22 marzo 22:36 Coronavirus, la diretta. I sindacati accusano il governo: “Non era questo l’elenco concordato”

L'elenco delle categorie produttive che potranno rimanere aperte sarebbe stato ampliato dal governo rispetto a quello inizialmente concordato con i sindacati. Per questo Cgil Cisl e Uil hanno deciso di lanciare un chiaro messaggio all'esecutivo: "Siamo pronti a proclamare in tutte le categorie che non svolgono attività essenziali lo stato di mobilitazione e la conseguente richiesta del ricorso alla cassa integrazione, fino ad arrivare allo sciopero generale". Secondo i sindacati "non era questo quello che avevano profilato al tavolo di palazzo Chigi. Siamo molto irritati. Così si rischia un Dpcm inaccettabile perché è inutile al fine di contenere il contagio allargare così le maglie dello stop imposto al settore manufatturiero". Nel corso della videoconferenza si era delineato "un quadro diverso: si era parlato di farmaceutica e agroalimentare".

22 marzo 22:11 Coronavirus Messina: in una casa di riposo venti persone contagiate

Preoccupa la situazione a Messina: nella casa di riposo "Come d'incanto" su 24 tamponi eseguiti venti sono risultati positivi. "La situazione è veramente tragica, chiediamo un intervento del sindaco, della Protezione civile e delle aziende sanitarie, non possono lasciare morire così i nostri familiari", ha dichiarato Giorgio Millemaggi, uno dei parenti degli anziani. "Il personale è rimasto bloccato dentro da giovedì senza aiuto e senza ricambio ed è stremato – prosegue – non possono farcela da soli. Tutti gli anziani, anche i non positivi sono in grossissima difficoltà e hanno bisogno di un'adeguata assistenza. E' disumano lasciarli soli. Vi prego, mandate personale e sussidi ospedalieri per affrontare la situazione. Non fate passare altro tempo prima che sia troppo tardi. Ci sono pazienti ancora asintomatici e non sono stati effettuati ancora i tamponi a tutti. Sono abbandonati senza personale specializzato a supporto e rischiano gravi conseguenze".

22 marzo 21:54 Coronavirus, aggiornamenti: atterrato a Roma il prima aereo carico di aiuti dalla Russia

E' atterrato all'aeroporto di Pratica di Mare il primo aereo decollato questa mattina dalla Russia con a bordo militari e attrezzature destinati all'Italia per un aiuto alla lotta contro il coronavirus. Oltre a mascherine, farmaci e respiratori sono stati spediti anche mezzi in grado di eseguire la disinfestazione.

22 marzo 21:26 Coronavirus, la diretta. Salvini: “Operai e imprenditori non sanno se andare a lavoro domattina”

Matteo Salvini è intervenuto nel corso della trasmissione Non è L'Arena condotta da Massimo Giletti e non ha lesinato dure critiche al governo per la gestione dell'emergenza coronavirus. Secondo il segretario della Lega il governo non sarebbe disponibile al dialogo con le opposizioni. "Conte sta facendo confusione. Migliaia di lavoratori e imprenditori non sanno cosa fare domani mattina. Dobbiamo lavorare insieme per affrontare il virus e la crisi economica". Il segretario del carroccio ha suggerito che esercito e Protezione Civile vengano impiegati per portare aiuti alle famiglie, soprattutto a quelle con anziani. Salvini, per finire, ha chiesto che il Parlamento venga aperto.

22 marzo 20:47 Coronavirus, l’Agenzia europea per i medicinali: “Se si corre vaccino pronto entro un anno”

L'Agenzia europea per i medicinali (Ema) valuterà 35 possibili vaccini e  20 nuovi farmaci per la lotta al coronavirus. A dichiararlo all'Ansa il direttore esecutivo dell'Ema, Guido Rasi, spiegando inoltre che il 18 marzo scorso si è svolto un vertice tra Ema, Fda statunitense e Icmra, la Coalizione internazionale che riunisce 17 autorità di regolamentazione dei medicinali, di cui Rasi è presidente, per fare il punto. Tra le altre cose sarebbe emerso che se si corre il vaccino si potrà avere "entro un anno". "Puntiamo alle cure nell'immediato – afferma Rasi – e si prosegue nel contempo senza sosta al lavoro sul vaccino". Rasi inoltre ha riferito che le autorità di regolamentazione hanno convenuto sul fatto che questo sia un "vaccino difficile" e ha bisogno di "dati molto molto rassicuranti". "Se siamo fortunati riusciremo ad averlo entro un anno. Sarà ancora una fase sperimentale e verranno coinvolte le popolazioni nelle aree più in pericolo".

22 marzo 20:03 Coronavirus, la diretta: Conte ha firmato decreto restrizioni

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo decreto annunciato ieri sera che dispone nuove misure restrittive per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Il provvedimento sarà in vigore fino al 3 aprile e prevede la chiusura temporanea di tutte le attività produttive non essenziali al fine di evitare il massiccio spostamento di lavoratori e il loro assembramento sia sui mezzi pubblici che nei luoghi di lavoro. "Le imprese le cui attività sono sospese per effetto del presente decreto completano le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza". E' quanto si legge nel Dpcm che dispone nuove misure restrittive. Le attività che, con il provvedimento, vengono sospese, "possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile", si legge ancora nel testo.

L'elenco delle attività che potranno continuare a rimanere aperte dopo la nuova stretta per contenere l'epidemia del coronavirus è di 97 voci. L'allegato al Dpcm precisa che continueranno a essere consentita anche attività legate alle famiglie, dalle colf e badanti conviventi ai portieri nei condomini. Resteranno in attività l'intera filiera alimentare per bevande e cibo, quella dei dispositivi medico-sanitari e della farmaceutica e, tra i servizi, quelli dei call center. La lista potrà essere aggiornata con decreto del Mise sentito il Mef.

22 marzo 19:28 Coronavirus Lombardia, Gallera: “Martedì capiremo successo contenimento”

Il numero dei nuovi contagi di oggi in Lombardia in calo rispetto a ieri "fa ben sperare" ma "da martedì potremo capire se il contenimento ha successo". Lo ha dichiarato l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, ricordando che oggi "stiamo fotografando ciò che è successo sabato, chi si è ammalato 10-12 giorni fa". Le valutazioni dell'assessore derivano anche dall'analisi dei dati di Milano, con 424 positivi in più nelle ultime 24 ore contro gli 868 del giorno precedente. In totale i casi nella metropoli sono 5.096, A Milano città l'aumento è stato di 210 casi (dopo i 279 di ieri) per un totale di 2.039.

22 marzo 19:01 Coronavirus, la diretta: neonato positivo ad Ancona. In rianimazione dopo intervento chirurgico

immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Un bimbo appena nato è ricoverato presso la Rianimazione Pediatrica dell'ospedale materno-infantile Salesi di Ancona, nella stanza di isolamento a pressione negativa, dopo che il tampone nasale ha dato esito positivo al coronavirus. Si tratta del primo caso nelle Marche di neonato con infezione da Covid-19. Il bambino è nato dieci giorni fa in un altro ospedale della regione ed è stato trasferito due giorni dopo al Salesi, dove ha subito un trattamento chirurgico a carico del tratto gastrointestinale. Si trova in Rianimazione pediatrica per il decorso post operatorio e non per la positività. Durante il ricovero è stato sottoposto al tampone, che ha dato esito positivo. Attualmente, fa sapere l'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, le condizioni cliniche appaiono stabili e soddisfacenti. Il neonato viene sottoposto a monitoraggio clinico/strumentale, controlli ematologici, nutrizione parenterale e terapie mediche.

22 marzo 18:51 Coronavirus Germania, Angela Merkel entra in quarantena dopo aver incontrato medico malato

La cancelliera tedesca Angela Merkel entra in quarantena dopo aver incontrato un medico risultato poi essere positivo al coronavirus. Lo riferisce il portavoce citato dalla Dpa. La cancelliera tedesca ha partecipato proprio oggi a un importante vertice con i ministri e presidenti dei Laender per discutere di un'eventuale forma di lockdown, che armonizzi la condotta dei tedeschi. Le limitazioni al movimento sono state finora regolate a livello regionale.

22 marzo 18:35 Coronavirus, la diretta. Locatelli (CSS): “La prossima settimana ci aspettiamo buone notizie”

"Non vogliamo farci prendere da facili entusiasmi né sopravvalutare una tendenza ma è un segnale che arriva a quella che comincia ad avvicinarsi come una distanza temporale rispetto alla quale ci aspettiamo di vedere segni tangibili di misure di contenimento intraprese". L'ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità durante la conferenza stampa alla Protezione civile, commentando il calo dei morti della giornata odierna e la crescita percentuale più bassa del numero di contagi da inizio epidemia. Si tratta per Locatelli di "segnali incoraggianti". "La prossima settimana ci aspettiamo buone notizie".

22 marzo 18:29 Coronavirus, aggiornamenti: “Occorrono misure più stringenti per evitare contagio intrafamiliare”

Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), ha sottolineato come uno dei motori dell'espansione dell'epidemia sia il contagio intrafamiliare, ovvero tra i membri della stessa famiglia. "È fondamentali nell'ambito dei contesti familiari implementare le misure stringenti di contenimento dei soggetti positivi alla malattia. Si tratta di un sacrificio importante o si rischia di perpetuare la diffusione del virus".

22 marzo 18:19 Coronavirus, la diretta: stanno bene gli uomini e le donne della Protezione Civile contagiati

Gli uomini e le donne della Protezione Civile positivi al coronavirus stanno continuando a lavorare anche da casa, dove si trovano in isolamento domiciliare, perché le loro condizioni son buone. A renderlo noto Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile.

22 marzo 18:10 Bollettino protezione civile: 5560 nuovi contagi e 651 morti

Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha diffuso i dati odierni sull'epidemia da coronavirus nella consueta conferenza stampa delle 18. nelle ultime 24 ore si sono registrati 5560 nuovi contagi, con 952 persone guarite e 631 decedute. Il bilancio complessivo, dunque, parla di 59138 persone contagiate, di cui 7024 guariti e 5476 morti.

22 marzo 17:34 Coronavirus, ultime notizie. Arcuri: “Settimana prossima mascherine per tutti”

Da domani o "al massimo martedì" tutte le regioni "avranno mascherine per medici, operatori sanitari e malati. A partire dalla settimana successiva contiamo di dare poi a tutti gli italiani i Dispositivi di protezione individuale". A comunicarlo è Domenico Arcuri, commissario straordinario all'emergenza coronavirus.

22 marzo 16:55 Coronavirus ultima ora, stop spostamenti da un comune all’altro

Il ministero dell’Interno e quello della Salute hanno varato un’ordinanza che “fa divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in Comune diverso da quello in cui si trovano”, salvo che “per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. L’obiettivo è quello di impedire alle persone di trasferirsi da Nord al Sud del Paese. Le disposizioni comporteranno che le stazioni saranno presidiate. Il divieto riguarda sia i mezzi pubblici sia quelli privati.

22 marzo 16:50 Coronavirus, la diretta. Gentiloni: “Impossibile ripresa rapida dopo crollo Pil”

“L'idea di una recessione a forma di V (un crollo del Pil seguito da una rapida ripresa, ndr) nel primo semestre del 2020 è ora completamente impossibile. Non abbiamo analisi precedenti sull'impatto di un così ampio lockdown nelle grandi economie". È quanto ha detto il commissario agli Affari economici dell'Ue, Paolo Gentiloni, al Financial Times. "Non dobbiamo solo rassicurare i mercati, ma dare alla Ue la forza di rilanciare l'economia", ha aggiunto Gentiloni.

22 marzo 16:44 Coronavirus, aggiornamenti: Aifa interviene sul caso del farmaco Avigan

Circola in rete un video in cui si parla dell'Avigan (favipiravir), farmaco anti-influenzale che Cina e Giappone starebbero sperimentando per la lotta al coronavirus. Alcuni quotidiani internazionali si sono occupati del caso citando fonti cinesi secondo le quali il farmaco avrebbe dei "chiari effetti nel trattamento del coronavirus". Il farmaco, tuttavia, non è autorizzato né in Europa, né negli USA. A sottolinearlo è l'Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco), che in un documento pubblicato il 22 marzo sottolinea i dubbi della comunità scientifica rispetto a una possibile sperimentazione dell'Avigan nel trattamento al coronavirus: "Ad oggi – si legge nel comunicato – non esistono studi clinici pubblicati relativi all’efficacia e alla sicurezza del farmaco nel trattamento della malattia da COVID-19".

22 marzo 16:31 Coronavirus, centrodestra chiede convocazione Parlamento e incontro a Mattarella

Convocazione immediata e a oltranza delle Camere e possibilità di essere ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nei modi e nelle forme ritenute più opportune alla luce delle nuove regole. “È fondamentale restituire al Parlamento la sua centralità affinché eserciti appieno i poteri affidatigli dalla Costituzione, legiferare e controllare l’attività del Governo”: sono le richieste dell’opposizione avanzate in maniera unitaria da Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.

22 marzo 16:23 Coronavirus Piacenza, medico fa tamponi casa per casa

Tampone per il coronavirus da effettuare casa per casa “perché la terapia anti-virale funziona percentualmente meglio quanto prima viene iniziata". È Lo sostiene il primario di Oncologia di Piacenza Luigi Cavanna, che ha deciso di andare a casa delle persone con sintomi da Covid-19 per sottoporle a tampone. A raccontarlo è il quotidiano La Libertà. "La gran parte degli infetti da Covid 19 – è quanto spiega il medico – arrivano in pronto soccorso con febbre e tosse curati con Tachipirina e antibiotici, mediamente dopo 8-10 giorni passati in queste condizioni fino all'insorgere di insufficienza respiratoria. Bisogna partire dal presupposto che sul coronavirus la terapia anti-virale funziona percentualmente meglio quanto prima viene iniziata".  L'iniziativa sarà replicata da martedì da vere e proprie squadre di medici per coprire su più turni città e provincia e probabilmente sarà estesa a tutta l'Emilia Romagna.

22 marzo 16:05 Coronavirus, papa Francesco: “Alla pandemia rispondiamo con la preghiera”

“Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza. Rimaniamo uniti. Facciamo sentire la nostra vicinanza alle persone più sole e più provate". Così oggi il Papa durante l'Angelus, annunciando due iniziative: l'invito a tutti i cristiani delle varie confessioni a recitare insieme il Padre Nostro mercoledì 25 marzo a mezzogiorno, e un momento di preghiera da lui presieduto venerdì 27 marzo, con speciale benedizione Urbi et Orbi sul sagrato di San Pietro.

22 marzo 15:52 Coronavirus Piemonte, sindaco di Novara: “Requisire albergo per isolare medici”

Requisire un albergo in centro città per dare ospitalità ai medici impegnati in prima linea in Ospedale, evitando i contatti con le loro famiglie. A formulare questa proposta è il sindaco di Novara, Alessandro Canelli, al Comitato provinciale ordine e sicurezza. "Sono diversi i medici – ha detto il sindaco – che hanno manifestato questa esigenza. Ho girato l'idea al prefetto che la sta valutando”.

22 marzo 15:43 Coronavirus in Australia, chiuse le attività non essenziali: casi di contagio aumentano

L'Australia chiude le attività non essenziali per contenere l’emergenza coronavirus. Pub, club, palestre, cinema e luoghi di culto non saranno più accessibili da mezzogiorno di lunedì, mentre ristoranti e caffè dovranno potranno solo consegnare a domicilio. Il primo ministro Scott Morrison, citato dalla Bbc, ha annunciato le restrizioni dopo una riunione del governo. In Australia il numero di casi di contagio è aumentato drasticamente negli ultimi giorni, raggiungendo 1.315. Il governo ha ordinato anche la chiusura di molte aziende, mentre resteranno aperti supermercati, distributori di benzina, farmacie e servizi di consegna a domicilio. Il primo ministro ha dichiarato di voler tenere aperte le scuole, ma i genitori possono tenere i figli a casa se lo vorranno.

22 marzo 15:31 Coronavirus Italia, Viminale: “Ieri altri 11mila denunciati”

Nella giornata di sabato le forze di polizia hanno controllato, in applicazione delle misure di contenimento del contagio, 208.053 persone e 11.068 sono state denunciate. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 75.362, denunciati 142 esercenti e sospesa l'attività di 20 esercizi. Salgono così – secondo quanto fa sapere il Viminale – a 1.858.697 le persone controllate dall'11 al 21 marzo, 82.041 quelle denunciate per mancato rispetto di ordine dell'autorità, 1.943 per false dichiarazioni; 910.023 gli esercizi commerciali controllati e 2.119 i titolari denunciati.

22 marzo 15:19 Coronavirus ultime notizie, diffida a Maria Rita Gismondo: “Le sue affermazioni sono pericolose”

L’associazione Patto trasversale per la scienza (Pts) ha inviato una diffida a Maria Rita Gismondo, la direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, “per le gravi affermazioni ed esternazioni pubbliche sul coronavirus, volte a minimizzare la gravità della situazione e non basate su evidenze scientifiche”. Le replica di Gismondo non tarda ad arrivare: “Ho la coscienza a posto e chi mi attacca è pietoso”.

22 marzo 14:57 Coronavirus aggiornamenti, Renzi contro Conte per le comunicazioni su Facebook: “Non siamo al Grande Fratello”

Non sono pochi quelli che hanno criticato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte di aver utilizzato una diretta Facebook a tarda serata per comunicare le ultime decisioni prese per contenere i contagi da coronavirus. Tra questi c’è l’ex premier Matteo Renzi, che ha invitato il governo a rispettare le regole della democrazia: “Ci aspettano ancora giorni difficili – scrive il leader di Italia Viva sui social – noi rispettiamo le regole del governo sulla quarantena. Ma il governo rispetti le regole della democrazia. Si riunisca il Parlamento. E si facciano conferenze stampa, non show su Facebook: questa è una pandemia, non il Grande Fratello". 

Critiche, tra gli altri, anche da parte di Giorgia Meloni: “Intollerabili i metodi di comunicazione da regime totalitario utilizzati dal Governo per l'emergenza coronavirus: dichiarazioni trasmesse in orari improbabili, con continui ritardi e attraverso la pagina personale di Giuseppe Conte su Facebook, come se in Italia non esistessero le Istituzioni, la televisione di Stato e la stampa. Tutto questo non fa che peggiorare il senso di insicurezza, ansia e incomprensione da parte di tutti noi. Gli italiani non sanno quali attività saranno aperte e quali chiuse domani, perché nessuno ha visto uno straccio di decreto”.

22 marzo 14:44 Coronavirus Usa, da stanotte New York in lockdown

Entra in vigore alle 20 locali (l'una di notte in Italia) il provvedimento con cui il governatore di New York Andrew Cuomo ordina di non uscire di casa e di fermare tutte le attività non essenziali per affrontare l’emergenza  coronavirus. New York, la città più popolosa e più colpita degli Stati Uniti, si prepara ad un lockdown senza precedenti, come testimoniano anche i supermercati ormai vuoti. Negli ultimi giorni la Grande Mela è apparsa in gran parte deserta, nonostante le tante persone che affollavano Central Park o i mercatini all'aperto.

22 marzo 14:28 Coronavirus Lombardia, il governatore Fontana: “I dati non calano, siamo allo stremo”

“Noi siamo arrivati allo stremo anche dal punto di vista fisico del nostro personale medico. Dobbiamo fare in modo che si riducano i numeri, che il contagio si rallenti e vada in discesa anziché in salita”. Così il governatore della Lombardia Attilio Fontana nel consueto punto stampa sull’emergenza coronavirus, anticipando che i dati di oggi sono “purtroppo in linea con quelli dei giorni scorsi”. Ci si attende dunque ancora numeri elevati dopo quelli di ieri (con 3251 casi e 546 decessi in un solo giorno). Fontana ha anche detto che nel pomeriggio arriveranno medici e infermieri da Cuba, poi un gruppo di medici, infermieri e interpreti dalla Russia. Il governatore è quindi tornato sull'ordinanza emanata ieri a livello regionale, con cui ha ulteriormente rafforzato le misure di contenimento: "È l'ordinanza più restrittiva che si possa fare nell'ambito delle competente regionali – ha precisato – più di così non si poteva fare. Siamo convinti che l'unica strada è far capire alla gente che deve rimanere a casa per proteggere se stessi e gli altri".

22 marzo 14:13 Coronavirus diretta, voli Alitalia no-stop da Cina per importare materiale sanitario

Alitalia ha predisposto il primo di una serie di voli merci con la Cina per il trasporto di materiale sanitario necessario per la gestione dell’emergenza Covid-19 da parte delle strutture ospedaliere nazionali. Per il primo volo la compagnia impiegherà un Boeing 777-300ER, il velivolo con maggiore capacità di carico di Alitalia, che decollerà mercoledì prossimo per Shanghai e tornerà a Roma giovedì 26 marzo con stivati 160 metri cubi di forniture medicali, tra le quali circa 3 milioni di mascherine protettive. Atterrerà oggi a Milano Malpensa alle 18:10 la delegazione composta da 37 medici e 15 infermieri cubani per i quali Alitalia ha organizzato il viaggio da L’Avana all’Italia, accogliendo la richiesta della Presidenza del Consiglio e della Protezione Civile.

22 marzo 13:57 Coronavirus, ultime notizie: 19enne fermato 6 volte in 7 giorni a Udine

Tra il 15 e il 21 marzo, per ben sei volte, un ragazzo di 19 anni è stato denunciato da Polizia e altre forze dell'ordine: 6 violazioni  per inosservanza del decreto “Io resto a casa”, e sempre nel centro di Udine, dove a quanto pare andava per trascorrere il tempo con gli amici. Il ragazzo risiede in un'altra provincia della regione. Ieri pomeriggio, all'ennesimo controllo, il 19enne è stato accompagnato in questura, dove agenti della Divisione Anticrimine gli hanno notificato un foglio di via obbligatorio e il divieto di ritorno nel comune udinese per un anno, emesso dal questore.

22 marzo 13:40 Coronavirus Regno Unito, Boris Johnson: “Rischiamo di essere travolti come l’Italia”

"Gli italiani hanno un eccellente servizio sanitario. Eppure i loro medici e infermieri sono stati totalmente travolti dall'emergenza". Il premier britannico Boris Johnson ha diffuso un messaggio nella tarda serata di sabato, alla vigilia del “Mother's Day”, esortando i cittadini ad evitare visite dai genitori. Il primo ministro ha parlato dell’emergenza coronavirus facendo appunto riferimento al nostro Paese: a suo dire il Regno Unito "è indietro di 2-3 settimane" rispetto a quanto sta accadendo in Italia. "I dati sono gravi e stanno accelerando. In Italia il numero di morti si conta in migliaia e aumenta. A meno che non agiamo tutti insieme, con uno sforzo nazionale eroico e collettivo per arginare la diffusione, è probabile che anche il nostro servizio sanitario venga travolto", le parole di Johnson.

22 marzo 13:24 Coronavirus Italia, il post di Di Maio: “Mascherine stanno arrivando da tutto il mondo”

“Stanno arrivando i rinforzi per i nostri medici, infermieri, operatori sociosanitari. Per tutte le donne e uomini che stanno faticando negli ospedali per salvare vite umane. Grazie al lavoro fatto nell’ultima settimana, da tutto il mondo stanno arrivando le mascherine che vi servivano. Solo oggi:

1,5 milioni da Egitto; 40.000 da India; 2,5 milioni dalla Cina; 2 milioni dal cuore dell’Europa. Aspettiamo gli aerei russi, un carico di 2,5 milioni dal Brasile e un altro carico cinese da un milione entro la notte. Nessuno verrà lasciato solo, ve lo prometto. Resistete!”.

Con questo messaggio pubblicato su Facebook il ministro Luigi Di Maio ha fornito gli ultimi aggiornamenti sulle mascherine necessarie negli ospedali in Italia alle prese con il Coronavirus.

22 marzo 13:16 Coronavirus, l’esperto: “Effetto lockdown fra qualche giorno. Se non arriva il picco, colpa di contagi in ospedale”

“Uno dei problemi più seri è che non sono stati protetti gli ospedali, il contagio si è diffuso anche in molti reparti. E questo ora di rischiamo di pagarlo”. A dirlo in una intervista a Il Messaggero è Sergio Romagnani, professore di immunologia all’Università di Firenze. Secondo l’immunologo, “i contagiati che vediamo oggi hanno avuto contatti con positivi probabilmente 10-12 giorni fa, dunque gli effetti del lockdown scattato, all’inizio della settimana scorsa, dovremmo cominciare a vederli nei prossimi giorni. Se non li vedremo, dovremo preoccuparci, sarà un guaio”. Per l’esperto, se non ci sarà una diminuzione dei contagio “vorrà dire che uno dei fattori che rischia di avere ridotto gli effetti del lockdown è rappresentato dai contagi avvenuti tra il personale sanitario degli ospedali”. Secondo Romagnani, è stato un errore non eseguire più tamponi, in modo sistematico, tra i medici e infermieri. “In non pochi casi hanno continuato a lavorare anche coloro che avevano avuto contatti con pazienti positivi, ma erano asintomatici. Così, abbiamo reparti anche non in prima linea, in cui il coronavirus è circolato e sta continuando a circolare”, ha spiegato. Secondo l’immunologo, però, se ancora non vediamo il picco è anche perché “ci sono troppe violazioni alle misure di contenimento, serve più severità nell’applicarle”. Riguardo i dati drammatici in Lombardia, il professore ha spiegato che la mortalità nella regione è del tutto anomala e non basta l’età media a spiegarla.

22 marzo 12:48 Coronavirus a Milano, messo a disposizione un hotel per l’isolamento

Il Comune di Milano metterà a disposizione un hotel vicino alla Stazione Centrale per le persone che devono passare il periodo di quarantena dovuto al Coronavirus. Lo ha annunciato il sindaco, Giuseppe Sala, nel video che ogni giorno posta sui social. Il progetto è frutto di un accordo con la proprietà dell’hotel che lo ha messo a disposizione del Comune in questa emergenza. "Molti milanesi conoscono l’hotel Michelangelo, vicino alla stazione Centrale, ha circa 300 camere ed era un hotel già in chiusura prima del Coronavirus. – ha detto Sala -. Ora noi lo prendiamo per metterlo a disposizione di prefettura e autorità sanitaria pensando che potrà servire per chi dovrà fare la quarantena".

22 marzo 12:45 Coronavirus, aggiornamenti: in Spagna 394 nuovi morti, +30% rispetto a ieri

Cresce di ora in ora il bilancio dell’epidemia di coronavirus in Spagna. Il Ministero della sanità spagnola informa che ci sono 28.572 casi positivi di coronavirus accertati nel paese, dei quali 1785 si trovano in terapia intensiva. Il numero di morti cresce di giorno in giorno, assumendo le caratteristiche del dramma che sta vivendo l’Italia. Nelle ultime 24 ore i morti sono stati 394 in più rispetto al giorno precedente, un aumento del 30%: si contano ormai 1720 morti per COVID-19. Più della metà sono a Madrid.

22 marzo 11:54 Coronavirus a Roma, bollettino Spallanzani: “219 positivi, 22 sono gravi”

"I pazienti Covid 19 positivi sono in totale 219. Di questi, 22 necessitano di supporto respiratorio". Questo l'ultimo bollettino medico (22 marzo) diramato dallo Spallanzani. "I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 73", prosegue il bollettino dell'ospedale romano che precisa che "in giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici".

22 marzo 11:48 Coronavirus in Italia, Mattarella: “Pericolo inatteso e grave”

"Stiamo affrontando tutti – Germania, Italia e tanti altri Paesi – questo pericolo, inatteso e grave". Lo scrive il Capo dello Stato Sergio Mattarella in una lettera inviata al presidente tedesco Frank Walter Steinmeier per ringraziarlo della missiva "con cui mi hai rinnovato la solidarietà del popolo tedesco e la Tua personale per le sofferenze che l'epidemia del coronavirus sta provocando in Italia". "Abbiamo bisogno di uno spirito veramente europeo di concreta solidarietà. L'Unione europea, con i suoi vertici, sta operando con serietà e determinazione di fronte a questa drammatica condizione, nuova e generale. Sono certo che continuerà a farlo: i nostri concittadini europei hanno bisogno di avvertire l'efficace vicinanza dell'azione dell'Unione", scrive Mattarella.

22 marzo 11:40 Coronavirus in Spagna: prorogata lo stato di allerta per altri 15 giorni

Il governo spagnolo ha deciso di prorogare di 15 giorni lo stato d'allerta per l'emergenza coronavirus: lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez ai presidenti delle comunità autonome nel corso di una riunione telematica tenuta questa mattina. Lo riporta El Pais. "Il peggio deve ancora venire – ha sottolineato Sanchez – e mettera' alla prova i limiti delle nostre capacita'".

22 marzo 11:16 Coronavirus a Bergamo, Il sindaco: “Questo virus ha cancellato intere generazioni”

Nella nostra provincia sono state cancellate intere generazioni. Sono le parole del sindaco di Bergamo Giorgio Gori in un'intervista alla Stampa parla degli effetti del coronavirus in quella che è l'area più colpita del Paese: "Siamo in mezzo alla guerra. Giusto chiudere tutto. Al momento riteniamo che l'adozione di coraggiosi nuovi provvedimenti restrittivi possa rappresentare l'unica soluzione per una tragedia che sembra oggi non avere fine. La nostra provincia in questi giorni sta vedendo morire tanti uomini e donne e cancellare intere generazioni, senza nemmeno poter dare loro un degno saluto". Il problema, rileva Gori, è "capire quali fili si possono tagliare e quali no. E poi naturalmente bisogna già pensare a ripartire quando finalmente questa tragedia sarà finita. I segnali dall'Europa sono molto importanti".

22 marzo 10:54 Coronavirus Basilicata, governatore Bardi: “Se siete fuori dalla Regione, non tornate”

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha chiesto al Governo di prendere "tutte le misure per impedire che una possibile e probabile ondata di lavoratori provenienti dalla Lombardia venga senza controllo nelle nostre città". Bardi fa riferimento alla decisione della Regione Lombardia di chiudere, "per motivi precauzionali, ulteriori attività produttive". Nel dire di condividere tale provvedimenti, Bardi ha però sottolineato i "serissimi problemi" che ciò pone "al precario equilibrio che da tempo abbiamo messo in campo in Basilicata per combattere questo terribile virus": l'arrivo di tante persone "provocherebbe un probabile allargamento del virus" fra i lucani.

22 marzo 10:24 Coronavirus in Calabria, governatore Santelli: “Blocco per le persone in entrate ed in uscita”

"Ho appena firmato una ordinanza che prevede, con decorrenza immediata e fino al 3 aprile 2020, il divieto di ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio regionale". Questo il testo della nota della governatrice della Regione Calabria, Jole Santelli, diramata stanotte all’una. "Si potrà entrare o uscire dalla Calabria solo per spostamenti derivanti da comprovate esigenze lavorative legate all’offerta di servizi essenziali oppure per gravi motivi di salute", precisa il comunicato, che poi conclude: "Ai trasgressori, alla luce della potenziale esposizione al contagio, si applica la misura immediata della quarantena obbligatoria per 14 giorni".

22 marzo 10:18 Coronavirus a Cremona, contagiato il sindaco Galimberti: “Ora devo rallentare

Il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, è risultato positivo al coronavirus ed ora è in quarantena. Lo annuncia lui stesso su Facebook. "Ho febbre e un po' di tosse e raffreddore, ma non ho problemi respiratori e spero di non averne anche nei prossimi giorni. Devo tenermi monitorato e rallentare i ritmi perché non sono in forma, ma continuo a lavorare dalla nostra casa, in quarantena, per la città, in contatto con la squadra della Giunta e del Comune", scrive.

22 marzo 10:05 Coronavirus a Messina: due focolai in una clinica e una casa riposo

A Messina il coronavirus fa paura: sono almeno due i focolai con un numero consistente di pazienti positivi al coronavirus: il primo è stato individuato all'Ircss "Bonino Pulejo" per Neurolesi, dove fino ad ora sono stati individuati una trentina di casi, l'altro in una casa di riposo. L'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza presiederà una riunione con tutti i manager delle aziende sanitarie del Messinese, dove si registra uno dei picchi più alti di casi in tutta la Sicilia.

22 marzo 09:54 Coronavirus in Francia: votato lo stato d’emergenza sanitario

Il Parlamento francese si riunirà oggi dopo che nella notte i deputati dell'Assemblea nazionale hanno votato il progetto di legge d'emergenza per affrontare l'epidemia da Coronavirus. Il testo stabilisce in particolare lo stato d'emergenza sanitaria che consente di limitare le libertà pubbliche per due mesi. Autorizza inoltre il governo a prendere una serie di misure a sostegno delle imprese e ad agire per rinviare il secondo turno delle elezioni comunali. Nella sua versione modificata dall'Assemblea, il disegno di legge prevede anche di inasprire le sanzioni per i francesi che non rispettino le misure di contenimento: una multa di 135 euro in caso di violazione delle norme; 1.500 euro in caso di recidiva "in 15 giorni"; nel caso di "quattro violazioni entro 30 giorni" sarà un reato "punibile con una multa di 3.700 euro e un massimo di sei mesi di carcere".

22 marzo 09:33 Coronavirus, ultime notizie: Usa terzo Paese per numero di contagi, 25mila

Con oltre 25mila casi positivi di coronavirus (25.493) gli Stati Uniti superano la Spagna e diventano il terzo Paese per numero di contagiati, dopo Cina e Italia. Nel giro di 24 ore sono stati registrati circa 8.000 nuovi infetti. Il numero di morti ammonta a 307.

Mike Pence e sua moglie Karen sono risultati negativi al test del coronavirus. Lo ha reso noto una portavoce del vicepresidente, che guida anche la task force Usa contro il Covid-19. Ieri un membro dello staff di Pence è risultato positivo al tampone.

22 marzo 09:30 Coronavirus in Italia, Gualtieri: “Sospensione dell’attività è un sacrificio necessario”

"La sospensione annunciata dal presidente Conte delle attività produttive non essenziali fino al 3 aprile è un sacrificio necessario per sconfiggere il Covid-19 e salvare vite umane. Sosterremo i lavoratori e le imprese per far ripartire il Paese. Uniti ce la faremo". Lo scrive su Twitter il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri.

22 marzo 09:21 Coronavirus, la diretta. Russia invia in Italia virologi militari

La Russia invierà "virologi, medici militari e attrezzature" di diverso genere nel nostro Paese, come aiuti nella lotta all’epidemia di Covid-19. Lo ha comunicato il ministero della Difesa russo, citato da Ria Novosti, spiegando che un accordo in questo senso, tra e Roma Mosca, è stato raggiunto nella tarda serata di ieri dopo una conversazione telefonica tra i rispettivi ministri della Difesa, Serghei Shoigu e Lorenzo Guerini

22 marzo 09:18 Coronavirus in Gran Bretagna: oltre 5.000 casi, 233 morti

 Il numero dei casi di contagio da coronavirus nel Regno Unito ha superato la soglia delle 5.000 unita' a quota 5.067: lo riporta l'ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University. I bilancio dei morti e' salito a quota 233 ed i guariti sono 65.

22 marzo 09:14 Coronavirus in Italia, bimba chiama la Polizia e la ringrazia: “Restiamo tutti a casa”

"La saggezza della piccola Noemi che invita tutti a stare a casa Ci uniamo al suo grazie ai medici e infermieri impegnati contro #Covid_19 Bimbi giocate in casa. Presto ci riabbracceremo in strada". Questo il tweet della Polizia di Stato in riferimento alla telefonata ricevuta giovedì sera dagli uomini del reparto di di Viterbo impegnati, insieme a tutte le forze dell’ordine, nell’emergenza Coronavirus.

22 marzo 09:09 Coronavirus a Cremona, radiologo sopravvissuto: “Da fine gennaio polmoniti anomale su troppi giovani”

Carlo Giussani, da 35 anni in prima linea nell'ospedale di Lombardia, racconta la sua doppia condizione: malato di Coronavirus e operatore sanitario. "Mi sono ammalato in contemporanea con il paziente 1 di Codogno e in quegli stessi giorni della zona rossa del Basso Lodigiano, Cremona viveva una situazione simile", ricorda a TgCom. "Io sono un sopravvissuto, ma la realtà – ammette – è che sembra di svuotare il mare con il cucchiaino". E ritorna ai giorni di fine gennaio con quei troppi casi di polmoniti anomali tra giovani: "Noi addetti ai lavori ci chiedevamo cosa stesse accadendo".

22 marzo 08:52 Coronavirus, Papa Francesco: “Prego per i malati che muoiono soli e per le famiglie”

"In questi giorni ascoltiamo le notizie di tanti defunti, uomini, donne, che muoiono soli senza poter congedarsi dai loro cari. Pensiamo a loro e preghiamo per loro. Ma anche per le famiglie che non possono accompagnare i loro cari nel trapasso. La nostra preghiera speciale e per i defunti e i loro familiari". Lo ha detto papa Francesco.

22 marzo 08:44 Coronavirus, ultime notizie. Meloni: “Comunicazione da regime totalitario”

"Intollerabili i metodi di comunicazione da regime totalitario, utilizzati dal governo per l'emergenza coronavirus: dichiarazioni trasmesse in orari improbabili, con continui ritardi e attraverso la pagina personale di Giuseppe Conte su Facebook, come se in Italia non esistessero le Istituzioni, la televisione di Stato e la stampa". Così Giorgia Meloni, in un post su Facebook, dopo gli ultimi provvedimenti del governo annunciati dal premier Giuseppe Conte.

22 marzo 08:40 Coronavirus, la diretta. Fontana (Lombardia): “Misure del governo inevitabili, finalmente”

"Misure necessarie e inevitabili. Finalmente!". Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato così i nuovi provvedimenti adottati dal Governo nella tarda serata di ieri. Il governatore è stato tra coloro che hanno spinto maggiormente per un inasprimento delle misure per arginare l'epidemia da Coronavirus. Sempre ieri, dopo un confronto con i sindaci dei capoluoghi  il presidente dell'Anci Lombardia e dell'Upl e i rappresentanti del Tavolo del Patto per lo Sviluppo, aveva annunciato: "Regione Lombardia, d'accordo con i sindaci del nostro territorio, con le associazioni di categoria e con le parti sociali, ha deciso di emanare un'ordinanza con la quale vengono disposte nuove stringenti limitazioni per contrastare la diffusione del Coronavirus".

Secondo l'ordinanza restano aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie e i supermercati, ma deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Sospensione dell'attività degli uffici pubblici, delle attività degli studi professionali, il fermo delle attività nei cantieri e divieto di praticare sport e attività motorie svolte all'aperto, anche singolarmente. Così fino al 15 aprile.

22 marzo 08:17 Coronavirus in Italia, oltre 7mila si offrono come medici volontari. Boccia: “Travolti dall’amore”

Alle 19.30 di ieri 21 marzo erano 7.220 le persone che hanno risposto al bando per una task force di medici volontari in supporto agli ospedali in affanno per l'emergenza Coronavirus. L'ha comunicato il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia, davanti alla sede della Protezione Civile a Roma: "É un atto di amore e orgoglio. Siamo stati travolti. C'è gente che viene da tutta Italia e di tutte le età, che hanno deciso di andare al fronte perché questo è un fronte".

"Quando abbiamo iniziato questa discussione, molti pensavano che forse potessero arrivare 100 domande, noi ci abbiamo creduto fin dall'inizio, Abbiamo aperto un bando con la Protezione Civile e siamo stati travolti dall'Italia migliore", ha aggiunto il ministro Boccia. A proposito delle caratteristiche di chi ha aderito alla chiamata finora, Boccia ha detto: "Scorrendo nomi e date di nascita, ti viene da piangere perché vedi giovani medici e anche ottantenni e allora si capisce cosa è questo Paese in questo momento. Tanti dal sud, ma vengono da tutt'Italia. Lo Stato farà di tutto per sostenerli e ringraziarli". E ha concluso: "Sarà una squadra di interposizione che partirà dalla Lombardia e poi si sposterà in tutta Italia dove servirà".

22 marzo 08:01 Coronavirus in Italia, Conte vara nuove misure: “Chiudono tutte le attività non necessarie”

Abbiamo deciso di "chiudere nell'intero territorio nazionale ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria a garantirci beni e servizi essenziali". Lo ha annunciato intorno alle 23.30 di ieri 21 marzo il premier Giuseppe Conte nella giornata in cui purtroppo si registra il picco massimo di morti dall'inizio dell'emergenza coronavirus, 793 in un solo giorno. Stiamo affrontando la "crisi più difficile che il Paese sta vivendo dal secondo dopoguerra", ha ammesso il premier.

Dalla nuova stretta decisa dal governo per contrastare il Covid-19, sono esclusi giornali, tv ed edicole che resteranno aperti. Aperti anche tabacchi e benzinai. Il giro di vite partirà da lunedì e al momento sarà valido fino al 3 aprile. Lo precisano fonti di Palazzo Chigi. L'esecutivo ha così risposto alle richieste pressanti richiesti che arrivavano sopratutto dalla Lombardia, ma anche Piemonte, Marche, Veneto, Valle d'Aosta, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Campania, che già in autonomia hanno provveduto a imporre regole più dure per impedire che i cittadini circolino per strada, formando assembramenti.

Sono 42.681 i contagiati da Coronavirus in Italia, ben 4.821 più di ieri. I guariti 6.072, ovvero 943 in un giorno. Le vittime sono 793 in più rispetto a Venerdì, totale 4.825. Ricoverati in terapia intensiva 2.857, ovvero 202 in più in 24 ore. I guariti nelle ultime 24 ore sono invece 943 per un totale di 6.072. Dei positivi 2.857 pazienti sono in terapia intensiva in tutto il territorio nazionale e 22.116 in isolamento con sintomi lievi o asintomatici. Sono inoltre 7.000 i volontari impiegati per l’emergenza e 690 le tende pre-triage allestite finora in Italia. Questi i numeri dell'emergenza comunicati ieri dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

 

Tutto sul Coronavirus Covid-19

Ultime notizie sulla pandemia di Coronavirus

Il decreto #iorestoacasa contro il Coronavirus

Il parere degli esperti: Ilaria Capua

Le parole del virologo Roberto Burioni

Coronavirus in Italia: informazioni e link utili

Coronavirus in Italia e nel mondo