20 Novembre 22:57 Coronavirus in Canada, Toronto in lockdown: “Restate a casa il più possibile”

L'Ontario, in Canada, prende ulteriori misure per fermare la diffusione del Covid-19: a partire da lunedì 23 novembre saranno in lockdown Toronto e la Peel Region. Il Paese nordamericano sta registrando un preoccupante aumento dei casi, a tal punto che si teme il sistema ospedaliero non regga: lo ha riconosciuto lo stesso premier, Justin Trudeau, apparso molto preoccupato, che ha chiesto ai cittadini di rimanere a casa il più possibile.

20 Novembre 22:10 Burioni sul vaccino Pfizer: “Ci siamo, adesso cominciamo a fare sul serio”

Il virologo Roberto Burioni.
in foto: Il virologo Roberto Burioni.

"Ci siamo. La Pfizer ha appena sottoposto una formale richiesta di autorizzazione di emergenza per il suo vaccino all’FDA che impiegherà tre settimane per valutarla". Lo ha scritto sulla propria pagina Facebook il virologo Roberto Burioni del San Raffaele di Milano, che ha aggiunto commentando la notizia della richiesta avanzata dal colosso farmaceutico alla Food and Drug Administration: "Se il responso sarà positivo a metà dicembre cominceranno le vaccinazioni negli USA. Adesso cominciamo a fare sul serio, COVID-19. Speriamo che non siano tanti i cretini dalla tua parte".

20 Novembre 21:30 Pfizer: “Chiesto l’uso d’emergenza del vaccino, prime dosi il prima possibile”

Il colosso farmaceutico americano Pfizer richiederà l’approvazione di emergenza all’uso del vaccino sviluppato insieme alla tedesca BioNTech alla Food and Drug Administration statunitense "entro pochi giorni". Le società prevedono di inviare domande di autorizzazione ad altre agenzie di regolamentazione in tutto il mondo, "un passo decisivo per far sì che il nostro vaccino sia a disposizione della popolazione mondiale nel tempo più rapido possibile".

20 Novembre 21:17 Il Veneto resta in zona gialla, Zaia: “Lavorare come se fosse rosso fuoco”

"Lo ripeto: non abbiamo vinto nulla e non è il caso di festeggiare, anche perché abbiamo a oggi 3.057 morti e 2.500 ricoverati, dei quali quasi 300 in terapia intensiva. Il virus esiste e non è una fantasia, non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia". Lo ha detto il governatore Luca Zaia, in relazione alla permanenza del Veneto in fascia gialla, dopo il monitoraggio settimanale. "Dal punto di vista comportamentale – prosegue – dobbiamo guardare a questo giallo come fosse un rosso fuoco, perché non dobbiamo avere assolutamente cali di tensione: il Covid circola e gli ospedali sono sotto pressione".

20 Novembre 21:02 Oltre 100mila tamponi rapidi in Alto Adige: partito lo screening di massa

È partito oggi lo screening di massa in Alto Adige: superata nettamente la soglia di 100.000 tamponi rapidi. Complessivamente 103.580 altoatesini si sono sottoposti al test, una quota che corrisponde al 29,7% del target di 350.000.

1.572 persone (l'1,5%) sono risultate positive. Per loro scattano 10 giorni di quarantena. Sono impegnati in tutto 11.000 operatori (medici, personale sanitario, farmacisti). I test di massa proseguono domani e dopodomani. Nella Regione si contano oggi altri 15 decessi e 970 nuovi casi positivi (734 in Alto Adige e 234 in Trentino).

20 Novembre 20:44 Brusaferro (Iss): “Si allontana la probabilità di saturazione degli ospedali”

"La probabilità di saturazione dei posti letto, anche quelli attivabili, a 30 giorni, si è un po' allontanata. Ciò vale sia per l'area medica che per le terapie intensive". Lo ha detto oggi il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, al punto stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale.

20 Novembre 20:40 A Messina il sindaco De Luca vuole chiudere le scuole

Una nuova ordinanza del sindaco Cateno De Luca prevede la chiusura di tutte le attività alle 19 e la chiusura delle scuole da lunedì a venerdì prossimo. Per quanto riguarda le attività commerciali De Luca ha detto di aver previsto la chiusura alla 19 con trenta minuti di tolleranza: "L'attività di consegna a domicilio può essere svolta ma non quella di asporto".

De Luca, durante la sua diretta Facebook ha annunciato che l'ordinanza entrerà in vigore domani e prevede anche il divieto di stazionamento nelle strade. Una misura derivata a seguito degli assembramenti che sono stati verificati domenica scorsa. "Riteniamo necessaria un'azione che ci consenta di far rispettare i divieti. Non possiamo subire l'ulteriore smacco verificatosi a seguito della chiusura di Capo Peloro, con i picnic sui Colli Sarrizzo né possiamo pensare che il Covid si muove nel centro città e non sui Colli" ha detto De Luca. "Sul suolo pubblico non si può stazionare, non si possono fare assembramenti in pratica, non si può stare in gruppo eccetto se si fanno le file in attesa di un servizio o nei negozi".

20 Novembre 20:30 Ristorante di New York chiede ai clienti di fare un test rapido prima di sedersi al tavolo

Un'iniziativa senza precedenti. Un ristorante di New York City a partire da martedì prossimo richiederà ai clienti di fare un test rapido per il coronavirus prima di entrare e sedersi a tavola. Si tratta di City Winery, locale sull'Hudson River, a Manhattan.

Il locale ha fatto sapere che sarà il primo negli Stati Uniti a lanciare questo programma pilota due giorni la settimana. I clienti però dovranno pagare per il test, 50 dollari a testa: gli ospiti che desiderano recarsi nel ristorante sul Pier 57 il martedì e il mercoledì pagheranno in anticipo nel momento in cui effettuano una prenotazione online tramite la piattaforma Resy. Al momento dell'arrivo, un operatore sanitario effettuerà il tampone nasale, e in 10-15 minuti si avrà il risultato. Se sarà negativo, potranno entrare, seguendo comunque le regole sul distanziamento sociale e l'uso della mascherina.

20 Novembre 20:25 Covid, quasi 23mila contagi in Gran Bretagna nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore, la Gran Bretagna ha registrato 22.915 nuovi contagi e 501 decessi. I dati del bollettino sanitario di oggi fanno salire a 1.453.256 il numero di contagi dall'inizio dell'epidemia, mentre i decessi sono in tutto 53.775. Nella giornata di ieri vi sono stati 1.641 ricoveri.

20 Novembre 20:21 Toti: “La Liguria resta area arancione, decisione corretta”

"La Liguria resta in zona arancione e non ci aspettavamo nulla di diverso. È una decisione corretta da ogni punto di vista". A dirlo è il presidente della Regione, Giovanni Toti, commentando nel punto stampa serale sul coronavirus, la permanenza della Liguria in zona arancione, cioè in zona di rischio medio alto per Covid, nonostante i parametri siano tutti in miglioramento.

"Vogliamo consolidare i risultati ottenuti – ha detto Toti – dare fiato ai nostri ospedali. Se si fa qualche sacrificio in più oggi, ci evitiamo magari qualche guaio domani".

20 Novembre 19:47 Zingaretti: “Nel Lazio i negozi chiuderanno alle 21, compresi i supermercati”

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato una nuova ordinanza contenente ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid. In particolare si prevede che supermercati e attività commerciale dovranno chiudere entro leore21.00. "Nessuna attività commerciale al dettaglio o all’ingrosso, compresi i supermercati, potrà nei giorni feriali, prefestivi e festivi proseguire la vendita oltre le ore 21.00, così da consentire al personale , dopo la riduzione degli orari dei mezzi pubblici, il rientro a casa entro le 22. Sono escluse le farmacie in quanto servizio pubblico. Bar e ristoranti in quanto pubblici esercizi potranno effettuare attività di vendita con asporto fino alle 22 come previsto dal Dpcm nazionale".

20 Novembre 19:20 Nelle regioni arancioni impianti delle funivie al 50%: la bozza sulla stagione sciistica

"Quale misura preliminare, è necessario limitare il numero massimo di presenze giornaliere mediante l'introduzione di un tetto massimo di skipass giornalieri vendibili, determinato in base alle caratteristiche della stazione/area/comprensorio sciistico, con criteri omogenei per Regione o Provincia Autonoma o comprensorio sciistico da definire successivamente, sentiti anche i rappresentanti di categoria, concordati con i Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali competenti per territorio". E' quanto prevede la bozza del documento per la "Proposta di linee guida per l'utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni e nei comprensori sciistici da parte degli sciatori amatoriali", che sarà portato in Conferenza delle Regioni lunedì prossimo per essere poi sottoposto al Governo e al Cts e che prevederebbe impianti chiusi nelle zone rosse agli sciatori amatoriali e in quelle arancioni attivi ma con riduzione del 50% di presenze rispetto alla portata nelle funivie e cabinovie.

20 Novembre 19:09 Il governo inglese chiede autorizzazione vaccino Pfizer-BioNtech: “Comincia la distribuzione a dicembre”

Il governo inglese ha formalmente chiesto all’autorità di regolazione sui farmici del Regno, la Mhra, di valutare il candidato vaccino anti-coronavirus Pfizer-BioNTech, per autorizzarne un’eventuale distribuzione a partire dal mese prossimo. Lo ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock, nel briefing odierno sull’emergenza Covid tenuto a Downing Street. Si tratta di "un altro passo importante per fronteggiare la pandemia", ha sottolineato Hancock, precisando che se qualunque prototipo di vaccino sarà approvato nei prossimi giorni, "le vaccinazioni inizieranno a dicembre in tutto il Paese".

20 Novembre 18:49 Mantova, positivo va a fare la spesa al supermercato: denunciato

Un uomo, positivo al Coronavirus, è stato denunciato dai carabinieri di Ostiglia (Mantova) all'uscita di un supermercato dove si era recato per fare la spesa. Nonostante avesse la mascherina ed il cappuccio della felpa che gli copriva il capo, è stato immediatamente riconosciuto e fermato: i militari infatti sapevano che era positivo. L'uomo, che ha cercato di negare, è stato smascherato dai carabinieri grazie ai tempestivi controlli all’Ats di Mantova. Dell’accaduto è stato informato il direttore del supermercato che ha provveduto alla sanificazione delle corsie.

20 Novembre 18:33 Locatelli (Cts): “Vaccino anti-Covid anche ai bambini, ma non sono la priorità”

Il governo sta mettendo a punto un piano nazionale per una vaccinazione di massa. Il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli ha spiegato nel corso della conferenza stampa di oggi per la presentazione dei dati del monitoraggio Iss-Ministero della Salute che i bambini saranno inclusi in questo programma: “Anche la popolazione pediatrica andrà considerata nella strategia vaccinale ma non sarà prioritaria”, ha aggiunto.

20 Novembre 18:13 Abruzzo verso la zona rossa: in arrivo l’ordinanza del Ministro Speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto si apprende, dovrebbe firmare entro questa sera l'ordinanza per ratificare il passaggio della Regione Abruzzo a zona rossa. La regione ha già introdotto misure più restrittive. Non sarebbero in arrivo per il momento ulteriori ordinanze relative ad altre Regioni. Il provvedimento dovrebbe partire da domenica 22 novembre.

20 Novembre 17:54 Friuli, Molise e Veneto le 3 regioni “in bilico” per l’ISS

Le tre regioni nelle quali l'Iss invita le autorità sanitarie a “valutare la possibile l'adozione di ulteriori misure di mitigazione” sono il Friuli Venezia Giulia, il Molise e il Veneto. Secondo i dati contenuti nel monitoraggio, tutte e tre le regioni sono classificate con un rischio moderato ma con probabilità alta di progredire a rischio alto nel prossimo mese. Attualmente, il Friuli Venezia Giulia si trova in zona arancione mentre Molise e Veneto in zona gialla.

20 Novembre 17:42 Nuovo dpcm a Dicembre? Forse negozi aperti fino a tardi e cene (in pochi) al ristorante

Le regole potrebbero cambiare di nuovo tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre. È atteso un nuovo Dpcm che dica agli italiani come passeranno le feste di Natale, sono diverse le misure al vaglio: dalla riapertura dei ristoranti la sera all’allungamento degli orari dei negozi. Il prossimo mese sarà decisivo per evitare la terza ondata, ma è anche un periodo fondamentale per l’economia italiana.

20 Novembre 17:36 Iss: “‘patentino’ vaccini? Parliamo di registri vaccinali”

Ci sarà un "patentino" per i vaccinati contro il Covid? "Esiste già archivio delle persone che si vaccinano, esiste un certificato di vaccinazione. Chiaro è che vaccinarsi implica avere una registrazione di queste cose. Credo che parliamo di un registro vaccinale, sarebbe impossibile gestire un programma di sanità pubblica senza avere un registro di vaccinazioni", sottolinea detto il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, al punto stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale. (

20 Novembre 17:27 Coronavirus Campania, 4.226 nuovi casi e 25 decessi nelle ultime 24 ore

Sono 4.226 i nuovi casi di coronavirus in Campania a fronte di 27.649 tamponi analizzati. Ieri erano stati 3.334 su 23.496 tamponi. Altri 25 i morti: sono 541 solo a novembre, 1.217 il numero totale. De Luca attacca il Governo: “Zona rossa? Non esiste. Gli ispettori una cialtroneria propagandistica”.

20 Novembre 17:19 Covid Lombardia, i numeri del bollettino di oggi: 9221 nuovi casi e 175 decessi

Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono stati segnalati 9.221 nuovi contagi di Coronavirus e 175 morti. I ricoveri in ospedale fanno registrare un lieve aumento dopo il calo di ieri (più 13 rispetto a ieri) mentre aumentano i ricoveri in terapia intensiva (più 15 rispetto a ieri, per un totale di 930): ecco il bollettino con i dati di oggi 20 novembre sui contagi Covid in Lombardia.

20 Novembre 17:17 L’ammissione di Crisanti: “Non farei il primo vaccino che arriva a gennaio”

“Io sono favorevolissimo ai vaccini, ma – senza dati a disposizione – non farei il primo vaccino che arriverà a gennaio”. Queste le parole del virologo Andrea Crisanti. Dichiarazioni che fanno riflettere, dal momento che mettono in evidenza la principale caratteristica del trial clinico che a tutti gli effetti al momento rappresenta la sperimentazione del candidato vaccino che si trova nello stato più avanzato.

20 Novembre 17:13 Il bollettino di oggi: 37.242 nuovi casi di contagio su 238.077 effettuati

Secondo il bollettino di oggi, venerdì 20 novembre, del Ministero della Salute, i casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono stati 37.242 (ieri erano stati 36.176 ) in leggero aumento rispetto al giorno precedente. Si registra un incremento di 699 morti in un giorno, per un totale di 48.569 vittime Covid da inizio pandemia. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 238.077. Tasso di positività al 15,6% (+1,2%). La regione più colpita su base giornaliera è la Lombardia.

20 Novembre 17:05  Locatelli (Css): “Si conferma decelerazione, strategia funziona”

"Si conferma la decelerazione della curva di trasmissibilità che si iniziava a vedere la scorsa settimana. La strategia diversificata di misure" anti-Covid in base alla situazione epidemiologica "ha avuto dimostrazione di efficacia". Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli, in conferenza stampa al ministero della Salute sull’analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di regia. Ora però occorrono "nervi saldi. Questi indicatori di decelerazione della curva devono incentivare ad essere ancora più rigorosi, continuando con le misure fino a un Rt sotto 1. Questo è uno spiraglio che si apre, ma non una ragione per deflettere – ammonisce Locatelli – L’estate scorsa abbiamo fatto l’errore di pensare che fosse tutto alle spalle, evitiamo di ripetere questo errore".

20 Novembre 16:58 Alto Adige, 83mila sottoposti a test di massa

Dalle ore 8 alle 16 di oggi, complessivamente 82.970 altoatesini hanno già partecipato allo screening di massa, in programma fino a domenica in Alto Adige. 1.256 persone, che si sono sottoposte al test con il tampone rapido, sono risultate positive. Per loro scattano 10 giorni di quarantena. 11.000 operatori (medici, personale sanitario, farmacisti…) sono impegnati. I dati sono stati forniti dall'assessore alla sanità Thomas Widmann, che ha evidenziato “qualche problema di partenze e ritardi nella comunicazione dell'esito”.

20 Novembre 16:52 Covid Lazio, oggi 2.667 casi e 41 morti

Diminuiscono i nuovi positivi al Covid nel Lazio. "Oggi, su quasi 27mila tamponi, si registrano 2.667 casi", rende noto l’assessore alla Sanità regionale, Alessio D’Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.697 su oltre 27mila tamponi eseguiti. Si riduce anche il numero dei morti: oggi sono 41 a fronte dei 61 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 421.

20 Novembre 16:38 Brusaferro (ISS): “Numero dei casi comincia ad appiattirsi”

"Negli ultimi giorni il numero dei casi comincia ad appiattirsi e questo indica il rallentamento dell'incidenza". Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro alla conferenza stampa al ministero della Salute sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di regia.

20 Novembre 16:27 Regno Unito, indice Rt ancora in discesa: ora è attorno a quota 1

L'indice Rt sulla diffusione dei contagi da coronavirus torna a scendere verso la soglia di sicurezza di quota 1 nel Regno Unito. Lo indicano i dati aggiornati al 12 novembre elaborato dalla commissione medico-scientifica che affianca il governo di Boris Johnson sul fronte dell'emergenza Covid (Sage), stimandolo al momento a un livello compreso fra 1 e 1,1, contro 1,1-1,12 della settimana precedente. Nel suo rapporto periodico, la Sage sottolinea peraltro che persistono significative oscillazioni a seconda dei diversi territori del Paese, in particolare in Inghilterra. Ma osserva anche come sul periodo preso in esame non avessero ancora inciso in pieno gli effetti del lockdown nazionale bis, in vigore in Inghilterra dal 4 novembre. I progressi in atto potrebbero spingere l'esecutivo, dopo la scadenza della fase di confinamento fissata per il 2 dicembre, a formalizzare un atteso alleggerimento delle restrizioni ad hoc per Natale. Ma il ministro della Sanità, Matt Hancock, commentando oggi su Times Radio le ipotesi su un nuovo via libero alle riunioni tra famiglie non conviventi concentrato nei 5 giorni successivi all'antivigilia natalizia, ha escluso che le celebrazioni possano essere esentate del tutto dalle raccomandazioni sul distanziamento. "Il lockdown sta funzionando – ha detto – ma non dovremo abbassare la guardia neppure dopo"

20 Novembre 16:11 Monitoraggio settimanale a cura di Iss: 17 regioni sopra la soglia critica di ricoveri

Secondo i dati del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, anche se l’indice di trasmissibilità del contagio da Coronavirus cala in tutta Italia, con quattro regioni sotto la soglia di guardia di 1, ancora 17 tra regioni e province autonome sono ancora classificate a rischio alto di una epidemia non controllata e non gestibile sul territorio o a rischio moderato con alta probabilità di progredire a rischio alto nelle prossime settimane.

20 Novembre 16:00 Palermo, morto per Covid un altro sacerdote a Palermo: addio a padre Manzone

Padre Alessandro Manzone, presbitero della chiesa palermitana e parroco della parrocchia Mater Misericordiae di via Liguria, è morto a causa del Covid 19. Si tratta del terzo sacerdote morto in città nel giro di pochi giorni di Coronavirus

20 Novembre 15:48 De Luca (Campania): “Ci hanno mandato gli ispettori, è una cialtronata propagandistica”

"Sono arrivati degli ispettori in Campania, un'altra cialtronata tutta propagandistica, che serviva, come la zona rossa, a parare l'onda di sciacallaggio politico mediatico. Bisognava far finta di mettere qualcosa insieme e ancora oggi – ha sottolineato il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, nella consueta conferenza stampa del venerdì – la regione non è a conoscenza delle relazioni degli ispettori. Sono sui giornali ma noi non ne siano stati informati".

20 Novembre 15:43 I medici morti in Italia per Covid sono 204: due dottori di famiglia le ultime vittime

Si aggrava il bilancio dei medici vittime di Covid-19 in Italia. Salgono a 204 i nomi nell’elenco dei “medici caduti” aggiornato dalla Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnoceo). Gli ultimi due camici bianchi ricordati sul sito listato a lutto sono i medici di medicina generale Edgardo Milano e Stefano Brando.

20 Novembre 15:24 Coronavirus Friuli: 1.018 nuovi casi, aumentano i decessi (28)

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 1.018 nuovi contagi (il 13,53 per cento dei 7.522 tamponi eseguiti) e 28 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 22.940, di cui: 5.949 a Trieste, 9.475 a Udine, 4.500 a Pordenone e 2.719 a Gorizia, alle quali si aggiungono 297 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 12.380. Salgono a 54 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 505 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 608, con la seguente suddivisione territoriale: 260 a Trieste, 183 a Udine, 144 a Pordenone e 21 a Gorizia. I totalmente guariti sono 9.952, i clinicamente guariti 205 e le persone in isolamento 11.616.

20 Novembre 15:14 Quanto costeranno i vaccini contro il Covid

L’Unione Europea si appresta a stanziare decine di miliardi di euro per acquistare le prime dosi di vaccino contro il coronavirus da somministrare alle fasce più deboli della popolazione: i primi ad arrivare saranno quelli di Pfizer-BionTech, Astrazeneca, CureVac, Janssen e Moderna. Il più economico? Quello a partecipazione italiana.

20 Novembre 14:58 Si abbassa l’indice Rt: ora è a 1.18, tra 1 e 1,25 in maggioranza Regioni

Cala l'indice di contagio Rt in Italia: i dati settimanali aggiornati al 18 novembre lo fissano questa settimana a 1,18, quindi ancora sopra 1, segno che l'epidemia continua a crescere, ma molto vicino alla fase di stabilità.  La settimana scorsa era pari a 1,43, due settimane fa a 1,72. Si riscontrano valori medi di Rt tra 1 e 1,25 nella maggior parte delle Regioni/PA italiane; da questa settimana in alcune Regioni/PA il valore di Rt stimato è inferiore a 1. Lo evidenzia il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

20 Novembre 14:49 Il virologo Galli: “Senza contenimento ci sarà la terza ondata”

"Ci si preoccupa delle prossime feste, ma ora abbiamo il dovere di analizzare cosa succederà a Pasqua se questa seconda ondata non verrà soppressa come si deve. Altrimenti è come fare le diete molto concentrate e poi ci si arrabbia se dopo si ingrassa un chilo alla settimana. O si riesce a trovare un mantenimento, almeno fino a quando non arriverà il vaccino, o la terza ondata è scontata". A dirlo è Massimo Galli, direttore delle Malattie Infettive dell'Ospedale Luigi Sacco di Milano, durante il convegno ‘Covid Geo: Comunità sicure. Scienza e tecnologia per ripartire in sicurezza e per sempre'.

20 Novembre 14:39 Bonaccini (Emilia-Romagna) annuncia: “Sono negativo al tampone”

"Questa mattina ho ricevuto una bella notizia: sono risultato negativo all'ultimo tampone di controllo. Ancora per qualche tempo dovrò proseguire a casa le cure per la polmonite, che migliora ma non può certo essere trascurata, ma il ritorno alla normalità è oggi più vicino". Lo scrive su Facebook il presidente dell'Emilia-Romagna e delle Regioni Stefano Bonaccini.

20 Novembre 14:16 Svezia, record di nuovi casi: sono 7.240 in 24 ore, 66 i morti

La Svezia ha registrato oggi un record di nuovi contagiati: sono 7.240, con 66 vittime.

20 Novembre 14:05 Dpcm di Natale, coprifuoco a mezzanotte e riaperture parziali: le ipotesi sul tavolo

C'è molta attesa per il Dpcm di Natale su cui il governo sta lavorando da giorni. Diverse sono le ipotesi alo studio tra cui lo slittamento del coprifuoco e una parziale riapertura di bar e ristoranti.  Se i dati del monitoraggio della prossima settimana permetteranno di allentare le norme anti-contagio almeno nelle zone gialle, anche in previsione del Natale e delle feste, il governo infatti potrebbe concedere a bar e ristoranti di riaprire la sera. In questo caso, però, andrebbe rivisto l’orario del coprifuoco, che dalle 22 potrebbe slittare alle 23 o alle 24.

20 Novembre 13:57 Coronavirus Basilicata, 232 nuovi contagi e 3 decessi in 24 ore 

Sono 232 i nuovi contagi da coronavirus in Basilicata e 3 i decessi covid nelle ultime 24 ore a fronte di 2087 tamponi processati. Sono i nuovi dati dell'emergenza sanitaria comunicati dalla regione Sale di poco il numero di ricoverati negli ospedali lucani, arrivati a quota 171, di cui ventisette nei reparti di terapia intensiva di Potenza e Matera.

20 Novembre 13:46 Germania, Merkel vuole misure covid più restrittive: “Decisioni difficili ma la situazione non dovrà precipitare di nuovo”

La cancelliera Angela Merkel vuole misure covid più restrittive per evitare un nuova ondata di contagi in Germania. Secondo quanto scrive la Bild on line, la cancelliera vorrebbe un piano a lungo termine con misure che valgano non solo per due settimane, ma con una prospettiva fino a gennaio. È questa la linea  che è pronta a portare davanti ai governatori dei Laender per la riunione decisiva del 25 novembre prossimo. Sono "decisioni molto difficili ma la situazione non dovrà precipitare di nuovo" ha detto la Merkel ai parlamentari del suo partito.

20 Novembre 13:35 Covid, 4 italiani su 5 vogliono più poteri per l’Ue contro la pandemia

Il 78% degli italiani chiede più poteri per l'Ue contro la pandemia. Il dato emerge da un sondaggio commissionato dal Parlamento europeo per chiedere ai cittadini comunitari il proprio punto di vista sulla crisi legata al coronavirus. Secondo il sondaggio, la percezione positiva dell'Unione è aumentata di 11 punti rispetto alla primavera. In totale il 66% degli intervistati concorda sul fatto che l'Ue dovrebbe avere più competenze per affrontare la pandemia. La  consapevolezza degli italiani sulle misure messe in campo dall'Unione per il sostegno alla situazione creata dalla pandemia è molto più alta della media Ue. Infine l'81% vuole che i fondi siano legati al rispetto dello stato di diritto e dei principi democratici.

20 Novembre 13:26 Vaccino covid, Pfizer e Biontech hanno presentato la richiesta di autorizzazione all’uso in Usa

Pfizer e Biontech hanno presentato la richiesta di autorizzazione per mettere sul mercato il vaccino anticovid in Usa. La richiesta è stata presentata oggi alla Food and Drug Administration (FDA) e prevede un uso in emergenza del vaccino. Le aziende saranno pronte a distribuire il vaccino entro poche ore dall'autorizzazione. "Oltre alla richiesta odierna alla FDA, abbiamo già avviato procedure di riconoscimento  in tutto il mondo, inclusi Australia, Canada, Europa, Giappone e Regno Unito, e prevediamo di presentare a breve ulteriori richieste ad altre agenzie di regolamentazione in tutto il mondo. Nei giorni scorsi le due aziende avevano annunciato che il vaccino NT162b2 ha dimostrato nei test un tasso di efficacia  del 95%, senza gravi problemi di sicurezza osservati fino ad oggi. Sulla base delle proiezioni attuali, le aziende prevedono di produrre a livello globale fino a 50 milioni di dosi nel 2020 e fino a 1,3 miliardi di dosi entro la fine del 2021.

20 Novembre 13:14 Coronavirus Veneto, 3.468 nuovi contagi e 66 morti, Zaia: “Rt è sensibilmente calato”

Sono 3.468 i nuovi contagi da coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore mentre i decessi covid accertati nell'ultima giornata sono 66. Lo ha riferito il presidente della Regione, Luca Zaia, nella consueta conferenza stampa per illustrare i dati dell'ultimo bollettino dell'epidemia.  I casi positivi dall'inizio della pandemia salgono a 116.156  mentre i decessi sono 3.123. Scende la pressione sulle terapie intensive con 10 ricoverati per Covid-19 in meno rispetto a ieri, che portano il totale a 286. "Per i numeri, per la sensazione e il clima di gestione che abbiamo, per noi non è cambiato nulla rispetto all'altro venerdì. Dai calcoli nostri, il nostro Rt è sensibilmente calato" ha tenuto a precisare Zaia.

20 Novembre 13:04 In Liguria via agli sconti per gli over 65 che fanno la spesa in fascia oraria protetta

Dopo le polemiche per le frasi del Governatore Toti sulla necessita di tenere in casa gli anziani "non produttivi", in Liguria da oggi via allo sconto per gli over 65 che fanno compere in fasce orarie "protette" in mercati e negozi che hanno aderito all'iniziativa. Il provvedimento è stato voluto proprio dalla Regione, in accordo con Camera di commercio e Comuni, per incentivare gli anziani ad uscire in momenti in cui i negozi sono meno affollati. Le fasce sono due, 9-11 e 13-16, mentre  lo sconto va dal 5 al 10%.

20 Novembre 12:47 Coronavirus Toscana, 2.207 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Sono 2.207 i nuovi casi di coronavirus in Toscana nelle ultime 24 ore a fronte di un totale di 22.129 tamponi analizzati. A comunicare i dati odierni del bilancio covid in regione è stato il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando i dati del bollettino quotidiano sull'emergenza coronavirus. "Continuiamo a essere responsabili per diminuire i contagi e tornare presto a vivere la Toscana!" ha scritto Giani su Facebook

20 Novembre 12:32 Miozzo (Cts): “Fate test rapido prima di trascorrere le feste con parenti anziani”

“Sarebbe utile prima di andare da un familiare più anziano durante le feste, eseguire il giorno prima un tampone rapido, ormai è abbastanza semplice farlo. Sia chiaro anche dopo il tampone rapido negativo, servono cautela e precauzioni, perché magari il virus era in incubazione, ma comunque questo è un modo per ridurre le probabilità del contagio”, lo ha dichiarato il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo ribadisce come quello che sta per arrivare sarà un Natale diverso causa pandemia. “Possiamo riaprire i bar e i ristoranti, ma allo stesso tempo applicare con molto più rigore le regole. Solo così possiamo convivere, fino a marzo, con questo virus” ha aggiunto Miozzo

20 Novembre 12:20 Vaccino Covid Oxford-AstraZeneca, l’annuncio di Irbm: “Prime 2 milioni dosi in Italia a inizio gennaio”

Le prime 2 milioni dosi del vaccino covid Oxford-AstraZeneca arriveranno in Italia a inizio gennaio. Lo ha annunciato Piero Di Lorenzo, ad di Irbm, l'azienda di Pomezia che sta collaborando col colosso farmaceutico. “Io mi auguro che entro i primi di gennaio si possa cominciare a consegnare le prime dosi. Per l’Italia sono previste più di due milioni di dosi come prima consegna ed entro giugno 2021 saranno 70 milioni” ha spiegato Di Lorenzo secondo cui entro la metà del prossimo anno “saranno validati 6-7 vaccini"

20 Novembre 12:10 Coronavirus Marche, 512 positivi nelle ultime 24 ore

Sono 512 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle Marche nelle ultime 24 ore su un totale di 3.367 tamponi. La percentuale positivi/tamponi è del 29,68% se si considerano solo i test del percorso nuove diagnosi e del 15,2% invece del totale dei tamponi che ne comprende anche 1.642 del percorso guariti. Il numero più alto di casi nell'ultima giornata, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, si è registrato in provincia di Macerata (158); seguono le province di Ancona (145), Pesaro Urbino (113), Ascoli Piceno (47), Fermo (46); tre i contagi da fuori regione.

20 Novembre 12:03 Il vaccino covid cinese somministrato a un milione di persone

Il vaccino sperimentale cinese contro il Covid già somministrato a un milione di persone. Si tratta dei due antidoti prodotti dalla cinese Sinopharm. Lo ha reso noto la stessa compagnia farmaceutica, senza tuttavia fornire dati clinici che dimostrino la loro efficacia. Ciononostante i cinesi si stanno dimostrando tra i popoli più propensi a vaccinarsi contro il Covid 19.

20 Novembre 11:50 Regioni e zone rosse Covid, si cambia dal 27 novembre

Il prossimo 27 novembre, contagi permettendo, si potrebbe iniziare a rivedere la mappa del Paese a ribasso con un cambio di colore per le Regioni che hanno attivato provvedimenti più severi. In altre parole, si pensa a un allentamento delle misure in vigore: Lombardia e Piemonte potrebbero passare dalla zona rossa a quella arancione mentre diverse Regioni potrebbero tornare ad essere zona gialla. Dove, anche in previsione del Natale, arriverebbero norme anti-coronavirus meno severe con il nuovo Dpcm. Vediamo di che si tratta.

20 Novembre 11:34 Speranza firma nuova ordinanza: le regioni rosse e arancioni

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato la nuova ordinanza per rinnovare le misure di contenimento covid per le regioni. Il provvedimento ministeriale rinnova le misure relative alle Regioni Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta, che rimangono quindi in zona rossa, e per le regioni Puglia e Sicilia che rimangono in zona arancione come già assegnato in precedenza. La nuova ordinanza, in vigore da oggi, è valida fino al 3 dicembre 2020, fermo restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020.

20 Novembre 11:29 Speranza: “Misure contenimento funzionano, Indice Rt è sceso”

“I numeri, i dati che iniziamo a ricevere in maniera più stabile da numerose realtà che hanno fatto ricerche in questi mesi ci lasciano ben sperare, ci lasciano far vedere una luce in fondo a questo tunnel”, lo ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, secondo cil quale "Se i processi di valutazione dei vaccini saranno compiuti nelle prossime settimane, potremmo essere nelle condizioni già nella prima fase del 2021 di avere le prime dosi". "I primi soggetti beneficiari dovrebbero essere coloro che nei presidi sanitari e negli ospedali sono in prima linea per poi passare alle persone più fragili" ha aggiunto Speranza nel corso del seminario online "L'Unione europea alla sfida del Covid-19" , avvertendo però che prima dell'arrivo dei vaccini gli unici strumenti sono le misure di contenimento che finora hannodimostrano di funzionare. "È inevitabile che creino sacrifici e restrizioni sul piano economico e sociale", ma i blocchi "dimostrano di funzionare"  visto che "Abbiamo, nell'ultima settimana, un livello di Rt, o indice di diffusione del contagio, sceso rispetto a settimana precedente e "nella giornata di oggi saranno presentati i nuovi dati: la nostra speranza è che il tasso di Rt tenda ancora a una fase decrescente in modo che in qualche settimana possa avere effetti positivi sui nostri presidi sanitari che subiscono ancora moltissima pressione" ha concluso Speranza.

20 Novembre 11:18 Europa epicentro della seconda ondata, nell’ultima settimana ogni 17 secondi una persona è morta di Covid

In Europa, nell’ultima settimana, ogni 17 secondi una persona è morta di Covid. Il drammatico dato arriva da Hans Kluge, direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Durante un briefing l’Oms ha fornito un aggiornamento sulla situazione della pandemia nel Vecchio continente: “In Europa abbiamo il 28% dei malati globali di Covid-19 e il 26% dei decessi totali”.

20 Novembre 11:06 Vaccino covid, via libera dell’Ue nella seconda metà di dicembre

L'Ue potrebbe dare il via libera alla distribuzione del primo vaccino covid già nella seconda metà di dicembre. “Se non sorgeranno problemi” l’Ema – Agenzia Europea per i Medicinali – “potrebbe dare un’autorizzazione condizionata alla commercializzazione” nell’Ue dei vaccini contro il Covid-19 sviluppati da Biontech e Moderna “nella “seconda metà di dicembre 2020” ha spiegato infatti La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen. Si tratta del "primo passo", ha aggiunto, spiegando che le dosi in un primo momento saranno disponibili in "piccoli numeri", destinati poi a crescere a mano a mano che procede la produzione. Anche per questo è indispensabile che gli Stati membri "sviluppino dei piani di vaccinazione", stabilendo per tempo quali sono le categorie che devono essere vaccinate per prime, come "i lavoratori della sanità e gli anziani".

20 Novembre 10:58 L’Oms sconsiglia uso del Remdesivir nei pazienti Covid

L'Oms sconsiglia uso del Remdesivir nei pazienti Covid. Il farmaco antivirale è stato considerato sin dall’inizio della pandemia uno dei farmaci più promettenti contro il coronavirus SARS-CoV-2, alla luce dei buoni risultati offerti in laboratorio contro i patogeni responsabili della SARS e della MERS, “cugini” del nuovo virus. Un’approfondita analisi condotta su quattro studi, tuttavia, ha spinto l’OMS a non raccomandarlo per il trattamento dei pazienti ospedalizzati. Ecco perché "non riduce rischio di aggravamento e morte".

20 Novembre 10:48 “Mancano poche settimane alla vaccinazione Covid”, l’annuncio del Governo inglese

"Ci sono incoraggianti segni di speranza" dagli studi AstraZeneca e Pfizer per un vaccino contro il coronavirus che fanno ipotizzare che "siamo vicini all'inizio della vaccinazione contro il coronavirus", lo ha annunciato il ministro della sanità britannico Matt Hancock spiegando che il servizio sanitario sta lavorando per fornire "su larga scala" il vaccino "nel giro di poche settimane" dall'approvazione. Dozzine di siti di vaccinazione di massa saranno istituiti in tutto il paese nelle prossime settimane mentre si procedera con l'adeguamento di personale da impiegare. La massiccia operazione inizierà comunque non prima nel nuovo anno,

20 Novembre 10:37 La Russia supera i due milioni di casi di coronavirus

In Russia registrati 24.318 nuovi contagi da coronavirus e 461 morti covid nelle ultime 24 ore. Si tratta del peggior dato di questa seconda ondata della pandemia. La zona più colpita continua ad essere quella della capitale Mosca dove si registrano ulteriori 6.902 contagi. La Russia supera così i due milioni di casi di coronavirus e i 35mila moti covid dall'inizio della pandemia.

20 Novembre 10:19 Il piano dell’Italia per il vaccino Covid: come sarà distribuito e a chi andranno le prime dosi

Le prime 3,4 milioni di dosi di vaccino anti covid arriveranno in Italia entro gennaio 2021 e saranno somministrate a 1,7 milioni di persone entro la fine di marzo, è questo il piano dell'Italia per il vaccino Covid, come comunicato dal commissario Domenico Arcuri. Le regioni stanno individuando i luoghi per lo stoccaggio, poi si partirà con la distribuzione a partire dai soggetti più vulnerabili. "La distribuzione la farà direttamente la Pfizer, quindi l’azienda ce li porterà nei luoghi concordati con i governatori: la ragione è che il vaccino uscirà con certi standard dal luogo di produzione ed è indispensabile che arrivi con gli stessi standard e questo non può esserci che garantito dall’azienda che l’ha prodotto" ha spiegato Arcuri., aggiungendo: "Stiamo progettando una piattaforma informatica che consentirà di gestire la verifica della somministrazione per sapere come si chiamano le persone che hanno fatto il vaccino e dove lo hanno fatto, per seguire la tracciabilità dei beni sul territorio".

20 Novembre 09:55 Recovery Fund bloccato, le risorse europee contro la crisi Covid rischiano di arrivare in ritardo

Dopo il veto di Ungheria e Polonia, al prossimo bilancio pluriennale, a causa del vincolo sullo stato di diritto, le risorse del Recovery Fund rimangono bloccate a Bruxelles. Gli aiuti economici che l’Unione europea ha messo in campo per contrastare la crisi innescata dalla pandemia di coronavirus potrebbero quindi arrivare in ritardo. Un indugio che molti Stati membri però non si possono permettere dopo essere stati investiti dalla seconda ondata.

20 Novembre 09:38 Covid, via allo screening di massa in Alto Adige: code per i test a Bolzano

Sono iniziati questa mattina le 8 i test di massa in Alto Adige per lo screening di tutta la popolazione della provincia di Bolzano. I test a tappeto dureranno tre giorni con l'obiettivo di sottoporre il 70% della popolazione all'esame del tampone rapido, si tratta di 350mila persone, e abbattere così la curva dei contagi da coronavirus. Si tratta della prima iniziativa del genere in Italia. I teste saranno condotti in circa duecento siti individuati dall'amministrazione locale. Gli altoatesini sono invitati a sottoporsi a titolo volontario e gratuito al tampone rapido ma in molte zone già dalla mattina di oggi si sono formate lunghe code.

20 Novembre 09:22 Dpcm di Dicembre, le misure per il Natale che il Governo è pronto a varare

Il Governo è pronto a varare il nuovo dpcm di Dicembre con una serie di ulteriori misure che disciplineranno le feste di Natale. Come ha ricordato il Premier Conte, infatti, quest’anno il Natale sarà diverso dal solito e bisognerà passare le festività “in modo più sobrio”, evitando “veglioni, baci e festeggiamenti”. Anche i virologi hanno avvertito sui rischi di un liberi tutti per le festività, che butterebbero all’aria i sacrifici delle ultime settimane. Come festeggeremo quindi il Natale ai tempi del coronavirus? Ecco le misure allo studio del governo.

20 Novembre 08:59 Vaccino covid, Moderna: “Efficace anche per gli ultra settantenni”

"Abbiamo verificato che il vaccino covid Moderna è efficace nello stesso modo per tutti, anche per gli ultra settantenni, cioè il segmento della popolazione di solito più refrattario ai vaccini", lo ha dichiarato Andrea Carli, l'italiano responsabile della ricerca sui vaccini e le malattie infettive di Moderna, la società americana con sede a Cambridge in Massachusetts che ha appena annunciato di aver messo a punto un anti-Covid-19 con un'efficacia del 95%. "Abbiamo condotto i nostri studi in completa sicurezza. Non abbiamo saltato alcun passaggio. Gli investimenti finanziari da parte del governo americano però ci hanno permesso di accelerare lo sviluppo del vaccino" ha speogato Carli al Correre della Ser, assicurando: "Il nostro è un vaccino efficace anche per anziani e per le persone con altri fattori di rischio. Il 42% del campione è composto da persone ad alto rischio. Nel dettaglio il 25% è formato da over 65 e il 17% da individui con malattie o fattori di rischio, come diabete, obesità eccetera".

20 Novembre 08:41 In Germania 23.648 nuovi casi di coronavirus e 260 morti covid nelle ultime 24 ore

Sono stati 23.648 i nuovi casi di coronavirus accertati in Germania nelle ultime 24 ore mentre i decessi covid nell'ultima giornata sono stati 260. Sono questi i dati dell'emergenza covid in Germani comunicati dal Robert Koch Institute. Nel Paese sono ora 879.564 i contagi dall'inizio della pandemia mentre i morti covid ammontano a 13.630

20 Novembre 08:26 Covid, “Dall’Ue oltre 10 miliardi di dollari per vaccini Pfizer-BioNTech e CureVac”

La Ue potrebbe pagare oltre 10 miliardi di dollari per assicurarsi centinaia di milioni di dosi dei  vaccini sviluppati da Pfizer-BioNTechi e CureVac. Lo rivela la Reuters, citando un funzionario Ue coinvolto nei negoziati per l'accordo. Secondo la fonte, Bruxelles pagherà 15,50 euro per una dose di vaccino Pfizer e 10 euro per quello di CureVac , un prezzo inferiore a quello su cui stanno trattando gli Usa. Nel primo caso l'Ue punta ad acquistare 200 milioni di dosi con l'opzione su altre 100 milioni di dosi. Per il secondo vaccino il piano è di 225 milioni di dosi .

20 Novembre 08:19 Coronavirus Molise: 139 contagi nelle ultime 24 ore

Sono 139 i contagi da coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Molise, Lo comunica il bollettino regionale dell’emergenza covid in regione aggiornato alle 19 di ieri. Nello stesso arco di tempo si registrano anche due decessi. Nell’ultima giornata sono stati 1.504 i tamponi analizzati e 1297 le persone testate per un percentuale di contagiati del 10.72 %

20 Novembre 08:02 Nuove zone rosse e arancioni, oggi si decide: quali sono le Regioni a rischio

Oggi si decide sulle nuove zone rosse e arancioni. L’Istituto superiore di sanità infatti pubblicherà il suo ultimo monitoraggio sulla situazione epidemiologica nel Paese e, sulla base dei nuovi dati, la Cabina di regia deciderà quali Regione cambieranno colore, quali passeranno alla zona rossa e quali invece potranno rimanere nell’area arancione o gialla. L’allerta è alta su Puglia, Liguria e Basilicata, attualmente in zona arancione ma che rischiano di passare a zona rossa. Ma anche sul Veneto, che da zona gialla potrebbe passare ad arancione. Attesa anche la conferma della zona rossa per l’Abruzzo.

20 Novembre 07:52 L’India supera i nove milioni di casi di coronavirus

L'India ha superato la soglia dei nove milioni di casi di coronavurs, confermandosi il secondo Paese al mondo più colpito dalla pandemia dopo gli Stati Uniti. Lo ha annunciato il ministero della Salute di New Delhi. Con 45.882 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, il bilancio totale dei contagiati nel Paese è  arrivato a 9.004.356. IL numero totale delle vittime covid è arrivato invece a 132.162.

20 Novembre 07:45 Covid, Professor Galli: “Nessuna prova dell’efficacia dell’Azitromicina, uso improprio è rischioso”

Non c'è nessuna prova dell'efficacia dell'Azitromicina per combattere il coronavirus, a sottolinearlo è il professor Massimo Galli rispondendo sui social a diverse sollecitazioni in merito al farmaco antibiotico commercializzato con diversi nomi  e indicato da laucne fonti come utile nella cura per Covid-19. "Ricevo continue richieste sull'uso dell'azitromicina nelle persone con Covid 19. Devo ribadire che non vi è alcuna prova sulla sua efficacia, mentre l'impiego improprio o non necessario di una terapia antibiotica può causare danni" ha avvertito infatti Galli in un tweet.

20 Novembre 07:36 Il Messico supera le 100 mila vittime covid, quarto Paese a raggiungere la triste soglia

Il Messico ha superato le 100 mila vittime di Covid diventando il quarto a Paese al mondo ad aver oltrepassato questa triste soglia. "Oggi in Messico abbiamo 100 mila persone che hanno perso la loro vita a causa del Covid", ha annunciato il viceministro della Salute, Hugo Lopez-Gatell, in conferenza stampa. Attualmente il bilancio dell'emergenza coronavirus del Paese americano è di 100.104 decessi dall'inizio della pandemia e 1.019.543 contagi totali.

20 Novembre 07:30 “La mortalità in Italia è alta per età e sfortuna”, l’analisi dell’esperta Ocse

"L'elevato numero di morti per Covid-19 registrato in Italia potrebbe dipendere da diversi fattori. In primis, la sfortuna di essere stata tra i primi paesi colpiti dalla prima ondata. E poi dal fatto che la popolazione è più anziana rispetto ad altri paesi europei", cos' la direttrice della Divisione Salute dell'Ocse Francesca Colombo analizza la situazione dell'emergenza coronavirus inItalia spiegando all'AGI le possibili ragioni dietro l'alta mortalità per Covid-19 evidenziata nel Rapporto "Health at Glance Europe", pubblicato oggi dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico

20 Novembre 07:23 In Usa 2.200 morti per Covid nelle ultime 24 ore, Biden: “No a chiusura nazionale”

Resta ancora alta l'emergenza coronavirus negli Stati Uniti dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 2.200 morti da Covid nelle ultime 24 ore che portano il totale dall'inizio della pandemia a 252.535 decessi. I nuovi casi di contagio invece sono oltre 200 mila per un totale di 11.715.316 contagi.  Gli Usa restano il Paese più colpito in termini assoluto sia per quanto riguarda i contagi che per i decessi covid ma per il neo Presidente Biden non ci sarà nessuna chiusura nazionale. "Non ci sara' nessuna chiusura nazionale in alcun caso, sarebbe controproducente" in quanto "le diverse comunita' potrebbero presentare situazioni differenti" ha spiegato Bideb. In California intanto scatta novo coprifuoco dalle 22 alle 5 a partire da sabato e fino al 21 dicembre nelle zone "porpora", ovvero quelle classificate come a maggior rischio.

20 Novembre 07:18 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, venerdì 20 novembre

Sono 36.176 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia ieri, per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 1.308.528 contagiati. Secondo l'ultimo  bollettino del Ministero della Salute,  guariti dall'inizio della pandemia sono 498.987 (+17.020), i morti Covid invece sono 47.870 (si registra un incremento di 653 decessi). I casi attualmente positivi sono 18.503. Di questi, 33.610 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi e 3.712 quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 250.186. La Regione con più casi positivi su base giornaliera è stata la Lombardia con 7.453 casi seguita da Piemonte e Campania con oltre tremila nuovi casi. Le cifre comunicate dal ministero della Salute relative agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +7.453

Piemonte: +5.349

Campania: +3.334

Veneto: +3.753

Emilia Romagna: +2.160

Lazio: +2.697

Toscana: +1.972

Sicilia: +1.871

Liguria: +792

Puglia: +1.263

Marche: +667

Abruzzo: +649

Friuli Venezia Giulia: +1.197

Umbria: +556

P.A. Bolzano: +703

Sardegna: +479

P.A. Trento: +266

Calabria: +506

Valle d'Aosta: +91

Basilicata: +270

Molise: +154

In Italia oggi il Governo decide su nuove zone rosse e arancioni in base al nuovo monitoraggio dell'Iss sui 21 parametri già stabiliti ma su cui le regioni chiedono un cambiamento. “A breve possibili altre Regioni in zona rossa” ha confermato infatti il ministro Boccia. A rischio zona rossa vi sono tre regioni: Puglia, Liguria e Basilicata. Il Veneto da zona gialla potrebbe entrare nella zona arancione e nelle ultime ore si è parlato di Lazio e  della Sardegna ma nulla è stato già deciso. I parametri fino al 3 dicembre restano gli stessi ma si attende un nuovo dpcm prima di Natale che possa dare le indicazioni per le feste natalizie. Intanto il commissario Arcuri ha spiegato che entro gennaio ci sarà il vaccino covid per 1,7 milioni di italiani. Nessun obbligo ma è previsto un patentino.

Nel mondo sfiorata la soglia dei 57 milioni di contagi. Per l'Oms la seconda ondata ha colpito pesantemente l'Europa dove si è regisrato un decesso da Covid ogni 17 secondi. Le misure di contenimento però stanno funzionando in molti Paesi come Germania e Regno Unito dove la curva del contagio sta rallentando.