04 Gennaio 22:41 In Italia oltre 150mila vaccinati: usate 30% dosi

Sono 150.245 le persone a cui finora è stato somministrato il vaccino in Italia, pari al 31,3% rispetto alle dosi ad oggi arrivate. La Regioni con la percentuale più alta sono il Lazio (61,4%), la Toscana (56%) e il Veneto (55,5%). In coda alla classifica ci sono invece Lombardia (7,9%), Calabria (5,2%), Valle d'Aosta (4,4%), Sardegna (3,7%) Molise (1,7%).

04 Gennaio 22:03 Lo Stato di New York conferma primo caso variante inglese

Lo stato di New York conferma il primo caso della cosiddetta variante inglese del Covid. Si tratta di un uomo di 60 anni nella contea di Saratoga che non ha viaggiato di recente.

04 Gennaio 21:52 Viaggia dopo il contagio, arrestata deputata indipendentista scozzese

La Scotland Police ha arrestato una deputata britannica, l'indipendentista scozzese Margaret Ferrier, che a fine settembre aveva ammesso d'aver viaggiato in treno verso Londra per partecipare a una seduta della Camera dei Comuni malgrado fosse stata sottoposta a test avendo manifestato sintomi di Covid; e addirittura di aver compiuto il tragitto di ritorno fra decine di passeggeri dopo aver già saputo di essere risultata positiva. Il caso era esploso sui media pochi giorni più tardi e Ferrier – costretta ad ammettere tutto e a scusarsi in pubblico – era stata sospesa dalla file del suo partito, lo Scottish National Party (Snp). Si era tuttavia rifiutata di dimettersi dal seggio di deputata eletta nel Parlamento britannico malgrado le pressioni della sua e di altre formazioni, rimanendo a Westminster da indipendente.

04 Gennaio 21:27 Cosa dice la bozza del nuovo decreto: regole in vigore dal 7 gennaio

Ancora vietato spostarsi tra le Regioni e zona arancione nel weekend: questo il contenuto della bozza finita sul tavolo del Consiglio dei ministri questa sera, riunito per decidere appunto quali saranno le norme anti-contagio in vigore allo scadere del decreto Natale. Queste regole, quindi, saranno valide dal 7 al 15 gennaio, data in cui è atteso il nuovo Dpcm.

04 Gennaio 21:07 Regno Unito, il premier Johnson annuncia lockdown totale

Il premier britannico Boris Johnson ha appena annunciato alla nazione un nuovo lockdown generale: chiuderanno le scuole, si potrà uscire solo per ragioni di necessità e si dovrà ricorrere allo smart working ogni volta che sarà possibile. Nel Regno Unito oggi registrati oltre 58mila contagi di Covid-19, record assoluto dall’inizio della pandemia.

04 Gennaio 21:03 Scuole, nelle Marche si riapre 31 gennaio

La didattica a distanza proseguirà al 100% per le scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, fino al 31 gennaio nelle Marche. Lo ha deciso la Giunta regionale. che si è confrontata oggi pomeriggio sull’andamento epidemiologico e anche a seguito della concertazione avuta dall’assessore all’Istruzione Giorgia Latini con il mondo della scuola. Il presidente Francesco Acquaroli emanerà domani, martedì 5, un’ordinanza che formalizza la decisione, «assunta allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus e garantire il più possibile la salute e la sicurezza dei cittadini e la tenuta delle strutture ospedaliere»

04 Gennaio 19:52 “Parere Ema su Moderna slitta a mercoledì”

L'Agenzia europea del farmaco (Ema), secondo quanto apprende l'Ansa, ha rinviato a mercoledì il parere sul vaccino Moderna. La commissione si è riunita oggi per valutare i risultati della sperimentazione, ma la decisione slitta alla riunione di mercoledì, già in calendario.

04 Gennaio 19:35 L’epidemiologo: “La terza ondata può essere 10 volte più potente”

"La terza ondata ci sarà e, complice anche l'inverno, potrebbe essere anche 10 volte più potente". A lanciare l'allarme è il professor Daniel López Acuña, epidemiologo spagnolo ed ex dirigente dell'Oms. "La Spagna sta già entrando nella terza ondata perché con il periodo natalizio c'è stato un inevitabile relax sul fronte della protezioni individuali. Le famiglie, nonostante tutto, si sono riunite e dubito che in casa con i parenti le persone abbiano indossato per tutto il tempo la mascherina" spiega il professor López Acuña in un'intervista radiofonica riportata anche da 20minutos.es. "La terza ondata, complice anche l'inverno, sarà decisamente peggiore delle prime due. Questo per due motivi: l'incidenza aumenta per via della stagione e dobbiamo anche considerare la variante britannica del coronavirus, decisamente più contagiosa anche se non più letale. Il virus potrebbe diffondersi anche dieci volte più velocemente di quanto visto finora"

04 Gennaio 19:08 Media Gran Bretagna: lockdown e scuole chiuse fino a febbraio

Un lockdown nazionale tris di nome o di fatto allargato all’Inghilterra – la nazione di gran lunga più popolosa del Regno Unito, con oltre 55 milioni di abitanti su 66,5 milioni totali – e una stretta senza precedenti recenti anche nelle scuole fino a metà febbraio. Sono le indicazioni relative al giro di vite anti-Covid che Boris Johnson si appresta ad annunciare stasera in tv al Paese alle 20 locali, le 21 in Italia, secondo le anticipazioni dei media.

04 Gennaio 18:21 Regno Unito, nuovo record di casi: sono oltre 58mila

La Gran Bretagna rinnova il record di contagi: 58.784 nelle ultime 24 ore che batte il precedenti di 57.725 di sabato. Sono sette giorni consecutivi che il numero di contagi accertati supera la soglia delle 50 mila unità.

04 Gennaio 17:56 Boccia: “Italia manterrà le tre zone. Stiamo inasprendo le soglie”

"La certezza è che le zone non cambiano: restano l'arancione, il giallo e il rosso. Fino al 15 gennaio ci sono queste misure. In queste ore stiamo inasprendo le soglie. Tutte le valutazioni, compresa quella sulle aree bianche sono sul tavolo ma ne discuteremo al momento opportuno": così il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, assicura che il governo, che tra poche ore si riunirà in Consiglio dei ministri, confermerà il sistema dell'Italia divisa in tre zone per far fronte all'emergenza coronavirus.

04 Gennaio 17:35 USA, Fauci: epidemia peggiorerà nelle prossime due settimane

L’epidemia di coronavirus negli Stati Uniti "probabilmente peggiorerà" nel corso delle prossime due settimane, anche considerato che gli ospedali del Paese segnalano una carenza di letti in terapia intensiva. Lo ha sostenuto il noto virologo, capo della task force sul coronavirus della Casa Bianca, Anthony Fauci, affermando che l’ondata di infezioni derivante dalle vacanze di Natale deve per il momento ancora essere avvertita e da questo punto di vista nelle prossime due settimane si constaterà probabilmente un aumento sia dei ricoveri che dei decessi per cause legate al Covid-19. "Siamo in quella situazione che abbiamo predetto settimane fa, quando si entra nel periodo delle vacanze e le persone hanno viaggiato molto", ha detto Fauci ai microfoni dell’emittente Nbc nel corso del programma Meet the Press, precisando che la situazione "potrebbe peggiorare e probabilmente lo farà" nelle prossime due settimane, oppure manterrà l’attuale livello "terribilmente alto" di infezioni e decessi.

04 Gennaio 17:03 Bollettino Covid: oggi 10.800 contagi e 348 morti

Sono 10.800 i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Italia. È quanto emerge dal bollettino di oggi diffuso dal ministero della Salute. Il totale dei casi in Italia sale a 2.166.244. Si registrano inoltre 348 decessi (75.680) e 16.206 guariti (1.520.106). I casi attuali sono 570.458 (-5.756). Effettuati poco meno di 78.000 tamponi.

04 Gennaio 16:52 Matrimonio a Sydney con 700 invitati senza rispettare le misure anti-Covid

Immagine da Snpachat.
in foto: Immagine da Snpachat.

Matrimonio con 700 invitati in Australia: paura per nuovo focolaio vicino Sydney dopo la scoperta nella cittadina di Fairfield delle cerimonia che si è svolta sabato senza il minimo rispetto delle regole anti Covid in vigore nel Paese. Per il gestore del locale multa da cinquemila dollari: “In questo modo si mette a rischio la propria attività e reputazione, ma anche l’economia oltre che la salute dei cittadini”.

04 Gennaio 16:44 Covid Lazio, oggi 1.334 nuovi positivi e 23 morti 

Sono 1.334 i nuovi casi di coronavirus comunicati dalla Regione Lazio con il bollettino odierno. Di questi, 518 sono i contagi nella città di Roma, 344 sono quelli in provincia. I tamponi processati sono 13mila. Sono 23 le persone decedute a causa di complicazioni derivanti dal Covid, 1.387 sono le guarite.

04 Gennaio 16:39 Coronavirus Campania, 747 contagi e 31 morti

Sono 747 i nuovi casi di positività al coronavirus in Campania secondo l'ultimo bollettino diffuso dalla Regione.In calo però il numero di tamponi: appena 6mila. I nuovi decessi sono 31, che portano il totale a 2.942 persone decedute da inizio pandemia. Da registrare anche 1.044 nuovi guariti per un totale di 112.726 persone.

04 Gennaio 16:34 Regno Unito, Johnson stasera parla a nazione: in arrivo nuove misure anti-Covid

Il primo ministro britannico Boris Johnson si rivolgerà stasera alla nazione per formalizzare la già preannunciata nuova stretta anti-Covid di fronte all'ultima impennata di contagi nel Regno Unito, alimentata anche dalle varianti del coronavirus individuate più di recente. Lo rende noto Downing Street precisando che il governo Tory ha anche deciso di riconvocare mercoledì il Parlamento prima della fine ufficiale della pausa natalizia per dibattere delle nuove misure e chiedere un voto di sostegno.

04 Gennaio 16:24 Muore a 35 anni la “maestra degli abbracci”: nel 2018 diventò virale il suo video con gli studenti

Zelene Blancas insegnava a El Paso (Texas) e nel 2018 era stata soprannominata la “maestra degli abbracci” per un video diventato virale che mostrava i suoi studenti sorridenti che si abbracciavano prima di lasciare la scuola per il weekend. Risultata positiva al Covid-19 a ottobre, è morta a soli 35 anni dopo due mesi in ospedale: “La sua vocazione era quella di diffondere gentilezza. Incarnava la gentilezza e faceva sentire gli altri speciali”, le parole della preside.

04 Gennaio 16:13 In Puglia 631 nuovi contagi e 20 decessi

Oggi in Puglia sono stati analizzati 4.138 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 631 casi positivi, per un tasso di positività del 15,2% (ieri era del 12,5%). Si contano anche 20 decessi.  I nuovi casi sono stati rilevati 318 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 46 nella provincia BAT, 97 in provincia di Foggia, 71 in provincia di Lecce, 21 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. I decessi sono stati registrati 9 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.065.109 test; 38.209 sono i pazienti guariti; 53.539 sono i casi attualmente positivi.

04 Gennaio 15:52 Israele interrompe la campagna di vaccinazione anti-Covid

Israele deve rallentare coi vaccini. Il Ministero della Salute ha deciso di interrompere la campagna di vaccinazione anti-Covid. Dopo essersi distinto come il paese del mondo che ha somministrato più dosi del siero Pfizer in rapporto alla popolazione le autorità sanitarie hanno “tirato il freno” a causa della carenza di flaconi del farmaco disponibili, problema che potrebbe richiedere qualche settimana prima di essere risolto.

04 Gennaio 15:38 La Scozia torna in lockdown a mezzanotte

La Scozia torna in lockdown dalla mezzanotte per far fronte all'impennata di contagi alimentata dalle varianti del virus registrate nelle ultime settimane. Lo ha annunciato la first minister del governo locale, Nicola Sturgeon, in attesa che il governo centrale britannico formalizzi anche in Inghilterra la stretta preannunciata dal premier Boris Johnson. Sturgeon si è detta "più preoccupata che a marzo" e ha indicato un confinamento di "3 o 4 settimane". La Scozia a dicembre non aveva adottato un secondo lockdown a differenza dell'Inghilterra, pur mantenendo restrizioni severe.

04 Gennaio 15:24 Messina, si allarga focolaio a Capizzi: 80 casi dopo una festa di compleanno

Si allarga a Capizzi, piccolo paese dei Nebrodi nel Messinese, il focolaio Covid che sarebbe stato innescato da una festa di compleanno in un locale di Nicosia (Enna). Su una popolazione di 2900 abitanti si contano 80 positivi. Nei giorni scorsi erano 58. Oltre ai nuovi contagiati c'è stato un morto, un pensionato di 68 anni, mentre altre 150 persone sono state poste in quarantena in attesa dei risultati dei tamponi. Il sindaco Leonardo Principato Trosso parla di una "situazione allarmante e di dati statistici preoccupanti" per una piccola comunità. Il presidente della Regione ha decretato Capizzi "zona rossa" fino al 13 gennaio. I primi casi di contagio sono stati posti in relazione con una festa organizzata per i 18 anni di una ragazza che si è tenuta a Nicosia con quasi 150 invitati. Ora il Codacons si è rivolto alla magistratura perché si indaghi per l'ipotesi di concorso nella diffusione di epidemia colposa.

04 Gennaio 15:10 Scuola, in Campania ritorno graduale in presenza dall’11 gennaio

Slitta di una settimana, all'11 gennaio, il rientro in classe per le prime e le seconde elementari, e per le scuole dell'infanzia in Campania, per la didattica in presenza.Lo ha deciso l'Unità di Crisi per l'emergenza Covid-19 della Regione Campania che si è riunita oggi per un'analisi dettagliata dei dati epidemiologici in relazione alla possibilità di un ritorno in presenza a scuola al termine delle vacanze natalizie. Per le scuole medie e superiori ripresa rinviata a fine gennaio, con una riunione già fissata per il 25 gennaio. Mentre le altre classi delle scuole elementari (terza, quarta e quinta), potrebbero rientrare a partire dal 18 gennaio, previa nuova riunione in Regione.

04 Gennaio 15:01 Ue conferma dosi aggiuntive di vaccino da BioNTech e Moderna 

"La Commissione Ue ha deciso di aumentare la possibilità di acquistare dosi aggiuntive di vaccino: 80 milioni nel caso di Moderna e che porterebbe a un totale di 160 milioni mentre nel caso di Pfizer-BioNtech di 100 milioni addizionali per un totale di 300 milioni di dosi". Lo ha detto uno dei portavoce della Commissione europea, precisando che sono in corso contatti tra Bruxelles e Stati membri per capire meglio come distribuire queste dosi. "La filosofia alla base della nostra strategia è fornire un portafoglio diversificato di vaccini per avere maggiori possibilità" affinché siano "sicuri e efficaci".

04 Gennaio 14:53 Verso un nuovo decreto legge sulle misure anti-Covid, Consiglio dei ministri in serata

Verso un Consiglio dei ministri stasera alle 21 sulle misure anti Covid. Lo si apprende da fonti di governo. Sul tavolo l'ipotesi di procedere con un decreto – e non con un'ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza – sulle misure da adottare dopo l'Epifania, a partire dal 7 gennaio.

04 Gennaio 14:45 In Basilicata 131 positivi e 6 morti 

In Basilicata, su 1.291 tamponi esaminati nel fine settimana, 131 persone sono risultate positive al Coronavirus: lo ha reso noto la task force regionale, aggiungendo che, nei due giorni considerati, altre sei persone sono morte a causa del Covid. Dei tamponi positivi, 113 appartengono a persone residenti in regione, dove i morti sono arrivati a quota 260 e i guariti, con i 108 del fine settimana, a 4.593. I lucani attualmente positivi sono 5.951, dei quali 5.853 sono in isolamento domiciliare. Negli ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 98 persone affette dal coronavirus: quattro sono in terapia intensiva. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in Basilicata sono stati analizzati 186.740 tamponi, 173.424 dei quali sono risultati negativi.

04 Gennaio 14:30 Germania verso la proroga del lockdown al 31 gennaio

Il governo federale e quelli dei 16 Land tedeschi avrebbero raggiunto un accordo per prorogare il lockdown fino al 31 gennaio. Lo scrive la Bild precisando che la decisione finale sarà presa domani dalla cancelliera Angela Merkel e dai 16 primi ministri. Baviera, Sassonia e Turingia – che attualmente registrano un numero particolarmente elevato di nuovi contagi – hanno sostenuto con forza l'estensione fino a fine mese del blocco, in vigore dal 16 dicembre e che prevede la chiusura di scuole, bar ristoranti e molti negozi.

04 Gennaio 14:14 Lo studio: chi ha una personalità “oscura” ha affrontato la pandemia in modo diverso

Un team di psicologi dell’Università del Mississippi ha determinato che chi presenta tratti oscuri della personalità, come sadismo, psicopatia, narcisismo e machiavellismo, ha affrontato la pandemia in modo particolare. Gli studiosi si sono concentrati sulla cosiddetta “tetrade oscura”: per ottenere le informazioni necessarie all'indagine hanno messo a punto un questionario online al quale hanno risposto circa 400 cittadini americani con un'età compresa tra i 18 e i 78 anni. Per determinare la tendenza “oscura” della personalità di ciascun partecipante i ricercatori hanno utilizzato dei test standardizzati chiamati “Dirty Dozen” e “Assessment of Sadistic Personality”, che assegnano punteggi in base alle risposte fornite. Incrociando tutti i dati è emerso che in linea di massima anche chi manifestava una personalità sadica, narcisista, psicopatica e machiavellica tendeva a rispondere alla pandemia come la popolazione generale, ma con alcune sottili e statisticamente significative differenze. Ad esempio, è emerso che chi aveva tratti narcisistici e machiavellici ha subito uno stress emotivo particolarmente elevato dalla diffusione del virus, ritenuta particolarmente minacciosa. Ciò avrebbe a che fare con l'instabilità sociale determinata dalla pandemia: i narcisisti si alimentano infatti del giudizio degli altri, mentre i machiavellici, come indicato, sfruttano gli altri per raggiungere i propri scopi.

04 Gennaio 14:00 Scuola, solo 2% dei focolai in classe: per l’Iss non è un luogo di contagio

Un report dell’Istituto superiore di sanità conferma che la scuola non è stato uno dei luoghi in cui si sono registrati i maggiori casi di contagio da Covid-19. In particolare, solo il 2% dei focolai a livello nazionale è riconducibile alle classi degli istituti italiani. E la scuola non è tra i primi tre contesti per contagi, risultando un luogo meno a rischio di case, strutture sanitarie e posti di lavoro.

04 Gennaio 13:50 Pregliasco: “Terza ondata di contagi è certa, peggiorerà da metà mese”

"La terza ondata è una certezza. L'Istituto Superiore di Sanità valuterà l'andamento dei contagi nella prossima settimana, il peggioramento potrà avvenire a metà mese", a dichiararlo è Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università statale di Milano e presidente Associazione Nazionale Pubbliche ASsistenze (Anpas), ai microfoni di Radio Crc Targato Italia. L'Italia divisa in zone a colori, continua Pregliasco, "ha funzionato a piegare la curva, ma in questi ultimi giorni c'è stato un rallentamento della discesa. Stiamo mitigando la malattia, riducendo la velocità di contagio, ma non riusciamo a controllarla".

04 Gennaio 13:32 Coronavirus Veneto, 1.682 nuovi casi su e 8138 tamponi in 24 ore 

Sono 1.682 i nuovi casi di coronavirus in Veneto su 8.138 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore. Sono questi i dati del bollettino di oggi sulla situazione covid in regione. Il tasso di positività si attesta dunque al 20.67%. Sono 50 invece i decessi covid nell'ultima giornata. Secondo il rapporto della Regione Veneto da inizio pandemia i positivi totali sono 266.946, mentre i morti sono 6.813. Il totale dei ricoverati è di 2.706 persone (+18) mentre nelle terapie intensive sono in cura 368 persone (+3). "Abbiamo rispettato tutte le restrizioni ma i risultati non si vedono. Per cui qualche elemento che non ci torna c'è, non torna a noi, e non torna nel mondo scientifico" ha affermato il presidente del Veneto, Luca Zaia, aggiungendo:  "Come Veneto la situazione è atipica, dopo 15 giorni di restrizioni, visto il bicchiere mezzo pieno le curve non crescono, ma come bicchiere mezzo vuoto non calano. Spero vivamente che ogni misura che venga adottata preveda qualsiasi forma di ristoro per le imprese. La pandemia ci sta mettendo in ginocchio, ne verremo fuori, ma la velocità di uscita sarà promozionale al nostro impegno. Altrimenti il virus prenderà suoi tempi, perché  noi glieli lasciamo".

Per quanto riguarda i vaccini, alle ore 12.00 di oggi in Veneto sono stati somministrati 16.748 vaccini, pari al 43,1% dei 38 mila in magazzino. Lo ha annunciato lo stesso  presidente della Regione Luca Zaia. "Questo sta a significare l'efficienza della nostra macchina. Facciamo vaccinazioni fino alle 22.00. Sperando che arrivino le 38 mila dosi settimanali, questa settimana ne somministriamo 70 mila", ha assicurato Zaia.

04 Gennaio 13:24 Domani per l’Italia altre 470mila dosi di vaccino Pfizer

Domani per l'Italia in arrivo altre 470mila dosi di vaccino Pfizer. Si tratta della seconda tranche delle spedizioni destinate al nostro Paese che in questa prima fase ha diritto a 3,4 milioni di dosi. I farmaci saranno distribuiti direttamente dalla casa farmaceutica nei 294 punti di somministrazione indicati dalle regioni al commissario per l'emergenza Domenico Arcuri. Intanto prosegue la somministrazione delle prime dosi già consegnate. Fino a ieri erano oltre 118mila le vaccinazioni già eseguite.

04 Gennaio 13:15 In Veneto scuole superiori chiuse fino al 31 gennaio

La riapertura delle scuole slitta anche in Veneto dove una nuova ordinanza regionale prolunga la chiusura degli istituti superiori  fino al 31 gennaio. Lo ha annunciato ai giornalisti lo stesso presidente regionale Luca Zaia. "Non ci sembra prudente in una situazione epidemiologica in Italia riaprire le scuole" ha dichiarato il governatore, aggiungendo: "Questo è ciò che dobbiamo fare per il bene della comunità oggi". "Sulle scuole il problema non è riaprire ma mantenerle aperte e verificare se ci sono le condizioni per poi mantenere questa decisione" Lo ha detto il segretario del Comitato tecnico scientifico, Fabio Ciciliano, in un'intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei. "La cosa più importante non è tanto riaprire le scuole ma cercare di tenerle aperte. Rischiare di riaprire le scuole e doverle poi richiudere tra una decina di giorni o tra due settimane. E' una cosa che il Paese non si può permettere perchésarebbe la testimonianza provata del fatto che i numeri stanno riaumentando" ha spiegato.

04 Gennaio 13:06 Gianni Rezza vaccinato contro il coronavirus: “Tutti i sanitari devono farlo al più presto”

Anche Gianni Rezza si è sottoposto al vaccino covid. Il Direttore Generale della Prevenzione presso il Ministero della Salute e dirigente di ricerca dell'Istituto Superiore di Sanità si è vaccinato oggi allo Spallanzani di Roma insieme ai medici dell'Usmaf , cioè i sanitari del Ministero della Salute assegnati all'Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera. "Mi son vaccinato insieme ai medici che controllano le frontiere del nostro Paese  vanno sulle navi di quarantena e controllano i passeggeri in arrivo e i migranti, è un bene che tutti i sanitari si vaccinino al più presto per proteggere se stessi e gli altri " ha dichiarato Rezza"

04 Gennaio 12:54 Scuola, in Friuli Venezia-Giulia studenti delle superiori in classe dopo il 31 gennaio

In Friuli-Venezia Giulia gli studenti delle superiori potrebbero non rientrare in classe prima del 31 dicembre, nonostante il governo spinga per la ripresa delle lezioni in presenza per il 50% della popolazione studentesca. Il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, "ha immaginato un'ordinanza che sposti dopo il 31 gennaio il rientro in classe dei ragazzi delle secondarie di secondo grado". Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Istruzione, Alessia Rosolen, durante una conferenza stampa questa mattina nella sede della Regione a Trieste.

"Ovviamente – ha aggiunto Rosolen – ci sono possibilità di intervenire da qui al 31 gennaio, a seconda di come la curva epidemiologica si modificherà nelle prossime settimane"

04 Gennaio 12:49 In Alto Adige 218 nuovi casi su 5.058 tamponi 

In Alto Adige sono 218 i nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. L'azienda sanitaria provinciale spiega che 142 positività riguardano l'analisi di 1.205 tamponi Pcr mentre 76 l'effettuazione dei test antigenici. Cinque i nuovi decessi per un totale da inizio pandemia di 756. Dal 24 febbraio 2020, giorno del primo caso di coronavirus accertato in provincia di Bolzano, le persone risultate positive al tampone molecolare sono 28.983 su 164.012 testate. I pazienti covid ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 197 mentre quelli che necessitano delle cure della terapia intensiva sono 25. La Provincia di Bolzano al momento ha vaccinato circa mille persone vaccini, il 17% del totale delle dosi consegnate

04 Gennaio 12:39 L’ex presidente del Senato Franco Marini ricoverato per Covid

L’ex presidente del Senato Franco Marini è stato ricoverato per Covid. L'87enne è stato trasferito all’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti.  L'esponente del Pd aveva accusato i primi sintomi della covid due giorni fa. Ora è ricoverato ed è tenuto in respirazione assistita. Le sue condizioni sarebbero stabili anche se ql momento la direzione sanitaria dell’ospedale reatino non ha emesso alcun bollettino in riferimento alle condizioni dell’ex presidente del Senato.

04 Gennaio 12:23 Friuli Venezia Giulia rinvia apertura scuola dopo il 31 gennaio: nuova ordinanza di Fedriga

Il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, "ha immaginato un'ordinanza che sposti dopo il 31 gennaio il rientro in classe dei ragazzi delle secondarie di secondo grado". Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Istruzione, Alessia Rosolen, durante una conferenza stampa sui piani legati ai trasporti. "Ovviamente ci sono possibilità di intervenire da qui al 31 gennaio, a seconda di  come la curva epidemiologica si modificherà nelle prossime settimane" ha aggiunto l'assessore. Il braccio di ferro tra regioni e governo sulla scuola dunque continua col ministro Azzolina che spinge per la riapertura il 7 gennaio e molti enti locali che chiedono un proroga almeno a fine mese.

04 Gennaio 12:16 L’Austria prolunga il lockdown fino al 24 gennaio per emergenza covid

L'Austria prolunga il lockdown fino al 24 gennaio per emergenza covid. Saltata la proposta che prevedeva un test per poter accedere al lavoro. Restano chiuse dunque attività commerciali, ma anche attività turistiche e scuole. Precedentemente era stata prevista l'apertura il 18 gennaio, per chi fosse risultato negativo al test. Tutto rinviato invece a fine mese quando ci sarà una rivalutazione della situazione epidemica,. L'Austria al momento ha vaccinato solo seimila persone, circa lo 0,07 per cento dei residenti

04 Gennaio 12:01 Nelle Marche 355 contagiati covid in 24 ore su 3.038 tamponi

Sono 355 i nuovi contagiati dal coronavirus nelle Marche nelle ultime 24 ore a fronte di 3038 tamponi analizzati. Son i dati del bollettino di oggi sull'emergenza covid in regione. Il tasso di positività nelle Marche oggi quindi scende all'11,69% rispetto al 14 per cento di ieri. Sono 1.727 invece i vaccinati covid in regione stando ai dati aggiornati fino a ieri. Si tratta di circa il 19 per cento delle circa 9mila dosi del vaccino Pfizer consegnate finora alle Marche.

04 Gennaio 11:51 Zampa: “Vaccini covid anche di notte, dobbiamo vaccinare 13 milioni di persone entro primavera”

"Valutiamo la possibilità di turni serali, notturni e festivi di somministrazione del vaccino covid per consentire a chi esce dal lavoro di utilizzare quelle ore" lo ha annunciato la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa spiegando che d'obiettivo è di vaccinare 13 milioni di vaccinati entro primavera. "Ci sono tutte le premesse per fare una campagna da serie A e tornare alla normalità prima dei competitors europei per offrire turismo e scambi commerciali in una fase in cui saranno in campo le risorse del Recovery plan, opportunità straordinaria" ha ricordato la rappresentante del Governo in una intervista al Corriere della Sera. "Non dico di fare come Israele però c’è una tabella da rispettare e quella tabella indica che entro aprile dovremmo aver immunizzato 10-13 milioni di persone. Se ne hanno bisogno, le Regioni possono contare sull’aiuto del governo e lo sanno. Tutti avrebbero da guadagnare da un grande successo, se riuscissimo a imporci come la Ferrari dell’Europa" ha concluso Zampa.

04 Gennaio 11:40 In Usa 210.479 casi e 1.394 morti covid in 24 ore

Sono 210.479 i nuovi contagi da coronavirus in Usa nelle ultime 24 ore per un totale di 20.636.663 contagi dall'inizio della pandemia. Secondo i dati del Centro statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattieLe vittime per Covid-19 nell'ultima giornata sono state invece 1.394 per un bilancio complessivo di 351.580 morti. Un bilancio che resta grave nonostante l'avvio del campagna vaccinale che fino ad oggi ha visto la somministrazione di oltre 4 milioni di dosi dei diversi vaccini approvati e almeno 13.071.925 dosi di vaccino già consegnate.

04 Gennaio 11:27 Coronavirus Toscana, 313 nuovi casi su 5.210 tamponi in 24 ore

Sono 313 i nuovi casi di coronavirus in Toscana nelle ultime 24 ore a fronte di 5.210 tamponi analizzati nell’ultima giornata, lo ha reso noto il governatore Eugenio Giani anticipando i dati completi del bollettino di oggi sulla situazione epidemica in regione. “I nuovi casi positivi sono 313 su 5.210 tamponi molecolari e 688 test rapidi effettuati. Non abbassiamo la guardia!” ha scritto il Presidente della Regione Toscana. Stando agli ultimi dati la Toscana è una delle regioni più virtuose in Italia sulla somministrazione dei vaccini covid avendo già vaccinato oltre 10.500 persone con una percentuale del 37,8% delle dosi consegnate.

04 Gennaio 11:20 Riapertura scuola 7 gennaio, gli esperti frenano: “È rischioso, rimandare a metà gennaio”

Il 7 gennaio gli studenti italiani torneranno a scuola, anche quelli delle superiori seppur al 50%. Non sono però pochi gli esperti che esprimono dubbi e preoccupazioni per un eventuale aumento dei contagi, proponendo di aspettare almeno fino a metà gennai, da Massimo Galli a Walter Ricciardi passando per Filippo Anelli. Contraria al rinvio l’immunologa Viola: “Non si può risolvere in 7 giorni quello che non è stato fatto in mesi”.

04 Gennaio 11:10 Norme covid: in arrivo nuova ordinanza del ministro Speranza 

In arrivo una nuova ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza per l'introduzione delle nuove misure restrittive e le norme anticontagio da adottare dopo il 7 gennaio. Del provvedimento ponte si discuterà in giornata tra i ministri e il Premier Conte in un nuovo vertice di governo. Il provvedimento, che sarà in vigore fino al 15 gennaio, data di scadenza dell'ultimo Dpcm, potrebbe essere firmato già entro stasera.

04 Gennaio 10:59 In Germania 9.847 nuovi casi covid in 24 ore ma calano i tamponi

La Germania ha registrato 9.847 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore ma a fronte di un calo consistente dei tamponi. Sono i dati del Robert Koch Institute, il centro epidemiologico nazionale tedesco. Salgono così a 1.775.513 i contagi in Germania dall'inizio della pandemia.  Nell'ultima giornata sono invece 302 i decessi covid registrati nel Paese per un tortale di 34.574 vittime dall'inizio dell'emergenza.

04 Gennaio 10:45 Boccia: “In Europa siamo già alla terza ondata di contagi covid”

"L'Italia ha retto bene in un contesto internazionale difficilissimo. La situazione è in rapida evoluzione e la terza ondata in Europa c'è già" lo ha dichiarato il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia ricordando che l'attenzione "non è solo sul dato dei contagi, ma anche sulla rapidità della loro ripresa" anche perché "le diverse varianti, a partire da quella inglese, impongono una modifica dei tempi di reazione". "Mentre facciamo i vaccini dobbiamo tenere al riparo i più fragili e le reti sanitarie" ha aggiunto Boccia in un'intervista a Il Messaggero, aggiungendo: "Limitare gli spostamenti sarà ancora necessario" così come "le limitazioni di orario sono misure sofferte ma essenziali per la sicurezza sanitaria del Paese".

04 Gennaio 10:15 In Russia nuovi contagi in calo: 23.351 casi nelle ultime 24 ore 

In Russia nuovi contagi da coronavirus in calo: nelle ultime 24 ore sono 23.351 i nuovi casi registrati, il numero più basso dallo scorso 18 novembre che conferma il trend decrescente degli ultimi giorni. Anche il Tasso di diffusione scende al minimo da fine giugno, attestandosi a 0,92. Lo riporta il centro russo di risposta nazionale al coronavirus, citato dall'agenzia Tass. Il numero totale dei casi all'inizio della pandemia è salito così a 3.260.138. I morti nelle ultime 24 ore invece sono stati 482 per un totale di 58.988 da inizio epidemia

04 Gennaio 09:51 Ricciardi: “Le misure attuali non basteranno a salvarci dalla terza ondata di contagio covid”

"Non credo che queste misure basteranno a salvarci dalla terza ondata, ma non vorrei fare polemica" la previsione pessimistica è di Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene all'Università Cattolica e direttore scientifico degli Istituti Maugeri, nonché consulente del ministro della Salute Roberto Speranza. "Se si fanno dei provvedimenti poi bisogna farli rispettare. Le dichiarazioni di intenti non fermano i contagi" ha spiegato Ricciardi in un'intervista a La Stampa rilordando che "i dati dicono che gli assembramenti ci sono ancora e che si prepara una terza ondata" che potrebbe arrivare "entro due settimane" quando "avremo un aumento del contagio non banale".

04 Gennaio 09:20 Nel Regno Unito somministrata la prima dose del vaccino Oxford-AstraZeneca 

Nel Regno Unito somministrata la prima dose del vaccino Oxford-AstraZeneca. Da oggi infatti nel Paese comincia la vaccinazione anche con le prime dosi di questo siero dopo quello di Pfizer e Moderna. La Gran Bretagna è il primo Paese ad utilizzare il vaccino preparato dall'università diOxford su cui aveva punto molto l'Ue e l'Italia perché economico e facilmente trasportabile visto che può essere conservato alla temperatura di un normale frigorifero. Londra ha dato il via libera all'uso di emergenza nei giorni scorsi mentre in Ue l'Ema ha chiesto ulteriore documentazione ad AstraZeneca per l'ok. A partire da oggi, sei ospedali in Inghilterra somministreranno le circa 530mila dosi che la Gran Bretagna ha già pronte per questa settimana. Il primo a ricevere la dose è  stato Brian Pinker, un paziente in dialisi di 82 anni. Intanto AstraZeneca ha depositato un domanda di approvazione del vaccino sviluppato con l'Università di Oxford anche in Corea del Sud che mirerebbe ad approvare il vaccino per utilizzo di emergenza in 40 giorni.

 

04 Gennaio 09:02 Azzolina: “Il 7 gennaio si torna in classe, scuola fin troppo sacrificata”

"Posso confermare la volontà del governo di riaprire le scuole. Avremmo voluto farlo a dicembre, ma abbiamo rimandato su richiesta delle Regioni. Abbiamo collaborato: ora è arrivato il tempo di tornare in classe. La scuola è un servizio pubblico essenziale, non si può continuare a sacrificare i ragazzi né pensare che la didattica a distanza possa sostituire quella in presenza", lo ha sottolineato la Ministra dell'istruzione Lucia Azzolina in un'intervista a Il Fatto quotidiano. "Tutte le decisioni richiedono la prudenza che finora ci ha guidati. Continueremo a seguirla" ed "è chiaro però che se in questo momento sale la curva dei contagi non può  essere colpa delle scuole superiori, visto che sono chiuse da due mesi", dunque "possiamo dire che la scuola ha fatto la sua parte" e "se dovessero servire nuove misure di contenimento, ora bisognerebbe cercarle in altri settori", ha concluso la ministra.

04 Gennaio 08:52 In Italia ipotesi zona bianca dopo il 15 gennaio: cinema e palestre potranno riaprire

Con il nuovo dpcm anti Covid potrebbe essere introdotta nella classificazione delle fasce di rischio la ‘zona bianca’: con una bassa circolazione del virus, se i parametri lo permetteranno, sarà possibile riaprire in alcune Regioni i luoghi della cultura, come cinema e teatri, ma anche palestre e piscine. La proposta di una ‘zona bianca' è stata avanzata dal ministro Dario Franceschini, che ha trovato una sponda nel ministro della Giustizia Bonafede. Nelle Regioni in cui il virus circola meno potrebbero riaprire non solo i luoghi della cultura, come cinema, teatri, sale da concerto, musei, ma anche palestre e piscine. Mentre bar e ristoranti potrebbero riaprire senza limiti di orario, nel rispetto naturalmente delle misure di sicurezza, come il distanziamento sociale, l'obbligo di mascherina, e il divieto di assembramenti. La zona bianca potrebbe essere introdotta già nel prossimo dpcm.

04 Gennaio 08:47 Focolaio in una Rsa nel Ravennate: morte dieci suore

Il coronavirus fa strage nelle Rsa , la conferma purtroppo arriva da una Rsa di Cervia (Ravenna) dove dieci suore sono morte per covid nelle scorse settimane dopo un focolaio di contagio da coronavirus. Nella struttura, che ospita soprattutto religiose, 45 ospiti sono state contagiate. Dieci di loro, tra gli 80 e i 93 anni, non sono sopravvissute. Le altre sono ora tutte negative tranne una, che non presenta però sintomi.

04 Gennaio 08:05 Galli: “Mancano medici e infermieri per i vaccini, richiamane quelli in pensione”

“Credo si debba essere realisti: medici da assumere e infermieri liberi da impegni da reclutare per la Campania dei vaccini covid ne abbiamo pochissimi” per questo, si deve valutare “ la possibilità di fare ricorso a medici e infermieri che sono andati in pensione negli ultimi quattro anni”, lo ha spiegato Il professor Massimo Galli, direttore del reparto di Malattie infettive dell'Ospedale Sacco di Milano. “Nel futuro prossimo dovremo e potremo vaccinare tutto il Paese, mi auguro. Mai niente di simile è stato fatto prima e doverlo fare in concomitanza di una forte ripresa della malattia sarebbe una grande iattura e un serio ostacolo. Continuare a contenere la trasmissione della malattia è fondamentale” ha aggiunto Galli a Il Messaggero.

04 Gennaio 07:51 Oltre 85 milioni di contagi da coronavirus nel mondo

Nel mondo superati gli 85 milioni di contagi da coronavirus. Secondo quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University, i contagi sono attualmente 85.123.361, inclusi 1.843.135 decessi covid. Dall'inizio della pandemia nel mondo sono guarite 47.860.306 persone. I Paesi più colpiti restano Usa, India e Brasile

04 Gennaio 07:44 In Corea del Sud inasprite norme covid: vietato riunirsi in più di cinque persone

Il governo della Corea del Sud intende estendere all'intero territorio nazionale il divieto agli assembramenti privati di oltre cinque persone non conviventi, e prorogare le misure già in vigore fino al prossimo 17 gennaio. Lo ha annunciato nel fine settimana il ministero della Salute locale. Il divieto di assembramento è già in vigore nell'area di Seul dallo scorso 23 dicembre, e proibisce a gruppi di oltre cinque persone di riunirsi al chiuso o all'aperto a fini di socializzazione. Il ministro della Salute e del welfare, Kwon Deok-cheol, ha dichiarato durante una conferenza stampa che la misura punta a "stabilizzare l'andamento dei nuovi contagi prima dell'inizio delle vaccinazioni, nel mese di febbraio".

04 Gennaio 07:37 Speranza: “Variante inglese preoccupa per velocità di contagio, Italia zona rossa il prossimo week end”

"Guardiamo all'Inghilterra che ha superato i 60mila contagi al giorno e dobbiamo essere consapevoli del lavoro eccezionale che abbiamo fatto. Dobbiamo usare precauzioni serie perché quella variante ci preoccupa per la velocità di contagio", lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso del vertice con le Regioni sulle misure anti-Covid che saranno introdotte dal 7 gennaio. Il ministro ha confermato che si valuta "per il prossimo fine settimana di applicare le misure da zona rossa per i festivi e prefestivi, con la salvaguardia dei Comuni più piccoli per gli spostamenti". In ogni caso servirà un nuovo passaggio all'interno del governo "dopo aver raccolto i contributi dei presidenti".

04 Gennaio 07:32 Giappone pronto allo stato di emergenza per Tokyo, troppi ricoveri covid

Il governo del primo ministro del Giappone, Yoshihide Suga, si prepara a dichiarare un nuovo stato di emergenza sanitaria all'inizio di questa settimana dopo quello di aprile, in risposta al sensibile aumento dei contagi e dei ricoveri covid a Tokyo e nell'area metropolitana circostante. Il provvedimento, richiesto espressamente dalla governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, sarà valido anche per le prefetture limitrofe di Kanagawa, Saitama e Chiba. "Come governo, stiamo prendendo in considerazione la dichiarazone dello stato di emergenza. Lavoreremo ai dettagli il prima possibile per ridurre efficacemente il rischio di contagio nell'ambito della ristorazione", ha dichiarato il primo ministro, aggiungendo che secondo le valutazioni degli esperti consultati dal governo, bar e ristoranti della capitale sarebbero all'origine di molti dei contagi registrati a Tokyo. La capitale ha registrato un record di 1.337 casi giornalieri la scorsa settimana, e ieri il numero dei pazienti positivi al coronavirus in terapia intensiva e' aumentato a 100

04 Gennaio 07:25 Oltre 118mila vaccinati covid in Italia, in arrivo nuovo carico di dosi del vaccino Pfizer

L'Italia ha superato i 100mila vaccinati covid. Alla mezzanotte di ieri infatti erano 118.554 le dosi di vaccino anti-Covid già somministrate nel nostro Pese, secondo i dati del report vaccini che si trova sul sito del ministero della Salute. Si tratta, in particolare, di 71.104 donne e 47.450 uomini. A livello complessivo, quindi, è stato già somministrato circa il 25% delle 469.950 dosi ricevute da Pfizer/BioNTech tra il 30 dicembre e il 1 gennaio. Per molti sono ancora poche ma a preoccupare sono sopratutto le differenze regionali con alcune regioni nettamente indietro. Intanto un nuovo carico di dosi del vaccino Pfizer, salvo sorprese, dovrebbe arrivare in Italia nelle prossime ore.

04 Gennaio 07:20 L’Italia torna in zona arancione ma solo per 24 ore: tutte le regole

L’Italia torna in zona arancione oggi lunedì 4 gennaio ma solo per 24 ore. Durante la giornata di oggi sarà possibile muoversi liberamente all’interno del proprio Comune e riapriranno i negozi. Domani e per l’Epifania il Paese sarà infatti di nuovo in zona rossa. Ecco quali sono le regole anti-coronavirus in vigore per oggi.

04 Gennaio 07:16 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 4 gennaio 2021

Resta alta l'allerta covid inItalia dove nell'ultimo bollettino diffuso dal Ministero della salute sono stati registrati ulteriori 14.245 casi e 347 morti. Il totale dei contagi dall’inizio dell’emergenza sanitaria sale a quota 2.155.446 mentre i decessi sono ora 75.332 dall’inizio dell’epidemia. In Italia i guariti sono in totale 1.503.900, con un aumento di 14.746 nelle ultime 24 ore. I casi attualmente positivi sono 576,214, di cui 23.075 ricoverati in ospedale, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 2.583. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 102.974. La Regione che fa registrare più casi su base giornaliera è il Veneto. Ecco i dati relativi agli incrementi nelle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia: +1.709

Veneto: +3.419

Piemonte: +741

Campania: +619

Emilia Romagna: +1.818

Lazio: +1.681

Toscana: +355

Sicilia: +1.o47

Puglia: +950

Liguria: +221

Friuli Venezia Giulia: +200

Marche: +372

Abruzzo: +207

Sardegna: +194

P.A. Bolzano: +96

Umbria: +202

Calabria: +150

P.A. Trento: +130

Basilicata: +81

Valle d'Aosta: +35

Molise: +18

In Italia il governo discute del nuove misure restrittive che andranno in vigore dopo l'Epifania e intanto si torna in zona arancione, anche se per poco. Si va verso zona rossa il 9 e 10 gennaio ma son diverse le misure allo studio del governo per il periodo post festività e prima del ritorno alle varie zone in base all'indice Rt regionale. Al vaglio anche la proroga del divieto di ospitare a casa più di due parenti o amici. "Guardiamo all'Inghilterra che ha superato i 60mila contagi al giorno e dobbiamo essere consapevoli del lavoro eccezionale che abbiamo fatto. Dobbiamo usare precauzioni serie perché quella variante ci preoccupa per la velocità di contagi ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso del vertice con le Regioni sulle misure anti-Covid, confermando che si valuta "per il prossimo fine settimana di applicare le misure da zona rossa per i festivi e prefestivi, con la salvaguardia dei Comuni più piccoli per gli spostamenti". I presidenti delle Regioni sono quasi tutti concordi con misure rigorose anche per le prossime settimane purché non siano modificate di settimana in settimana e siano garantiti i ristori.

Restano ancora molti dubbi anche sulla riapertura della scuola il 7 gennaio. Intanto prosegue la campagna vaccinale: In Italia superati i 100mila vaccinati. Ammontano infatti a 118.554 le dosi di vaccino anti-Covid già somministrate nel nostro Pese È quanto emerge dal report vaccini che si trova sul sito del ministero della Salute, aggiornato alle 00.59 di oggi. Si tratta, in particolare, di 71.104 donne e 47.450 uomini. A livello complessivo, quindi, è stato già somministrato circa il 25% delle 469.950 dosi ricevute da Pfizer/BioNTech. Un nuovo carico di dosi dovrebbe arrivare in Italia nelle prossime ore

Nel mondo superati gli 85 milioni di contagi e 1,8 milioni di morti covid. Nel Regno Unito superati i 75mila ma sono gli Usa ancora il Paese più colpito nonostante. Il Giappone si prepara a proclamare lo stato di emergenza a Tokyo.