23 settembre 22:55 Focolaio con dieci positivi a Stefanaconi: la Regione Calabria istituisce la zona rossa

Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, ha emesso stasera un'ordinanza con la quale ha dichiarato "zona rossa" il Comune di Stefanaconi, in provincia di Vibo Valentia, dopo l'individuazione di 10 soggetti positivi a coronavirus; altri 72 sono in quarantena. L'ordinanza di Santelli, la numero 67 dall'inizio dell'emergenza coronavirus, è motivata dalla necessità di evitare l'ulteriore propagarsi del contagio all'interno e all'esterno del Comune di Stefanaconi.

Il focolaio individuato – si legge nel provvedimento – "rappresenta un potenziale pericolo per l'ulteriore diffusione del virus e il Dipartimento di Prevenzione dell'Asp ha in atto ulteriori accertamenti. L'incidenza dei casi confermati si attesta su livelli significativi, atteso che la popolazione residente è di 2.400 abitanti. La situazione epidemiologica, legata al cosiddetto focolaio, può peggiorare rapidamente, dando luogo ad altri focolai, non diversamente contenibili". L'ordinanza della governatrice dispone, a partire dalle ore 00,01 di domani, 24 settembre, e sino alle ore 24,00 del 27 settembre prossimo, il divieto di allontanamento di tutte le persone residenti e il divieto di accesso nel Comune di Stefanaconi prevedendo che "sono consentiti unicamente gli spostamenti ritenuti essenziali" e "sono sospese tutte le attività commerciali e produttive, ad eccezione di quelle ritenute ‘essenziali'".

23 settembre 21:51 Francia, 13mila casi nelle ultime 24 ore. Terapie intensive al collasso

Situazione drammatica in Francia. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono risaliti sopra quota 13.000 (ieri erano stati 10.008), toccando quota 13.072. Crescono anche i pazienti in rianimazione, 24 più di ieri (+675 nell’ultima settimana). I focolai attualmente attivi in tutto il paese sono 1.039, settanta dei quali scoperti nelle ultime 24 ore. Il governo introduce nuove restrizioni nelle principali città del paese, a partire da Parigi.

23 settembre 21:12 A Genova obbligo di mascherina anche all’aperto nel centro storico

"Su Genova tra poco firmerò un'ordinanza, di concerto con il sindaco, che prevede l'obbligo di mascherina anche diurna non solo nelle prospicienze dei locali ma estesa a una serie di aree del centro storico a ridosso del Porto Antico perché lì stando al nostro sistema di tracciamento si registra il più alto numero di contagi". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del punto stampa di aggiornamento sull'emergenza coronavirus, parlando delle misure per Genova dove nelle ultime 24 ore sono saliti i nuovi casi positivi in alcune aree del centro storico."Su Genova – ha detto Toti – sono 63 i casi positivi oggi: i 40 contatti di caso confermato per circa una metà si riferiscono a cittadini di nazionalità o provenienza straniera, per capirci a quei cluster del centro storico cui abbiamo fatto riferimento nei giorni scorsi". Il sindaco Marco Bucci ha parlato di un potenziale cluster nel centro storico: "Abbiamo deciso, per salvaguardare la salute, di prendere alcune misure precauzionali che sono quelle già prese a Spezia e in altre città. Dal momento della firma dell'ordinanza, questa sera, abbiamo definito un'area in cui estendiamo l'obbligo di mascherina per tutto il giorno all'aperto, indipendentemente dalle distanze". L'area interessata va dall'ingresso doganale della stazione marittima, a semicerchio, passando a sud di queste vie: via Fanti d'Italia, la stazione Principe, via Balbi, piazza della Nunziata, largo Zecca, via Cairoli, via Garibaldi, via 25 Aprile, piazza Matteotti, Porta Soprana, via del Colle, via Ravasco, via Madre di Dio."Questo – ha motivato il sindaco – perché si è dimostrato che solo l'uso di mascherine dà un notevole calo dei contagi. Al chiuso nei luoghi pubblici rimane l'obbligo di mascherina a esclusione di chi si trova al tavolo per la consumazione". "Chiedo la collaborazione di tutti i genovesi da subito – ha proseguito – Nel resto della città la situazione è molto buona. In quest'area chiediamo il rispetto delle regole per risolvere il problema. Per ora si parte dalla firma e abbiamo messo un termine indefinito di tempo, appena vedremo tornare i numeri come prima leveremo l'ordinanza".

23 settembre 20:56 In Europa i casi di Coronavirus hanno superato la soglia dei 5 milioni

I casi di coronavirus finora accertati in Europa hanno superato la soglia dei 5 milioni, secondo un conteggio dell'agenzia di stampa Afp. La seconda ondata nel vecchio continente preoccupa. La Spagna ieri ha registrato un record di morti mai raggiunto in questa seconda fase, in Francia ormai la metà del paese è considerata "zona rossa". La Gran Bretagna con 6 mila nuovi contagi in 24 ore si prepara a nuove misure.

23 settembre 20:18 Cagliari, morto al pronto soccorso un 33enne positivo al Covid

Un giovane originario di Isili è arrivato in condizioni disperate in ospedale, con una grave insufficienza respiratoria, ed è morto al Pronto soccorso di Cagliari. Il ragazzo era uno dei primi contagiati di questa estate in Sardegna, dopo aver frequentato alcuni locali della Costa Smeralda.

23 settembre 19:53 Inchiesta Diasorin-San Matteo di Pavia: finanza indaga su sms e telefonate di Fontana

Il governatore Attilio Fontana
in foto: Il governatore Attilio Fontana

Gli uomini delle Fiamme Gialle di Pavia si sono recati questa mattina a casa del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana per effettuare copia forense dei contenuti e, in particolare della messaggistica, del suo cellulare nell'ambito dell'inchiesta con al centro l'accordo tra Diasorin e il Policlinico San Matteo per lo sviluppo dei test sierologici e molecolari per la diagnosi del Covid. La stessa operazione da parte della Guardia di Finanza è stata effettuata sul telefono di Giulia Martinelli, la responsabile della segreteria del governatore, nonché ex compagna del leader della Lega Matteo Salvini. Nessuno dei due risulta indagato nell'indagine avviata dal Procuratore aggiunto Mario Venditti che invece vede tra le persone sotto inchiesta i vertici sia dell'istituto di ricerca pavese e sia della multinazionale di ricerca in campo farmacologico.

Iacopo Pensa, legale del governatore lombardo, ha ribadito che "il presidente Fontana non è indagato, ha subito una perquisizione presso terzi. Non gli è stato sequestrato nulla, è stata effettuata copia del contenuto del cellulare. È grave, però, – ha proseguito l'avvocato – che la perquisizione sia avvenuta con modalità non pertinenti alle finalità dell'operazione, con un decreto non circostanziato ma applicabile a chiunque e con evidenti criticità di carattere costituzionale, vista la ovvia presenza di conversazioni di carattere istituzionale nel cellulare del presidente Fontana".

23 settembre 19:23 A Modena 2 pazienti positivi in ospedale: sono vicini di letto

Un contagio da Coronavirus in ospedale è stato rilevato a Modena. Si tratta di un paziente di 79 anni, ricoverato in Medicina interna al Policlinico, che è risultato positivo e in seguito ai controlli è emersa la positività anche di un secondo paziente, 71 anni, suo vicino di letto. Il paziente, spiega una nota dell'azienda ospedaliera universitaria, era stato ricoverato il 15 settembre, proveniente dal Pronto Soccorso, dopo aver sostato in zona filtro ed un tampone risultato negativo. Al consueto controllo prima della dimissione è stato fatto – come previsto dalle procedure aziendali – un nuovo tampone che è risultato, invece, positivo. "Voglio anzitutto rassicurare sul fatto che al momento i due pazienti sono in buone condizioni – ha detto il direttore generale dell'Aou di Modena, Claudio Vagnini – Al momento sono stati trasferiti in Malattie Infettive, ma potrebbero essere dimessi a breve. Come detto, sono in corso i controlli sul personale e sugli altri pazienti in modo da poter ricostruire la catena di contagio. La situazione è costantemente monitorata. Il sistema di controllo ha funzionato e questo è importante"

23 settembre 18:56 Coronavirus Lombardia, 196 nuovi casi e nessun decesso

Sono 196 rispetto a ieri i nuovi casi positivi in Lombardia (di cui 29 ‘debolmente positivi' e 6 a seguito di test sierologico) a fronte di 22.805 tamponi eseguiti (totale complessivo: 1.990.912.). In terapia intensiva, secondo il bollettino di oggi della Regione, sono 33 pazienti (-1) mentre quelli non in terapia intensiva sono 308 (+14). Non si registrano decessi.

23 settembre 18:31 Studente positivo a Rimini, non previsto l’isolamento per compagni e personale scolastico

Uno studente della provincia di Rimini delle scuole medie è risultato positivo al coronavirus. Il caso è emerso dopo un test effettuato volontariamente in seguito a un contatto avuto fuori regione. Il personale dell'Igiene pubblica di Rimini, a seguito di apposita verifica, non ravvede in ambito scolastico contatti stretti né tra gli studenti né tra questi e il personale scolastico dell'istituto. Per loro non è dunque previsto l'isolamento ma l'effettuazione di tampone a scopo prevalentemente conoscitivo.

23 settembre 18:20 Quanto dura la quarantena per il Coronavirus nei diversi paesi europei

In Italia il periodo di isolamento domiciliare continua a essere di 14 giorni, ma come funziona nel resto d'Europa? Qual è la durata della quarantena più opportuna? L'indicazione continua ad essere quella dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che raccomanda una quarantena di 14 giorni per prevenire la trasmissione del virus. La comunità scientifica tuttavia non ha un parere unanime sulla durata dell'isolamento forzato e non a caso alcuni paesi hanno optato per soluzioni di minor durata. La Francia, ad esempio, ha optato per una quarantena di una settimana. Anche Austria e Slovenia hanno ridotto il periodo di isolamento da 14 a 10 giorni e la stessa misura è allo studio anche in altri Paesi. In Belgio a partire dal primo ottobre la quarantena avrà una durata di una settimana.

23 settembre 18:07 Calcio in Brasile, governo dà ok per la riapertura degli stadi (ma non tutti sono d’accordo)

Gli amanti del gioco del calcio in Brasile potrebbero presto tornare allo stadio, anche se in maniera limitata. Il ministro ha affermato di aver approvato una proposta che consente agli stadi di funzionare fino al 30 percento della loro capacità. "L'apertura deve avvenire attraverso protocolli da stabilire con l'obiettivo principale di garantire la salute e il benessere di tutti", si legge nella nota. Gli operatori dello stadio e le autorità locali deciderebbero quali protocolli adottare per le rispettive sedi. È stato concesso agli stadi di riaprire i battenti, ma i media hanno detto che la Confederazione calcistica brasiliana (CBF) discuterà la decisione con i club prima di procedere con il piano. La mossa richiede anche l'approvazione delle rispettive autorità statali e municipali. Alcuni club e governi locali hanno già espresso la loro opposizione alla proposta, citando il continuo alto tasso di contagi da coronavirus. Il Brasile ha il secondo bilancio delle vittime più alto al mondo dopo gli Stati Uniti. Ai tifosi è stato impedito di entrare negli stadi da metà marzo, quando tutte le competizioni di calcio nel paese sono state sospese a causa della crescente crisi sanitaria.

23 settembre 17:53 Altri 9 positivi tra gli ospiti della missione Speranza e Carità di Biagio Conte

Ci sono altri nove positivi tra gli ospiti della missione Speranza e Carità di Biagio Conte, a Palermo. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Sanità.

23 settembre 17:42 Nuovo picco da maggio di casi nel Regno Unito: 6.178 in 24 ore

Nuovo picco da maggio dei casi di coronavirus nel Regno Unito secondo i dati giornalieri diffusi dal governo, che certificano altri 6.178 contagi contro i quasi 5.000 di ieri (lo scorso 1° maggio erano stati calcolati 6.201 contagi). Stabile la conta dei morti (37 nelle ultime 24 ore, come ieri), e il totale dei ricoveri nazionali in terapia intensiva, fermo a 181. Circa 220.000 i test quotidiani eseguiti, per un totale di oltre 19 milioni dall'inizio della pandemia.

23 settembre 17:24 Nessuna regione a 0 contagi, terapie intensive aumentano di 5 unità

Nessuna regione italiana registra zero nuovi casi di contagio nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal bollettino di oggi, che conta in totale 1.640 nuovi casi di Coronavirus. La regione che registra più contagi è la Campania, con +248 contagi, seguita da Lombardia (+196), Lazio (+195), Veneto (+150), Liguria (+108), Emilia-Romagna (+101). Tutte le altre regioni sono sotto i 100 nuovi casi. Aumentano anche le terapie intensive: oggi sono 244, + 5 rispetto a ieri. Record di tamponi effettuati:  103.696 in 24 ore.

23 settembre 17:17 Riapertura scuole, Associazione nazionale presidi: “Bilancio tutto sommato positivo”

Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi (Anp), parla dieci giorni dopo la riapertura della scuola in Italia: “Il bilancio tutto sommato è positivo, con il sistema che è riuscito a ripartire. Ma non mancano le criticità: la consegna dei banchi monoposto non è stata terminata e molti sono costretti a fare lezione solo sulle sedie. Inoltre manca il personale docente e Ata supplente. In alcuni istituti non c’è il 50% del personale”. L'intervista di Fanpage.it.

23 settembre 17:12 In Italia sale il numero dei contagi: 1.640 nuovi casi in 24 ore, oltre 103mila i tamponi

Continuano a crescere i nuovi casi di Coronavirus in Italia: nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 1.640, per un totale di 302.537 dall’inizio dell’epidemia. È quanto è emerso dal bollettino di oggi, mercoledì 23 settembre, reso noto dal Ministero della Salute. In salita anche il numero dei morti (+20 rispetto a ieri). Ben 103 i tamponi effettuati: impennata di nuove infezioni in Campania, con quasi 250 nuovi positivi. Sopra i 100 anche Lazio, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

23 settembre 16:47 Viceministro Sileri: “Virus sotto controllo ma numeri cresceranno”

"I paesi europei hanno attuato misure diverse per contrastare il virus, ma c'è comunque il fattore dell'abbassamento delle temperature, che inizia prima nel nord Europa. Ad ogni modo, credo che anche noi arriveremo a numeri simili, è inevitabile. Ma non sono preoccupato del numero, perché questo salirà. Sono invece più preoccupato se il numero dovesse salire in maniera improvvisa, come una crescita di 10 mila casi una settimana". Lo ha detto il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo a SkyTg24. "Una crescita controllata, lenta, è invece naturale", ha aggiunto Sileri osservando che "sarà importante controllare i focolai, che aumenteranno, e soprattutto limitare l'impegno del nostro servizio sanitario nazionale. In altre parole, fino a quando le terapie intensive avranno numeri bassi significa che le cose vanno bene. In questo momento – ha poi sottolineato il vice ministro – la situazione è molto, molto sotto controllo, ma non solo in Italia, perché se andiamo a vedere i dati degli altri paesi il numero dei positivi è altissimo rispetto a un numero di malati che è molto, molto basso e per malati mi riferisco a coloro che necessitano di un ricovero ospedaliero. Se poi prendiamo il numero delle persone che vanno in terapia intensiva, è ancora più basso". "Ora bisogna proteggere i più fragili, quindi il virus non deve entrare nelle Rsa, nelle case dei nonni. La situazione è sotto controllo, ma prepariamoci a numeri più alti", ha concluso Sileri.

23 settembre 16:27 Speranza: “Ora 100.000 tamponi al giorno, li aumenteremo ancora”

Il ministro della Salute Roberto Speranza al question time alla Camera: "I test sono un tema strategico per affrontare i prossimi mesi. Ad oggi tutte le istituzioni internazionali riconoscono come gold standard il tampone molecolare classico e noi abbiamo rafforzato le nostre capacità, con oltre 100mila tamponi al giorno e prevediamo di aumentare tale numero". "Con l'ordinanza del 13 agosto per primi in Europa abbiamo dato via libera ai test antigenici utilizzati agli aeroporti. Dopo circa un mese i risultati sono incoraggianti e la valutazione del ministero è che si possano iniziare a utilizzare anche fuori dagli aeroporti", ha detto inoltre il ministro parlando dei cosiddetti "tamponi rapidi", che potrebbero tornare utili, ha aggiunto, anche "rispetto alla grande questione della riapertura delle scuole, si va in questa direzione. Avere più test a disposizione ci mette nelle condizioni di affrontare meglio anche questa partita".

23 settembre 16:11 Coronavirus, l’esperto Fauci: “Non ce la faremo solo con un vaccino”

L'immunologo a capo della task force Usa contro il coronavirus, Anthony Fauci, alla rivista medica British Medical Journal: "Credo che (la pandemia, ndr) finirà con un vaccino efficace e sicuro che alla fine sarà ampiamente distribuito in tutto il mondo. Ma questo deve avvenire insieme alle misure di salute pubblica. Non ce la faremo solo con un vaccino: bisogna utilizzarlo insieme alle misure di salute pubblica, fino a quando l'ombrello di protezione globale non sarà aperto su tutto il mondo. Non succederà tra pochi mesi. Probabilmente ci vorranno un anno o due".

23 settembre 15:54 Coronavirus Francia, massimo allarme a Parigi e varie città

Nuove misure anti-Covid in Francia, in particolare in diverse metropoli tra le quali Parigi, dove il virus ‘corre' in maniera impressionante. Il ministro della Salute francese presenterà una nuova mappatura dell'epidemia, che inserirà le varie città nella categoria "super-rosso" o "scarlatto"; il che indurrà una serie di nuove restrizioni sanitarie. Dopo un Consiglio di difesa dedicato all'epidemia, Ve'ran presenterà alle 19 una nuova mappatura della circolazione del virus e specificherà le diverse risposte consigliate in base alle categorie in cui le città sono state collocate, tra "rosso", "super rosso" e "scarlatto".

23 settembre 15:31 Il presidente russo Putin: “A breve registriamo il secondo vaccino”

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato ai membri della camera alta del Parlamento che "a breve sarà registrato un altro vaccino russo contro il coronavirus". L'11 agosto scorso il governo aveva già registrato ufficialmente Sputnik V, il primo vaccino al mondo contro il Covid-19.

23 settembre 15:03 Virologo Berlino: “Covid in Germania inizia soltanto ora seriamente”

La Germania deve sforzasi di più in vista dei prossimi mesi: "dobbiamo cambiare alcune cose perché la pandemia inizierà seriamente soltanto adesso. Anche da noi", secondo il virologo dello Charité Christian Drosten, una delle voci di punta del panorama scientifico tedesco, nel contrasto al Covid. "Non abbiamo fatto le cose meglio degli altri finora, abbiamo soltanto reagito prima", afferma lo scienziato, invitando a smetterla di trattare questo argomento con "modi da stadio". "Non abbiamo avuto successo perché abbiamo enti sanitari migliori di quelli francesi, e ospedali migliori di quelli italiani", ma perché abbiamo reagito prima, ha aggiunto.

23 settembre 14:37 Lo studio: tra ottobre e novembre possibile nuovo picco in Italia

Potrebbe arrivare a cavallo tra ottobre e novembre il prossimo picco della pandemia di Covid 19 in Italia e, più in generale, nel continente europeo. A sostenerlo il modello matematico elaborato da due esperti italiani, ovvero Giacomo Cacciapaglia, che lavora all'Institut de Physique des 2 Infinis, a Villeurbanne in Francia e Francesco Sannino, ricercatore presso l’Università della Danimarca meridionale, ad Odense. Entrambi sono riusciti ad elaborare un modello matematico utile per cercare di capire, sulla base dei dati rilevati, come potrebbe evolvere nelle prossime settimane la pandemia

23 settembre 13:49 A Misilmeri, in Sicilia, chiudono parchi e scuole fino al 27 settembre dopo boom di casi

Scuole chiuse e parchi pubblici chiusi da oggi al 27 a Misilmeri, in provincia di Palermo, dopo gli ultimi sei casi di Coronavirus che sono registrati in città. In questo modo, ha spiegato il sindaco Rosalia Stadarelli, potranno essere effettuare i controlli dall'Asp su "decine e decine di soggetti" venuti in contato con i contagiati. Disposte anche restrizioni per alcune attività commerciali e associative: chiusura al pubblico dalle 22 di sale giochi, sale scommesse e palestre, impianti sportivi e scuole di ballo, oltre alla sospensione dello svolgimento del mercato settimanale, chiusura di circoli e associazioni ricreative e musicali, interdizione di tutte le manifestazioni pubbliche di carattere culturale, convegnistico e artistico.

23 settembre 13:46 Boris Johnson: “In Uk più contagi che in Italia perché amiamo la libertà”

"C’è un’importante differenza tra il nostro Paese e tanti altri Stati nel mondo. E cioè che noi amiamo la libertà. Per questo è molto difficile per il popolo inglese obbedire in modo uniforme alla linee guida così come sarebbe necessario". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson rispondendo a una domanda sul perché nel Regno Unito si stiano registrando così tanti nuovi casi di Coronavirus rispetto ad altri Paesi, tra cui ad esempio l’Italia.

23 settembre 13:35 In India superati i 90mila per Coronavirus dall’inizio dell’emergenza

L'India ha superato oggi i 90mila morti per Covid-19, con 1.085 nuove vittime nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto questa mattina il ministero alla Salute. Sempre secondo i dati del ministero, i nuovi casi di infezione sono saliti di nuovo a 83.347, dopo che ieri erano scesi a 70mila. Il totale dei positivi nel Paese, secondo al mondo per numero di contagi dietro solo agli Stati Uniti, dall'inizio della pandemia raggiunge così quota 5 milioni 646mila, ma il ministero sottolinea che ieri i guariti, 89.746, hanno superato i nuovi infettati e che il tasso di guarigione nel Paese è pari all'81,25%.

23 settembre 13:23 Coronavirus, a La Spezia sospesa l’attività nelle scuole fino a lunedì 28 settembre

È stata prorogata fino a lunedì 28 settembre la sospensione dell'attività didattica alla Spezia, a causa dell'emergenza Coronavirus. La città ligure è al centro di un preoccupante aumento di contagi da fine agosto. Attualmente i positivi sono 1.049, oltre il doppio di quanto registrato nel lockdown, e gli ospedalizzati 85. Il sindaco Pierluigi Peracchini in attesa della riunione di questa sera della task force ha anticipato "la volontà di prorogare, stante la situazione epidemiologica, la sospensione dell'attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado fino a domenica 27. Per la doverosa organizzazione familiare e scolastica abbiamo deciso di anticipare già questa mattina l'intenzione di prorogare le misure anti assembramento intraprese finora".

23 settembre 11:48 Borrelli: “L’Italia ha retto grazie a Protezione civile”

Nell'emergenza Covid "il sistema di protezione civile ha retto, il Paese ha retto e questo lo dobbiamo a tutti gli uomini e le donne della Protezione Civile". Lo ha sottolineato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, che questa mattina ha partecipato in piazza Duomo a Milano alla giornata di ringraziamento a tutti gli operatori in occasione della ricorrenza di San Pio di Pietrelcina, patrono dei volontari della Protezione civile. "Lo Stato è in voi, lo stato siamo tutti quanti noi e dobbiamo lavorare per rendere il futuro del nostro paese il migliore possibile", ha aggiunto.

23 settembre 11:15 Sondaggio Ipsos: 3 italiani su 4 si aspettano seconda ondata

Quasi tre italiani su 4 ritengono molto o abbastanza probabile una seconda ondata di contagi di coronavirus. Lo rivela un'indagine di Ipsos, illustrata dal presidente Nando Pagnoncelli, nel corso dell'Assemblea annuale di Confetra. Secondo lo studio, usciti dalla fase di emergenza sanitaria più acuta, prevale l'incertezza: il 31% degli italiani pensa che il peggio sia passato e il 27% che il peggio deve ancora arrivare.

23 settembre 10:54 Conegliano Veneto, auto in coda per i tamponi: traffico paralizzato

Code chilometriche e disagi al traffico a Conegliano Veneto. Il motivo? I tamponi per il Coronavirus, che vengono effettuati al Distretto socio-sanitario dell’Ulss 2 in via Galvani, strada che si immette proprio in via Manin. La coda, questa mattina, iniziava addirittura da Sarano. “Abbiamo adottato delle misure, con la segnaletica – spiega a Oggi Treviso il comandante della polizia locale Claudio Mallamace -. Ma più di quello non si riesce a fare”.

23 settembre 10:40 Capua: “Altri paesi stanno affrontando seconda ondata, Italia non abbassi guardia”

"Cerchiamo di capire come altri paesi stiano affrontando quella che, temo, sia la seconda ondata". Sono le parole di Ilaria Capua, direttore dell'UF One Health Center, ospite di DiMartedì su La7. "Quando il numero di contagi supera una determinata soglia e determinate regole non vengono rispettate, il virus scavalla. Dalla Spagna ho informazioni sulle terapie intensive che cominciano a essere piene. Stiamo pagando il conto di 3 settimane fa. In Francia l’obbligo di mascherina è arrivato tardi, sono molto preoccupata anche per l’Inghilterra che ha avuto una strategia a zig zag e questo non va bene. Bisogna correggere il tiro in modo che le persone siano in grado di capire", afferma la scienziata.

"Quello che accade intorno all’Italia ci dice che il virus va rispettato, questo è un fenomeno epocale: è come se fosse caduto un miliardo di biglie di marmo in piazza San Pietro e rimbalzando finiscono dappertutto. Le 3 regole per fermare sono distanza, mascherina e lavaggio delle mani. In questo momento c’è bisogno di attenzione particolare, se abbiamo allentato alla fine di agosto ora cominciamo a vederlo. Se c’è un aumento significativo dei casi, bisogna agire per riabbassare la curva e non farla salire a livello preoccupante. Questo significa che bisogna togliersi dalla testa che alcune cose possono essere evitate: la mascherina va messa quasi sempre anche se è un fastidio. Bisogna ridurre il numero dei contagi", aggiunge.

23 settembre 09:58 Veneto, 150 positivi e 2 vittime

Il Veneto registra 150 nuovi casi di positività al Coronavirus nelle ultime 24 ore e due vittime, che portano il dato complessivo dei morti a 2.167. Il numero totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia tocca quota 26.154. Lo afferma il bollettino della Regione. Sale anche il numero dei pazienti in terapie intensiva, 22 (+2). Le persone attualmente positive sono 3.155 (+12).

23 settembre 09:44 Israele: nonostante il lockdown, è nuovo record di casi

Israele ha segnalato 6.861 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, il bilancio più alto, che ha superato il precedente record giornaliero di 5.523 infezioni stabilito la scorsa settimana. Il nuovo picco dei contagi arriva in un momento in cui il governo israeliano considera di imporre restrizioni più rigide durante il secondo lockdown nazionale, comprese le limitazioni alla preghiera e alle manifestazioni di protesta, e il ridimensionamento delle ore di lavoro nel settore pubblico e privato. Israele ha imposto il lockdown nazionale lo scorso venerdì nel tentativo di ridurre i contagi, ma i critici della decisione dle goveerno hanno affermato che le restrizioni imposte finora hanno troppe scappatoie ed eccezioni per rappresentare un'adeguata risposta alla pandemia.

23 settembre 09:25 Focolaio Oristano, a Sedilo 40 positivi e 130 persone sono in quarantena

Anche in Sardegna fa paura l'incremento dei contagi da covid in diversi centri. Dopo Orune nel nuorese, anche Sedilo (centro di duemila abitanti nella provincia di Oristano) vive un momento particolarmente delicato. Come ha annunciato il sindaco Salvatore Pes, sono finora 40 i positivi al Coronavirus nel centro conosciuto un po' ovunque per la famosa Ardia e 4 i ricoverati in ospedale. Ben 130 le persone in quarantena. I contagi sono praticamente raddoppiati e ora si attendono con ansia gli altri dati. Varia l'età dei postivi che va dai 14 ai 60 anni.

23 settembre 09:17 Ministro Speranza: “Quest’anno il 70% di dosi di vaccino anti influenzale in più”

Quest'anno "le regioni hanno a disposizione il 70% in più di dosi di vaccino anti-influenzale rispetto al passato". Lo ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al forum Frontiere di Repubblica. "È importante vaccinarsi perché più abbassiamo la platea di persone che possono prendere l'influenza meglio possiamo riconoscere il Covid". Proviamo a fare una "una campagna più
aggressiva con un appello alle persone che hanno più di 70 anni", ha spiegato Speranza ricordando che "ottobre è il mese giusto per iniziare".

23 settembre 08:50 Influenza stagionale alle porte, tra 6 e 8 milioni i casi stimati: “Importante distinguerla dal Covid”

Si stimano tra 6 e gli 8 milioni di casi in Italia per l'influenza stagionale, e quest'anno, in tempo di epidemia da Sars-Cov-2, i classici timori sono moltiplicati. Importante sarà poterla velocemente distinguere dal Covid-19. "Guardando a quello che sta accadendo nell'emisfero australe – ha spiegato il professor Pregliasco – sappiamo che sono state individuate due varianti di tipo A e una nuova variante di tipo B".

23 settembre 08:22 Usa, Trump sui 200mila morti: “Una vergogna”

"Penso che sia una vergogna". Così il presidente americano Donald Trump ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano di commentare gli ultimi dati sul numero dei decessi da Covid-19 nel paese, dove è stata superata la soglia dei 200mila morti. "Credo che se non avessimo fatto bene e nel modo giusto, avresti 2,5 milioni di morti. Se guardi alle possibili alternative, avresti 2,5 milioni di morti o qualcosa del genere. Potresti avere un numero sostanzialmente più alto".

23 settembre 07:09 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo del 23 settembre

In Italia i casi di Coronavirus hanno superato quota 300mila dall’inzio dell’epidemia: solo nelle ultime 24 ore se ne sono registrati 1.392, a fronte di 87.303 tamponi effettuati, a cui si aggiungono 14 morti. Aumentano di 7 unità i ricoveri in terapia intensiva. Boom di contagi nel Lazio: con 238 nuove infezioni è la regione italiana con l’incremento più significativo.

Qui di seguito i dati riportati nella tabella giornaliera, con l’incremento delle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia: 104.848 (+90)

Emilia-Romagna: 34.456 (+116)

Piemonte: 34.396 (+57)

Veneto: 25.885 (+103)

Lazio: 4.542 (+198)

Toscana: 13.896 (+84)

Liguria: 12.556 (+64)

Campania: 10.503 (+243)

Marche: 7.751 (+17)

Puglia: 7.075 (+81)

Sicilia: 6.037 (+75)

Trento: 5.736 (+2)

Friuli Venezia Giulia: 4.390 (+13)

Abruzzo: 4.209 (+72)

Bolzano: 3.321 (+20)

Sardegna: 3.303 (+64)

Umbria: 2.221 (+5)

Calabria: 1.844 (+12)

Valle d’Aosta: 1.281 (+2)

Basilicata: 638 (+1)

Molise: 618 (+31)

Il Regno Unito conferma le restrizioni: pub e ristoranti chiusi dopo le 22; il governo di Boris Johnson "si riserva il potere di prendere misure" più severe se la popolazione britannica non rispetterà le restrizioni rafforzate di fronte al rimbalzo dei contagi da coronavirus. Pessime notizie dalla Spagna dove in un solo giorno si sono registrate 241 morti, il numero più alto dall’inizio della seconda ondata. Altri 16 distretti della regione di Madrid rischiano inoltre di finire in lockdown. Negli Stati Uniti, che restano il Paese più colpito con più di sette milioni di casi e oltre 20mila morti, il presidente Donald Trump afferma di nuovo che il virus colpisce "realmente" solo le persone che hanno "altri problemi".