molto forte dovuta all'impatto delle varianti, che ci sta portando a misure sempre più restrittive sui territori". Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, che in un'intervista al Corriere della sera ha spiegato: "Abbiamo confermato il modello per fasce perché ci sono situazioni geografiche molto diverse. È chiaro che monitoreremo giorno per giorno l'evoluzione epidemiologica, adattando le misure alla luce delle varianti". Il ministro anche sottolineato: "Io sono rigorista perché sono realista. Ricevo chiamate preoccupate dei governatori, che stanno firmando ordinanze restrittive anche da zone rosse. Gelmini è molto consapevole della serietà della situazione". Sui vaccini: "I nostri numeri sono in linea con Germania e Francia. Figliuolo farà un gran lavoro, che ci consentirà di accelerare ancora di più la campagna quando finalmente avremo molte più dosi".

07 Marzo 08:21 La lettera di Burioni a Figliuolo: “Somministrare vaccini, è questione di vita o di morte”

"Nei prossimi mesi arriveranno molti milioni di vaccini e la priorità assoluta è somministrarli a più persone possibile nel più breve tempo possibile, come non importa. L’importante è riuscirci, ed è questione di vita o di morte. Qualcuno le dirà che i vaccini sono pochi, ma lei sa che in periodo bellico si fanno cose impossibili per salvare la Patria". È quanto scrive il virologo Roberto Burioni dell'ospedale San Raffaele di Milano in una lettera indirizzata al generale Figliuolo, nuovo commissario straordinario per l'emergenza Covid in Italia, e pubblicata sul Corriere della Sera. L'esperto paragona la pandemia alla guerra: "Alla fine del mese di maggio del 1940 i soldati alleati si trovarono circondati dai nazisti a Dunkerque, senza speranza di rompere l’assedio. A quel punto sulla costa francese c’erano la prigionia o la morte, mentre per chi riusciva a oltrepassare la Manica arrivando in Inghilterra si apriva la prospettiva non solo della salvezza, ma anche l’opportunità di combattere di nuovo il nemico nel futuro. In quella occasione Churchill arruolò qualunque cosa galleggiasse per portare in salvo il maggior numero possibile di soldati sulle coste inglesi. Non fece distinzioni tra navi militari, tra barche pubbliche e private, tra marinai professionisti e volontari. Chiese aiuto a tutti. Noi ci troviamo in una situazione identica. Da una parte, la malattia con il suo carico di dolore e morte, dall’altra (la sponda del vaccino) la salvezza e la possibilità di aiutare gli altri a combattere la malattia. Faccia lo stesso".

07 Marzo 08:14 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, domenica 7 marzo

Continua l'emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo. Nel nostro Paese sono stati registrati nelle ultime 24 ore 23.641 contagi su 355.024 tamponi e 307 morti per Covid, stando a quanto emerge dall'ultimo bollettino di sabato 6 marzo. Il tasso di positività è salito al 6,6%. La Regione che fa registrare il più alto numero di infezioni su base giornaliera è la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Campania. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

  • Lombardia: +5.658
  • Veneto: +1.539
  • Piemonte: +1.793
  • Campania: +2.843
  • Emilia Romagna: +3.232
  • Lazio: +1.563
  • Toscana: +1.293
  • Sicilia: +592
  • Puglia: +1.483
  • Liguria: +272
  • Friuli Venezia Giulia: +661
  • Marche: +836
  • Abruzzo: +442
  • Sardegna: +73
  • P.A. Bolzano: +218
  • Umbria: +283
  • Calabria: +293
  • P.A. Trento: +324
  • Basilicata: +178
  • Molise: +49
  • Valle d'Aosta: +16

Da ieri è in vigore il nuovo Dpmc con le misure anti contagio in vigore fino a Pasqua ma gli esperti del Cts hanno chiesto al governo una maggiore stretta in tutta Italia a esprimendo "grande preoccupazione" per l'evolversi dell'epidemia nel nostro Paese e per la diffusione delle varianti, in particolare quella inglese e brasiliana. Da domani, intanto, cambiano i colori delle regioni: la Campania passa in zona rossa, Veneto e Friuli in zona arancione. Aumenta l'elenco delle scuole chiuse per fermare il virus. Il Viminale ordina "maggiori controlli sulla movida". Il Governo accelera sulle vaccinazioni e sigla l'intesa anche con gli specializzandi per accelerare l'inoculazione delle dosi. Secondo il nuovo piano vaccinale, accelera il cronoprogramma: entro giugno 60 milioni di dosi. Al momento sono state distribuite 5.319.432 dosi e 1.631.765 persone hanno ricevuto il richiamo.

Nel mondo 116.502.887 contagi e 2.587.977 morti. Preoccupa la situazione in Brasile, alle prese con la variante: ancora record di decessi.