21 Aprile 18:41 Studio università Brescia: su 100 pazienti curati con il farmaco antiartrite il 77% è migliorato

I ricercatori dell'Università di Brescia hanno pubblicano i dati sui primi 100 pazienti positivi al coronavirus trattati con il farmaco antiartrite Tocilizumab presso gli Spedali Civili di Brescia: nel 77 percento dei pazienti trattati le condizioni respiratorie sono migliorate o stabilizzate. Si tratta della serie ad ora più ampia al mondo di pazienti trattati con Tocilizumab, che fa seguito ai risultati ottenuti in 20 pazienti in Cina e nei primi due pazienti italiani trattati all'Ospedale Cotugno di Napoli. I risultati saranno pubblicati sulla rivista Autoimmunity Reviews a luglio. Anche l'Agenzia italiana del farmaco ha avviato uno studio sul Tocilizumab.

21 Aprile 18:28 Oms: tutte le prove indicano che il virus è nato nei pipistrelli e non in laboratorio

Tutte le prove a disposizione suggeriscono che il coronavirus ha avuto origine nei pipistrelli e non è un "costrutto da laboratorio". Lo ha detto la portavoce dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Fadela Chaib, nel corso di un punto stampa a Ginevra dopo che negli ultimi giorni diversi alti funzionari dell'amministrazione e dell'intelligence degli Stati Uniti hanno aperto alla possibilità che la pandemia possa essere stata provocata da "un incidente di laboratorio" avvenuto all'Istituto di virologia di Wuhan. "In questo momento, non è possibile determinare con precisione la fonte del virus che ha causato la pandemia di Covid-19. Tuttavia, tutte le prove a disposizione suggeriscono che il virus ha una naturale origine animale e non è stato né manipolato, né costruito in laboratorio. È molto probabile che abbia avuto origine nei pipistrelli", ha spiegato Chaib. "Molti ricercatori sono stati in grado di osservarne le caratteristiche genomiche e ciò che hanno scoperto non conforta l'idea che il virus sia un costrutto da laboratorio", ha aggiunto la portavoce dell'Oms. A suo dire, “la gente dovrebbe concentrarsi sui fatti" e non su "teorie fasulle" sull'origine del virus. La scorsa settimana gli Stati Uniti hanno annunciato la sospensione dei finanziamenti a favore dell'Oms, organizzazione accusata dal presidente Donald Trump di essere "sinocentrica".

21 Aprile 18:17 In Lombardia 960 nuovi positivi al Covid-19 e 203 morti

 In Lombardia ad oggi sono 67.931 i casi positivi di Covid-19 accertati, con un incremento di 960 rispetto a ieri. Scende ancora il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva: sono 851, in totale, in calo di 50 unità. Purtroppo aumenta il numero dei decessi che sale a 12.579, con un aumento di 203 morti in 24 ore. In totale sono stati effettuati 277.197 tamponi.

21 Aprile 17:58 Bollettino Protezione Civile: 183.957 contagiati, 534 nuove vittime

In Italia sono 183.957 i casi totali di coronavirus (+2729 rispetto a ieri), di cui 51.600 guariti (+2723) e 24.648 morti (+534 in 24 ore). Sono stati effettuati in un giorno 52126 tamponi per un totale di 1.450.150. Questi i dati del bollettino del 21 aprile della Protezione civile.

21 Aprile 17:43 Nello stato di New York 481 morti in 24 ore: in calo ricoveri e pazienti in terapia intensiva

Sono stati 481 i morti registrati ieri nello stato di New York, dove i decessi totali sono oltre 14.000. In ulteriore calo i ricoveri e i pazienti in terapia intensiva. Ad aggiornare il bilancio il governatore Andrew Cuomo, che ha anticipato la conferenza in vista del viaggio di oggi pomeriggio a Washington per incontrare il presidente Donald Trump. Il numero dei morti di ieri per il secondo giorno di fila è sotto quota 500. Erano stati 478 il 19 aprile, in calo costante rispetto ai giorni precedenti, quando si erano registrati oltre 500 morti e, il 16 aprile, 630 decessi. All'inizio del mese la media era di oltre 700 vittime al giorno.

21 Aprile 17:32 Nuova impennata di vittime in Gran Bretagna: altri 823 morti

Nuova impennata del numero di morti registrati nel Regno Unito nelle ultime 24 ore, dopo il consistente calo dei due giorni scorsi. Secondo il bilancio reso noto dal ministero della Sanità si registrano altri 823 decessi nei soli ospedali, quasi il doppio di ieri, appena una cinquantina meno di venerdì e 160 meno rispetto al record assoluto giornaliero – britannico ed europeo – del 10 aprile. Il totale censito dei decessi sale a 17.337, mentre i contagi diagnosticati sfiorano 130.000, con una curva d'incremento in flessione attorno a 4300 al giorno.

21 Aprile 17:20 Lorini, primario a Bergamo: “Investiti da tsunami, difficilmente avremmo potuto fare meglio”

In Lombardia "qualcosa si poteva fare meglio o prima, ma io uno tsunami così non l'ho mai visto". A dirlo all'Adnkronos è Luca Lorini, primario del reparto di Rianimazione e Terapia intensiva dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, diventato uno dei simboli dell'emergenza Coronavirus in tutta Italia. Sul fronte ospedaliero "difficilmente si sarebbe potuto fare di meglio: gli ospedali si sono saturati in 15-20 giorni, sono diventati tutti Covid-19, ma in Lombardia abbiamo incrementato le terapie intensive del 200%, erano 800 posti sono diventati 1.500″. Secondo Lorini, "a New York, Madrid, Londra hanno avuto il vantaggio di vederci per quattro settimane e nonostante questo hanno fatto peggio di noi. Continuiamo a fare l'harakiri, ha sbagliato questo e ha sbagliato quell'altro, ma dobbiamo dirlo: noi abbiamo fatto meglio di tantissimi Paesi. Questo non vuol dire che sia un sistema perfetto, sono emersi tutti i suoi limiti, però abbiamo fatto meglio di altri"

21 Aprile 17:05 Allarme Coronavirus in una prigione dell’Ohio: quasi duemila detenuti positivi

(immagine di repertorio).
in foto: (immagine di repertorio).

Cresce la preoccupazione per una prigione dell’Ohio che sta diventando il più grande focolaio di Coronavirus degli Stati Uniti: al Marion Correctional Institution sono infatti risultati positivi 109 dipendenti e 1828 detenuti, un numero più alto di quello di una industria della lavorazioni delle carni in South Dakota e della portaerei Roosevelt a Guam. Complessivamente nei penitenziari dell’Ohio ci sono 2400 casi tra i reclusi e 244 tra lo staff, ossia il 20% del totale.

21 Aprile 16:31 Coronavirus ultime notizie, sale a 141 il numero dei medici morti

Un altro medico è deceduto nelle ultime ore per Covid-19. Si tratta di Silvio Marsili, pediatra in pensione. Lo rende noto la Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), che aggiorna costantemente la lista dei medici deceduti per l'epidemia includendo medici in attività, in pensione e medici pensionati richiamati in servizio o comunque attivi. Il totale dei decessi dall'inizio dell'epidemia sale così a 141.

21 Aprile 16:05 Il premier britannico Johnson si prepara al rientro mentre continua il recupero dopo il Coronavirus

Il premier britannico Boris Johnson si sta preparando a rientrare al lavoro, dopo il ricovero in terapia intensiva a causa del Coronavirus, occupandosi gradualmente delle questioni sul tavolo del governo. Nel pomeriggio, ha riferito SkyNews, avrà una telefonata con il presidente americano, Donald Trump, mentre in settimana è attesa un’udienza, anch’essa via telefono, con la regina Elisabetta II, per la prima volta in tre settimane. Il primo ministro "continua la sua ripresa a Chequers", dove risiede da quando è uscito dall’ospedale e "non è formalmente al lavoro per il governo", ha sottolineato il suo portavoce a Downing Street, precisando però che Johnson ha già ripreso i contatti con alcuni leader mondiali così come con i suoi ministri e consiglieri.

21 Aprile 16:01 Bonino replica a Conte: “Non è vero che l’Europa ci ha lasciato soli”

"Lasci perdere questa guerra autolesionista e insensata contro il Mes. Anche le pietre sanno che questo prestito di 37 miliardi arriverà senza altre condizioni.Negozi favorevolmente sui tassi e sui tempi della ristrutturazione: ma la verità è che tra Mes, Bei e altri strumenti ci sono  1.700 miliardi disponibili subito per la ripresa. Non voglio più sentire che l'Europa ci sta lasciando soli: non è vero, è una falsità. L'Unione ha messo in moto tutti gli strumenti che poteva. Credo sia necessaria un’opera di verità nei confronti dei cittadini: non è vero che il Mes è una trappola e non è vero che l’Unione ci sta lasciando soli: abbia il coraggio di dirlo": così la senatrice Emma Bonino si è rivolta al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in seguito alla sua informativa in Senato sulla strategia del governo nell'emergenza coronavirus.

21 Aprile 15:50 I club di Serie A uniti per la ripresa del campionato, delibera all’unanimità

L’Assemblea di Lega ha confermato l’intenzione di tornare in campo il prima possibile per concludere la stagione regolare 2019/2020. Nessun voto contrario, una volontà univoca che attenderà adesso l’autorizzazione del Governo e seguirà le direttive di Figc, Fifa e Uefa per assecondare le norme sanitarie e mediche da seguire. È possibile che la ripresa dell'attività sportiva, nella cosiddetta fase 2, potrebbe iniziare già il prossimo 4 maggio con gli allenamenti e avverrà in ossequio alle indicazioni diramate dagli organismi mondiali del calcio – Fifa e Uefa – unite alle disposizioni della Figc, sempre in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori.

21 Aprile 15:14 Conte al Senato: “5 punti studiati dal governo per affrontare la fase due”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, interviene al Senato per l'informativa sull'emergenza Coronavirus. Conte inizia il suo intervento al Senato sostenendo la necessità di “coinvolgere il Parlamento a pieno in una fase in cui l’azione del governo rileva su beni primari della persona”. Poi spiega che il governo ha predisposto un piano per la fase due che si sviluppa in cinque punti. Conte spiega:

Sotto il profilo della risposta sanitaria il governo ha elaborato una strategia in cinque punti: mantenere le misure del distanziamento promuovendo l’utilizzo diffuso dei dispositivi di protezione individuale fino al vaccino; rafforzare le reti sanitarie del territorio, con i servizi di prevenzione e l’integrazione tra politica sanitaria e sociale; rafforzare i Covid hospital; uso corretto dei test, come il tampone che è l’unico certo, ma anche i test sierologici; rafforzamento della strategia di mappatura dei contatti sospetti e di tele-assistenza con le nuove tecnologie.

Parlando dell’app che verrà utilizzata per il tracciamento dei contatti, Conte spiega che “sarà su base volontaria, non obbligatoria: chi non vorrà scaricarla non subirà limitazioni nei movimenti o altri pregiudizi”. Conte parla poi della fase due: “Si prospetta, adesso, una fase molto complessa: vogliamo procedere a un allentamento delle restrizioni, dobbiamo fare il possibile per preservare l’integrità e l’efficienza del nostro tessuto produttivo. I motori del Paese devono ravviarsi, ma sulla base di un piano ben strutturato, con una riorganizzazione dei modelli di lavoro e del trasporto. Anche per le misure di distanziamento sociale ci saranno alcune modifiche. Non ci sfugge la difficoltà per i cittadini, il ritorno alla normalità è un’aspirazione comprensibile di tutti. Tutte queste esigenze vengono sollecitate dai cittadini e dai parlamentari”.

A occuparsi della fase due e della predisposizione del piano per affrontarla c'è anche la task force guidata da Colao: "Questo comitato di esperti sta agendo di concerto con il comitato tecnico-scientifico affinché le strategie siano basate su condizioni di sicurezza. Stiamo elaborando un programma di aperture che sia omogeneo su base nazionale e che ci consenta di riaprire buona parte delle attività produttive e commerciali tenendo sotto controllo la curva del contagio in modo da intervenire laddove questa si ri-innalzi sopra una certa soglia. Soglia che non pensiamo debba essere formulata in termini meramente astratta, ma che vogliamo commisurata alla specifica ricettività delle strutture ospedaliere delle aree di riferimento".

21 Aprile 14:49 A Madrid i funerali si terranno in streaming

Il servizio funebre della città di Madrid (Sfm) ha messo in funzione una piattaforma per i funerali in streaming in modo di permettere a tutti di salutare i propri cari, malgrado le restrizioni per il contagio del coronavirus. I familiari potranno scegliere un funerale religioso e civile. Sarà possibile intervenire mandando un video con un discorso, una poesia o una canzone, ma anche immagini del defunto. Il servizio, completamente gratuito, punta a offrire conforto durante la pandemia, mentre i funerali pubblici sono vietati e i parenti dei defunti possono essere anche loro ammalati o costretti alla quarantena.

21 Aprile 14:29 Il sindaco di Milano Sala: “Sostegno o sarà un problema pagare stipendi”

"Non posso che chiedere un sostegno finanziario. Al momento ce la facciamo ma è ovvio che passando i mesi saremmo in difficoltà anche per pagare gli stipendi": il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha spiegato ai microfoni del TgR Lombardia, parlando dei cambiamenti della città, in particolare dei trasporti nella Fase 2 per uscire dall'emergenza di Coronavirus. "Sarebbe sciocco arrivare tre giorni prima e dirci farete cosi' e poi – ha aggiunto – non posso che chiedere il sostegno finanziario".

21 Aprile 14:16 Milano, nessun paziente da quattro giorni al nuovo Ospedale in Fiera

Nessun nuovo paziente da quattro giorni all’ospedale in Fiera di Milano dove sono otto i posti letto occupati sui 53 disponibili. Continuano le perplessità sull’utilità della grande struttura annunciata in pompa magna dalla regione Lombardia in piena emergenza così come quelli sul suo futuro: il presidente Fontana non ha saputo dare una risposta in merito mentre Guido Bertolaso prepara un progetto analogo nelle Marche.

21 Aprile 14:05 Azzolina lancia Comitato di esperti per la scuola: “È arrivato il momento di lavorare sul dopo”

"Ho firmato l’atto che istituisce presso il Ministero dell’Istruzione il comitato di esperti che ci aiuterà a mettere a punto il nostro Piano per la Scuola". Lo ha annunciato il ministro dell'istruzione, Lucia Azzolina, con un lungo post sulla sua pagina Facebook. Si tratta, spiega Azzolina, di "un progetto ampio, complessivo, per uscire dall'emergenza ma guardando oltre. Serve un approccio resiliente per superare questa crisi: possiamo farlo costruendo insieme una scuola migliore. È una strada obbligata se non vogliamo disperdere i tanti sacrifici fatti in queste settimane. L’emergenza ha ricordato a tutti la centralità del sistema d’Istruzione. Ma ha anche evidenziato le criticità che la scuola italiana sconta da anni. Troppi anni e troppi ritardi. Digitalizzazione, formazione, edilizia: priorità su cui non può più esserci alcuna esitazione. È arrivato il momento di lavorare sul dopo. E dobbiamo farlo subito". Del gruppo faranno parte 18 esperti, il cui elenco è disponibile sul sito ufficiale del dicastero.

21 Aprile 13:45 Dove seguire in tv l’informativa del premier Conte al Senato e alla Camera

Il premier Giuseppe Conte terrà una informativa sui provvedimenti del governo riguardo all'emergenza Coronavirus questo pomeriggio prima al Senato, alle 15:00, e poi alla Camera, alle 17:30. Sarà possibile seguire in diretta l'intervento del presidente del Consiglio su SkyTg24, RaiNews24 e TgCom24 e su Rai1 con finestre durante la Vita in Diretta, oltre che su Rai Parlamento. Il tutto in vista del confronto decisivo al Consiglio europeo di giovedì, 23 aprile, sul pacchetto di misure economiche delineato dall’Eurogruppo per affrontare l’emergenza Covid-19. Ma sono attese anche le parole sulla situazione interna dell’Italia e sulla fase 2, quella della ripartenza delle le attività che si sono fermate per il lockdown. Al termine dell'informativa non è previsto il voto dell'Aula.

21 Aprile 13:23 Il caso Rsa Domus Patrizia di Milano: 16 operatori in quarantena con gli anziani e nessun contagio

Mentre monta la polemica sulla gestione delle residenze per gli anziani, diventate focolaio dell'epidemia da Coronavirus, arriva da Milano la storia della  Rsa Domus Patrizia, esempio positivo di gestione dell'emergenza: le decisioni tempestive della proprietà e l’abnegazione dei lavoratori hanno finora tenuto fuori il virus dalla struttura che ospita 81 anziani di età media attorno ai 90 anni. Dallo scorso 31 marzo i 16 operatori socio sanitari della coop Virtus sono chiusi all’interno della casa di riposo: vi rimarranno fino al 3 maggio, rinunciando a vedere i propri cari per proteggere i “loro” anziani.

21 Aprile 12:29 Arcuri: “App per il tracciamento resta volontaria, ma scaricarla è sinonimo di generosità”

"Immaginare che possa uscire solo chi ha scaricato l'app non è possibile. La app resterà volontaria, noi cercheremo di spiegare che la partecipazione e l'utilizzo della stessa è sinonimo di generosità verso se stessi e gli altri, è sinonimo di comunità. La diffusione più vasta di questo strumento sarà fondamentale". Lo ha detto il commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus in Italia, Domenico Arcuri, in conferenza stampa a proposito della app per il contact tracing dei contagi scelta nei giorni scorsi dal governo e che si chiama "Immuni". Arcuri ha anche sottolineato, sempre a proposito dell'applicazione, che saranno garantiti "il rispetto della sicurezza e della privacy, perché  i dati dei nostri concittadini, che parteciperanno consapevoli, e la loro riservatezza è un diritto inalienabile ed irrinunciabile. Nulla accadrà se non nel totale rispetto delle leggi sulla privacy nazionali e sovranazionali".

Arcuri ha poi dato qualche numero sull'emergenza Coronavirus in Italia. Sui tamponi ha spiegato che "un mese fa ne avevamo fatto 182mila. Ieri abbiamo toccato la quota di un milione e 398mila. Quindi il 500% in più rispetto a un mese fa. Con orgoglio credo sia uno dei tanti risultati della combinazione virtuosa del lavoro che stiamo facendo con le Regioni". Cresce anche il numero di mascherine disponibili: "Ci sono 40,3 milioni di mascherine nei magazzini delle Regioni, aggiornato a ieri. Servirà per fronteggiare picchi di domanda o rigurgiti dell'emergenza. Ormai questo argomento delle mascherine lo possiamo accantonare, ha lasciato il passo a ulteriori questioni. Continuiamo una massiccia distribuzione, sono soddisfatto della trasparenza delle Regioni che dichiarano di averne un po' più di quelle che gli servono".

21 Aprile 12:04 L’annuncio di Conte: “Informativa oggi pomeriggio in Parlamento sull’emergenza Coronavirus”

"Oggi pomeriggio sarò prima al Senato e poi alla Camera per un’informativa sull’emergenza Coronavirus". Lo ha ricordato il premier Giuseppe Conte sui suoi canali social. Il presidente del Consiglio sarà alle 15:00 al Senato e alle 17:30 alla Camera dei Deputati, come già anticipato ieri da Palazzo Chigi. Due i temi di sicuro al centro dell'intervento: il Consiglio Ue sul Mes e sugli aiuti economici in programma il 23 aprile prossimo e la fase 2 dell'epidemia da Coronavirus, che dovrebbe partire il prossimo 4 maggio in Italia con la fine del lockdown.

21 Aprile 11:52 La fase 2 dell’emergenza Coronavirus nelle aziende: le indicazione dell’Inail

Il governo sta progettando la fase 2 dell'emergenza Coronavirus anche nei luoghi di lavoro. Giuseppe Conte ha ricordato che dal 4 maggio, con la fine del lockdown, non tutte le attività potranno ripartire, perché il rischio dei contagi è ancora troppo alto. Ci sarà un allentamento delle misure restrittive, i cittadini potranno uscire, ma probabilmente per le aziende si procederà a scaglioni, per evitare assembramenti nei luoghi di lavoro e affollamento sui mezzi pubblici. Come emerge da un documento tecnico stilato dall'Inail, su cui si baserà l'esecutivo per decidere chi e quando potrà ripartire, le aziende dovranno adeguarsi ad alcune misure di sicurezza anti-contagio. Tutte dovranno garantire il distanziamento sociale, bisognerà rimodulare gli orari di ingresso e di uscita, saranno privilegiate, laddove possibile, le riunioni non in presenza e lo smart working. Tra le attività più esposte alla possibilità di infezione ci sono le farmacie, forze dell'ordine, sanità e assistenza sociale, agenzie funebri, parrucchieri.

21 Aprile 11:15 Neonato nato positivo all’ospedale di Aosta: la mamma, infetta, ha partorito con 38 di febbre

Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Un bambino è nato all’ospedale Beauregard di Aosta positivo al Coronavirus. Il parto è avvenuto la scorsa settimana, nella notte tra giovedì e venerdì. La madre, anche lei contagiata, ha partorito con 38 di febbre. Il risultato del tampone è arrivato il giorno dopo la nascita. All’interno del nosocomio è stata riorganizzata la degenza nei reparti di Ostetricia e Pediatria.

21 Aprile 10:59 Nel mondo superati i 170mila morti per Coronavirus

Il bilancio dei morti legati all'epidemia di Coronavirus ha raggiunto quota 170.418 a livello globale, mentre le persone contagiate sono quasi due milioni e mezzo (2.480.749). Lo riferisce la Johns Hopkins University. Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito con oltre 42mila decessi e più di 784mila casi, seguiti da Italia, Spagna e Francia, tutti con più di 20mila vittime.

21 Aprile 10:54 Mattia, paziente 1 a Codogno: “Tenuto in vita dal pensiero di mia figlia”

Mattia Maestri.
in foto: Mattia Maestri.

Dopo due mesi dal 22 febbraio, Mattia Maestri, il paziente 1 di Codogno, è tornato a parlare per raccontare la sua esperienza con il Coronavirus. In una intervista rilasciata a Repubblica il 38enne ha ripercorso i momenti precedenti al ricovero in terapia intensiva: prima la febbre improvvisa comparsa lunedì 17 febbraio che lo ha portato a recarsi in pronto soccorso, poi la polmonite che gli hanno diagnosticato prima di rimandarlo a casa. Ma nonostante le medicine, la febbre non andava via e la sua salute è peggiorata tanto da essere stato costretto a tornare in ospedale il giorno dopo, ed è qui che in poche ore è stato ricoverato dopo che una radiografia aveva rivelato liquido nei polmoni. Infine, il tampone che ha dato esito positivo. "Sono stato tenuto in vita dal pensiero di mia figlia Giulia", ha detto. La piccola è nata poco prima delle sue dimissioni dall'ospedale.

21 Aprile 10:34 Medico e malato di Coronavirus bloccati per 30 minuti in ascensore

Attimi di apprensione nel pomeriggio di ieri in uno dei tre ascensori del Policlinico Riuniti di Foggia, dove sono rimasti bloccati per circa mezz'ora un medico e un paziente positivo al Coronavirus. Nessun problema, tranne comprensibile preoccupazione della situazione. Vitangelo Dattoli, direttore della struttura sanitaria, ha spiegato che l'ascensore, nonostante sia nuovissimo, si sarebbe fermato già in altre occasioni.  Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, ma per ovviare a nuovi inconvenienti simili i pazienti del reparto ricoverati per Covid-19 da domani verranno curati al pianterreno. L'ascensore, quindi, non verrà più utilizzato.

21 Aprile 10:13 La fase 2 dei trasporti pubblici: come sarà la riapertura per metro, bus e tram

Tra le maggiori incognite legate alla fase 2 dell'emergenza Coronavirus, quando cioè saranno allentate le misure restrittive di contenimento dell'epidemia, c'è quella relativa alla sfera del trasporto pubblico. Al vaglio del governo ci sono una serie di ipotesi per far sì che il servizio da un angolo all'altro della Penisola continui in tutta sicurezza per i cittadini. Parola d'ordine: distanziamento sociale. Bisognerà cioè garantire la distanza di almeno un metro tra un passeggero e l'altro su bus, metro e tram, che non potranno più essere sovraffollati come due mesi fa, come anche richiesto dall’Asstra, l’associazione che riunisce 150 aziende del trasporto pubblico locale guidata da Andrea Gibelli. Per questo è possibile che dal prossimo 4 maggio i mezzi pubblici diventino a numero chiuso e le corse potenziate. A tal proposito, si ricordi la proposta di Marco Granelli, assessore alla Mobilità del Comune di Milano. "ATM farà in modo che l’accesso alla metropolitana sia contingentato, informando quando si giungerà al livello di saturazione, e poi sulle carrozze e sui bus segnaleremo sul pavimento e sui sedili la distanza da tenere, e possibilmente anche nelle stazioni della metropolitana, alle fermate in strada. Noi e ATM faremo il massimo, chiediamo fin d’ora ai cittadini di seguire bene le regole e aiutarci".

Ci sarà l'obbligo, inoltre, ovunque per gli utenti di indossare mascherine e guanti monouso, mentre le aziende del trasporto pubblico potranno installare distributori e dispenser per favorire l'approvvigionamento in prossimità di stazioni e fermate. Inoltre, come già aveva anticipato il ministro Paola De Micheli, l'esecutivo prevede anche "percorsi unidirezionali e il controllo della temperatura". È infine allo studio l’apertura stabile delle zone a traffico limitato per alleggerire la rete di bus e metropolitane e per favorire i trasferimenti con mezzo proprio, ma si stanno prendendo in esame anche altre soluzioni, e l'allestimento di aree di scambio, bici e auto in servizio sharing con prezzi calmierati.

21 Aprile 09:42 Brusaferro: “Andare al mare? Non saranno consentiti assembramenti”

Le prossime vacanze estive saranno subordinate al rispetto del distanziamento sociale. A ribadirlo il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro, che in merito alla possibilità di andare al mare è stato chiaro: "E' difficile rispondere. Siamo tutti consapevoli ormai che raduni o assembramenti di centinaia o migliaia di persone in spazi ristretti non ci sono consentiti. Questo è il primo dato da cui partire. Dopo di che dobbiamo tenere a mente il principio del passo dopo passo. A partire dal quattro maggio si può iniziare a rilassare alcune misure, misurare ciò che avviene e fare un passettino in più settimana dopo settimana monitorando sempre ciò che succede. Rimane però il dato che grandi assembramenti in spazi ristretti, chiusi o all'aperto, sono una realtà che non possiamo immaginare consentita".

21 Aprile 09:27 Ricerca rivela: “In Lombardia più morti di covid-19 a causa dell’inquinamento”

Antonio Frontera, ricercatore italiano dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, ha dichiarato a Fanpage.it: “C’è una correlazione sull’alta percentuale di decessi per Covid-19 e il persistere di elevati livelli PM 2.5 in Pianura Padana che, per le caratteristiche del suo territorio, crea le condizioni per una maggiore diffusione del Sars-Cov2”. "Nella Pianura Padana vi è una sorta di cappa in quanto, essendo circondata da tutto l’arco alpino e dall’appennino ligure, si forma una specie di conca, e questo impedisce il ricircolo corretto di aria".

21 Aprile 09:22 Al Consiglio UE del 26 non verrà presa una decisione definitiva sul pacchetto di aiuti economici

Al Consiglio Europeo del 26 aprile non verrà presa una decisione definitiva sul pacchetto di aiuti contro la crisi innescata dal coronavirus. Ad annunciarlo l’agenzia Reuters, secondo cui la Commissione Europea avrebbe comunicato agli Stati membri, attraverso una riunione a porte chiuse, che è intenzionata a finanziare il Recovery Fund attraverso il budget europeo: il budget in questione riguarda il periodo 2021-2027, ma la Commissione chiederà un aumento temporaneo delle garanzie date dai singoli Stati membri per il biennio 2021-22, così da avere un margine ulteriore.

21 Aprile 09:13 Il virologo Giorgio Palù: “Infezione complessa. Può colpire anche cuore, reni e cervello”

Giorgio Palù, virologo ed ex presidente della società italiana di virologia, intervenendo a Radio Anch’io ha dichiarato: "Mi pare che la curva dell’epidemia stia scendendo in maniera speculare all’incremento che aveva avuto nella fase di ascesa, quindi siamo nella Fase 2 di discesa". Lo scienziato aggiunge inoltre che, grazie agli studi scientifici e alle evidenze cliniche sempre più numerose, oggi si sa molto di più sulla malattia scatenata dal Covid-19: "Non è solamente un‘infezione polmonare ma qualcosa di molto più complesso di quello che sospettavamo all’inizio. È una infiammazione generalizzata che colpisce vari organi che vanno dal cuore ai reni, addirittura anche al sistema nervoso centrale".

21 Aprile 08:47 Fugge a un post di blocco e trascina sull’asfalto per metri i finanzieri

Voleva fuggire ai controlli per il coronavirus. Per questo un uomo di Lurate Caccivio, in provincia di Como, ha travolto e trascinato per alcuni metri i militari della Guardia di Finanza che volevano fermarlo a un posto di blocco. L'uomo è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, omissione di soccorso, lesioni, danneggiamento ed è sanzionato per aver violato le misure relative all'emergenza sanitaria. I militari feriti sono stati portati in ospedale.

La pattuglia, che stava svolgendo controlli sull'osservanza delle misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza da Covid-19, ha intimato l'alt a un'auto con a bordo due giovani italiani che percorreva la statale Varesina. Il conducente, anziché fermarsi, ha accelerato forzando il blocco e fuggendo a tutta velocità. Ne è nato un inseguimento lungo le vie di Lurate Caccivio, durante il quale la pattuglia è riuscita a superare il veicolo e a bloccarlo. Come se non bastasse il conducente ha speronato la macchina dei finanzieri trascinandoli per alcuni metri sull'asfalto.

21 Aprile 08:38 Catalfo: “Ritardi nella cassa integrazione? Colpa delle regioni, alcuni dati non disponibili”

La ministra del Lavoro Catalfo – intervistata da Fanpage.it – ha spiegato come mai ci sono ritardi nel pagamento della cassa integrazione in deroga: “Le regioni stanno trasmettendo i loro decreti all’Inps. Fino a venerdì ancora mancava qualche regione e adesso l’Inps ha iniziato già a lavorare i decreti già inviati. Abbiamo semplificato tutte le procedure.  In ogni caso ho seguito tutto l'iter, abbiamo sottoscritto insieme alle parte sociali un accordo con l'Abi per permettere al lavoratore di farsi anticipare la cassa integrazione dalle banche. Ad oggi so che più del 90% delle banche ha aderito, l'Abi ha pubblicato tutto l'elenco".

21 Aprile 08:35 La ministra Catalfo: “Reddito di emergenza da 400 a 800 euro al mese”

Intervistata da Fanpage.it, la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo ha anticipato che il reddito d’emergenza, i cui dettagli saranno contenuti nel prossimo decreto, verrà erogato in base ai componenti del nucleo familiare, e potrebbe andare dai 400 “fino a un tetto massimo” di 800 euro. La misura inoltre potrebbe essere a tempo, verosimilmente della durata di alcuni mesi.

21 Aprile 08:21 Conte: “Riapertura dal 4 maggio. Farlo ora sarebbe irresponsabile”

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha affidato a Facebook una riflessione in vista dell'avvio della cosiddetta Fase 2, confermando che prenderà il via a partire dal 4 maggio e non prima, come da molti auspicato: "Mi piacerebbe poter dire: riapriamo tutto. Subito. Ripartiamo domattina. Questo Governo ha messo al primo posto la tutela della salute dei cittadini, ma certo non è affatto insensibile all’obiettivo di preservare l’efficienza del sistema produttivo. Ma una decisione del genere sarebbe irresponsabile. Farebbe risalire la curva del contagio in modo incontrollato e vanificherebbe tutti gli sforzi che abbiamo fatto sin qui". "Non possiamo – ha spiegato Conte – affidarci a decisioni estemporanee pur di assecondare una parte dell’opinione pubblica o di soddisfare le richieste di alcune categorie produttive, di singole aziende o di specifiche Regioni. L’allentamento delle misure deve avvenire sulla base di un piano ben strutturato e articolato".  Il Presidente del Consiglio ha quindi aggiunto che il programma per la "riapertura" sarà nazionale, ma terrà in debita considerazione le peculiarità locali, "perché le caratteristiche e le modalità del trasporto in Basilicata non solo le stesse che in Lombardia".

21 Aprile 07:59 Disservizi sito Inps, Tridico: “Abbiamo subito attacchi informatici”

L'Inps avrebbe subito una serie di attacchi informatici a partire dal 21 marzo e ciò avrebbe pregiudicato il corretto funzionamento del sito causando i disservizi delle scorse settimane. A dirlo Pasquale Tridico,  presidente dell’Istituto nazionale di previdenza sociale sentito in audizione dopo i problemi di funzionamento alla piattaforma per fare richiesta del bonus di 600 euro riservato ai lavoratori autonomi per affrontare l’emergenza coronavirus: “Mi preme sottolineare il grande sforzo e la generosità con cui l’Istituto ha affrontato” la situazione. “Dopo il disservizio del primo aprile, di cui chiedo scusa a tutti gli utenti e al parlamento, nei giorni seguenti l’Istituto ha raccolto le domande – ha continuato – e ha risposto con impegno pagando dal 15 aprile”. Tridico ha sottolineato che ci sono stati “attacchi informatici” fin dal 21 marzo e “un afflusso enorme di utenti”, spiegando che solo in quel giorno l’Inps “ha raccolto 473 mila domande”.

21 Aprile 07:50 L’epidemiologo Lopalco: “Ipotizzabile una riapertura per macroaree”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
in foto: Il Prof. Pier Luigi Lopalco

Secondo l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, docente di Igiene generale e applicata all'università di Pisa e responsabile del coordinamento per l'emergenza della Regione Puglia, un'ipotesi percorribile per la "Fase 2" sarebbe quella di una graduale riapertura per macroaree: "Potrebbe capitare che una regione corre di più e spegne più velocemente i focolai, mentre un'altra li spegne meno velocemente. Laddove ci sono più casi, ci vuole più tempo, questo è evidente", ha dichiarato in un'intervista al Messaggero, ipotizzando una riapertura diversificata: "Se in termini sia epidemiologici che di capacità alla risposta di adeguatezza ci fossero delle forti differenze tra regioni, non la escluderei. Dal punto di vista puramente tecnico scientifico, bisognerebbe però ragionare in termini di macroaree. Ma non so se a livello politico potrebbe essere accettabile una situazione di questo genere".

21 Aprile 07:38 A Singapore nuova ondata di contagi: 1.426 nuovi casi nei dormitori degli operai

Una nuova ondata di contagi sta investendo Singapore. Le autorità sanitarie del paese hanno annunciato ben 1.426 nuovi casi di coronavirus, che portano il totale delle infezioni accertate nel Paese a 8.014. Si tratta dell'incremento giornaliero dei contagi di maggiore entità finora registrato nella città-Stato, che ne fanno il primo Paese del Sud-est asiatico per numero di casi di infezione. Al centro del boom dei contagi, in un Paese che si era distinto nei mesi scorsi per l'efficace risposta all'emergenza sanitaria, ci sono i dormitori che ospitano molti dei circa 200mila lavoratori stranieri scarsamente qualificati e a basso reddito. Il vicepremier Heng Swee Jeat ha dichiarato la scorsa settimana che l'isola dovrà adottare ulteriori misure di contenimento, anche a costo di causare ulteriori danni a breve termine all'economia.

21 Aprile 07:30 Hotel di Cortina denuncia la Cina: “Stagione perfetta andata in fumo”

L’Hotel De La Poste di Cortina d’Ampezzo ha deciso di denunciare il ministero della Sanità della Repubblica Popolare  cinese per "non aver tempestivamente segnalato all’Oms lo stato del diffondersi del virus e dei suoi gravi effetti letali a cavallo fra novembre e dicembre 2019 e non aver assunto i necessari provvedimenti di controllo sui passeggeri in partenza dalla Cina".

Il 12 marzo l’hotel è stato costretto a chiudere in anticipo "nel pieno della stazione sciistica, con conseguenze disastrose tra cui il licenziamento di tutto il personale e la disdetta dei contratti di fornitura, così come è avvenuto per tutte le altre strutture ricettive ampezzane" si legge nella citazione. La stagione invernale 2019/2020 era ritenuta la migliore degli ultimi dieci anni, caratterizzata da un perfetto innevamento e condizioni meteo ideali per gli appassionati di sci. "Le gravi omissioni del ministero della Salute cinese hanno impedito allo Stato italiano una tempestiva assunzione di provvedimenti da adottare in ordine sanitario e pubblico che sicuramente avrebbero ridotto al minimo il disagio e le conseguenze negative derivanti dal Covid-19".

21 Aprile 07:24 Negli USA altri 1.433 morti: Trump sospende l’immigrazione nel paese

Sono 1.433 le persne morte di coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore: a rivelarlo Johns Hopkins University, secondo cui dall'inizio dell'emergenza sanitaria le vittime negli USA sono statepiù di 42mila mentre i contagi oltre 784 mila. Nel frattempo il presidente Donald Trump ha annunciato che sospenderà l'immigrazione nel paese. Via Twitter, Trump ha anticipato che firmerà un ordine esecutivo "alla luce dell'attacco da parte del nemico invisibile" per proteggere i cittadini americani, sospendendo "temporaneamente l'immigrazione negli Stati Uniti".

21 Aprile 07:17 Verso la Fase 2: i negozi riapriranno solo a metà maggio

I dati sui contagi di coronavirus iniziano finalmente ad essere incoraggianti anche se il governo teme una possibile ricaduta e nuovi focolai. Per questo la cosiddetta fase due, che comincerà il 4 maggio, vedrà da subito una riapertura delle aziende manifatturiere e del commercio collegato, oltre ai cantieri edili, riportando al lavoro circa tre milioni di persone. Solo intorno alla metà di maggio (l'11 o più probabilmente il 18) riapriranno invece anche i negozi, e dopo ancora anziani e bambini potranno tornare a circolare liberamente. Questi ulteriori sacrifici sono dovuti al fatto che solo intorno alla metà di maggio l'indice dei contagi – cioè il cosiddetto R0 – a livello nazionale dovrebbe toccare lo zero.

21 Aprile 07:12 Le ultime notizie sul coronavirus in Italia e nel mondo

Per la prima volta la crescita dei casi positivi al coronavirus ha subito ieri, 20 aprile, una brusca frenata raggiungendo quota 108.237 rispetto ai 108.257 del giorno precedente.  I casi totali in Italia (comprensivi degli attualmente positivi, guariti e decessi) sono 181.228, con un incremento di 2.256 rispetto a ieri. I dati aggiornati sono stati forniti dal capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, che ha spiegato inoltre che sono 48.887 i guariti (+1.882) e 24.114 deceduti (+454). Sono 80.758  i malati in isolamento domiciliare asintomatici o con pochi sintomi, 24.906 sono ospedalizzati e 2.573 sono ricoverati in terapia intensiva, con un calo di 62 rispetto a ieri, che conferma il trend decrescente già avviato nei giorni scorsi. I tamponi effettuati sono 1.398.024 ( +41.483 nelle ultime 24 ore). Occhi puntati anche su Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, le regioni più colpite per numero di contagi.

21 Aprile 07:00 La diretta e le notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo

Sono 181.228 i contagi da Coronavirus Covid-19 in Italia stando all'ultimo bollettino diramato dalla Protezione Civile. Di questi, 24.114 i morti e 48.877 il numero dei guariti. 735 nuovi casi in Lombardia, mentre in alcune regioni si assiste a un calo importante dei contagi: è il caso del Lazio, che registra 60 nuovi casi nelle ultime 24 ore. La città di Napoli registra zero contagi e zero morti stando ai dati diffusi dagli enti locali: le telecamere di Fanpage.it sono entrate all'interno dell'Ospedale Cotugno, in prima linea nella lotta al Coronavirus in Campania.. Ecco la situazione aggiornata regione per regione:

Lombardia: 66.971

Emilia Romagna: 22.867

Piemonte: 21.349

Veneto: 16.127

Toscana: 8.507

Liguria: 6.669

Marche: 5.826

Lazio: 5.815

Campania: 4.074

Trento: 3.590

Puglia: 3.567

Friuli VG: 2.775

Sicilia: 2.759

Abruzzo: 2.616

Bolzano: 2.394

Umbria: 1.394

Sardegna: 1.228

Calabria: 1.308

Valle D'Aosta: 1.088

Basilicata: 342

Molise: 281

Per la prima volta cala il numero dei nuovi contagi in Italia: si rafforzano dunque le condizioni per la transizione alla Fase due di contenimento del contagio, prevista dal 4 maggio. Anche all'ospedale di Bergamo, divenuto simbolo alla lotta al Coronavirus, sono passati due giorni senza che ci fossero nuovi decessi. Questo pomeriggio alle 15 il premier Conte riferirà in Parlamento: previste due informative alla Camera e al Senato sulle ultime iniziative del governo per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Un nuovo studio guidato da Walter Ricciardi ha formulato una previsione sulle date del contagio zero regione per regione, indicativo della curva dei casi da Covid-19 nei vari territori. Dietrofront del governatore del Veneto Zaia sulla riapertura: ha dichiarato nella giornata di ieri che la Fase 2 rappresenterà un momento di "convivenza con il virus", e che per la ripartenza vera e propria bisognerà attendere l'estate. Si discute inoltre sulle modalità di utilizzo dell'app Immuni, soprattutto in relazione alla possibilità di spostamenti illimitati per chi non scarica l'applicazione. Negozi, bar, uffici e vacanze sono al centro delle ipotesi sulla Fase Due in Italia, mentre alcuni Paesi Europei come la Germania hanno già avviato la riapertura graduale delle attività. Dal Cdm via libera al rinvio delle elezioni amministrative in Italia, dopo il rinvio già annunciato delle elezioni regionali.

In Spagna calano i decessi, mentre la Germania supera i 4400 morti per Coronavirus e la Francia va oltre i 20mila decessi. Annullato l'Oktoberfest a Monaco di Baviera. Impennata di casi a Singapore: più di 700 positivi in un solo giorno dopo l'azzeramento dei contagi. Il Portogallo sembra essere riuscito a tenere definitivamente a bada il contagio da Coronavirus nel Paese grazie agli investimenti nella sanità pubblica.